8
marzo

Il Cacciatore: Rai 2 racconta la lotta alla mafia. Protagonista il «Libanese» di Romanzo Criminale

Il Cacciatore

Il Cacciatore

Dopo il successo di Rocco Schiavone e de La Porta Rossa, Rai 2 torna a puntare sulla serialità italiana e stavolta lo fa con una storia vera e decisamente drammatica. Il Cacciatore, coproduzione Cross Production, Beta Film e Rai Fiction in sei puntate, racconterà la vita del magistrato Alfonso Sabella e quella dei mafiosi a cui ha dato la caccia, in un racconto fatto di oscurità, inquietudine e dolore.

Il Cacciatore: dal 14 marzo 2018 su Rai 2

Pur non avendo ancora debuttato, la fiction ha già vissuto diverse vicissitudini in palinsesto: la partenza, prevista già per lunedì 5 marzo 2018 con seconda puntata il 7, è stata poi posticipata a mercoledì 14 marzo 2018 per evitare lo scontro con L’Isola dei Famosi, tornata temporaneamente al lunedì. Ispirata al libro di Sabella intitolato Cacciatore di Mafiosi e diretta da Stefano Lodovichi e Davide Marengo, la fiction vede nel ruolo del PM – che si chiamerà Saverio Barone – l’attore Francesco Montanari, ovvero il Libanese di Romanzo Criminale – La serie e Achille Ferro di Squadra Antimafia.

Accanto a lui ci saranno Miriam Dalmazio nel ruolo della sua compagna Giada, Roberto Citran in quello del Procuratore Capo di Palermo Andrea Elia e David Coco nelle vesti del nuovo capo di Cosa Nostra Leoluca Bagarella. E ancora Claudio Castrogiovanni, Dario Aita, Edoardo Pesce, Nicola Rignanese, Paolo Briguglia e Francesco Foti.

Il Cacciatore: la trama

Saverio Barone (Francesco Montanari), PM emergente della procura di Termini Imerese, decide di denunciare il proprio capo, Salvatore Donà (Vincenzo Pirrotta), sospettato di collusioni con la mafia. Una scelta che rischia di stroncare per sempre la carriera del giovane PM, ma che finisce per attirare l’attenzione di Andrea Elia (Roberto Citran), nuovo procuratore capo di Palermo, che propone a Saverio di entrare nel suo pool antimafia. Barone, da un giorno all’altro, si trova proiettato in un universo nuovo, attraente e pericoloso: alla procura di Palermo è il più giovane, il meno esperto, e i colleghi più grandi lo trattano con sufficienza; lo chiamano “cacanidu”, l’ultimo uccellino della covata e il primo, di solito, a lasciarci le penne. Ma Saverio sa presto dimostrare il proprio talento e si guadagna il diritto di fronteggiare il male assoluto, il giorno in cui gli vengono assegnate le indagini su Leoluca Bagarella (David Coco) e Giovanni Brusca (Edoardo Pesce), boss mafiosi accusati di centinaia di omicidi, mente e braccio dietro l’omicidio di Giovanni Falcone e responsabili del rapimento e della detenzione di Giuseppe Di Matteo (Antonio Avella), dodicenne con la sola colpa di essere figlio di un pentito di mafia. Un confronto quotidiano con l’orrore che inevitabilmente porta Saverio a isolarsi nella sua ossessione e a distruggere tutto quanto di buono, nel tempo, ha saputo costruire attorno a sé: a partire dalla relazione con Giada (Miriam Dalmazio), che solo pochi mesi prima gli ha dato una figlia, Carlotta. Il Cacciatore è la storia della discesa agli inferi di un giovane PM, ma in parallelo racconta anche il privato di quei boss sanguinari a cui Saverio dà la caccia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Due Soldati - Daniele Vicorito e Angela Fontana
Due Soldati: dopo una lunga anticamera Rai2 (e non più Rai1) trasmette il film tv di Marco Tullio Giordana


L'Amica Geniale - Elisa Del Genio e Ludovica Nasti
L’Amica Geniale: il best seller di Elena Ferrante è pronto al debutto su Rai 1


L'Allieva 2 - Jun Ichikawa
L’Allieva 2: nuovi casi di medicina legale ed un quadrilatero amoroso per Alessandra Mastronardi


I Medici 2
I Medici 2: Rai 1 si rituffa nel Rinascimento con Lorenzo il Magnifico

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.