15
gennaio

Romanzo Famigliare: le frasi ‘politicamente scorrette’

Romanzo Famigliare

Romanzo Famigliare

Come abbiamo già avuto modo di scrivere Romanzo Famigliare è una fiction che si basa sui contrasti (qui la recensione). Quelli tra padre e figlia, moglie e marito, quelli tra l’estremamente antico ed il troppo moderno nonché quelli tra i due tipi di linguaggio usati nella sceneggiatura. Da una parte la voce narrante di Vanni (Marco Messeri), autista dei Liegi, che racconta la storia con profondità e delicatezza, indagando l’animo dei personaggi con espressioni affascinanti, che fanno davvero sembrare il tutto un romanzo da leggere. Dall’altra il sarcasmo graffiante e politicamente scorretto dei protagonisti, infarcito spesso anche di turpiloquio, che già nelle prime due serate ha regalato chicche che val la pena ricordare. Eccone alcune.

Romanzo Famigliare: le frasi politicamente scorrette

- Micol (Fotinì Peluso), clarinettista definita “la genia del piffero” dalla sua antagonista in amore, fa i conti con la propria gravidanza prematura dicendo che le sembra di avere “un gatto vivo nella pancia“. Quando decide di tenersi il bambino si sente come se avesse “salvato un bastardino dal canile” e durante l’ecografia prima chiede alla ginecologa “Ma, mica mi scorreggerà dentro?” e poi, guardando gli arti del feto, ha il seguente scambio con la madre Emma (Vittoria Puccini):

– Ha mani troppo tozze per il clarinetto…
- Può sempre suonare i bonghi.

- Emma, che il padre definisce “una ragazzina mummificata” si comporta come una bambina viziata. E’ la figlia a svegliarla al mattino con il caffè e quando lei le chiede di baciarla, la sedicenne risponde: “prima lavati”. Ed è sempre la ragazzina a dare alla madre i soldi per fare la spesa, raccomandandole: “portami il resto“.

- Il Cavalier Liegi (Giancarlo Giannini) accusa ancora il genero Agostino (Guido Caprino) per aver messo incinta la figlia sedici anni prima e lui risponde per le rime.

- Ti sei preso mia figlia.
- Ma ch’è, quotata in borsa?

- Riguardo al proprio rapporto con i genitori, Micol dice alla sua ginecologa: “Mio padre è ufficiale di marina, sa, di quelli che non ci sono mai. Sono stata io il marito di mia madre“.

- Micol prova a chiamare la madre in un momento di emergenza ma lei ha come al solito dimenticato il cellulare a casa e si giustifica:

- Se per una volta non ti rispondo non casca il mondo.
- Una volta? Praticamente sono figlia di un cliente irraggiungibile.

- Micol ed Emma usano molte parolacce, ma la cosa dà fastidio ad Agostino, quindi le due si correggono sempre dopo averne detta qualcuna. Quando ad esempio la ragazza usa la parola “c*lo”, la madre la corregge:

- Sta tornando tuo padre, abituati a dire “sedere”.
- Troppo volgare. Meglio “deretano”.

- Valeria (Annalisa Arena), amica di Micol, parla così della sua famiglia: “La mia mamma ci ha messo vent’anni per restare incinta, oltretutto sono anche figlia di provetta. Sono nata con l’inseminazione artificiale. Che schifo, e ti credo che quelli non mi sembrano i miei genitori, non hanno mai trombato in vita loro. Tutto artificiale in casa nostra”.

- Dei sentimenti della ragazza è ben conscia la madre Anna Maria (Pamela Villoresi), secondo la quale la sua “figliola preferirebbe emulare un ascesso dentale” che lei.

- Il Cavalier Liegi chiede a Micol chi sia Ivan (Renato Raimondi), l’amico sordomuto della ragazza che si è gettato a mare con lei per salvarla dall’annegamento.

– Vorrei sapere se questo tuo amico è coinvolto nel tuo stato.
- Quale stato? Umido sì, interessante no.

- Agostino scopre che la figlia è incinta, ma lei ed Emma devono dirgli un’altra cosa, ovvero che la ragazza non può più abortire secondo i termini di legge.

– Che cos’altro devo sapere? E’ figlio di Brad Pitt o di quell’altro lagnoso che vi piace tanto? Tiziano Ferro.
- E’ gay, papà.
- Il bambino? E’ gay? Di già?

- Quando Micol lo porta a mangiare nella bettola della nonna di Ivan, Agostino sentenzia: “qui hanno toxoplasmosi fritta“. E quando Ivan non risponde ad una sua domanda, Agostino ha il seguente scambio con Emma.

– Maleducato.
- E’ sordo.
- Eh?
- E’ sordo, come te.

- Il Cavalier Liegi tenta di aggirare la legge ed interrompere la gravidanza della nipote con la scusa di un aborto terapeutico. La sua seconda moglie Natalia (Anita Kravos), amareggiata, così commenta l’incontro con il ginecologo connivente: “A che cosa brindiamo? All’aborto di Micol?

- Agostino cerca di convincere l’allieva Nicoletta (Barbara Venturato) che potrà avere dei figli nonostante la carriera. E lei:

“Dei figli, comandante? Quei cosi rugosi che sparano vomito, feci, urina e proiettili puzzolenti da tutti i buchi? Preferisco il proiettile del cannone 127/54 da cinque pollici, comandante”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Martina Gianpaolo
Temptation Island 2018: le frasi ‘cult’ della quarta puntata – Video


Micheal prende a pugni un tablet
Temptation Island 2018: le frasi ‘cult’ della terza puntata – Video


Temptation Island 2018 - Lara
Temptation Island 2018: le frasi (s)cult della seconda puntata


Alessia Marcuzzi
Pagelle TV della Settimana (29/01-4/02/2018). Promosso Johnny Dorelli. Bocciata Alessia Marcuzzi

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.