3
gennaio

UN TEMPO C’ERANO I CAMPIONI

Rischiatutto / Mike Bongiorno, Sabina Ciuffini e Massimo Inardi @ Davide Maggio .it

Ebbene si, sto leggendo La Versione di Mike, l’autobiografia del più longevo conduttore della storia della televisione.

Tralasciando il giudizio non completamente positivo, quanto meno per ora, alcune pagine mi hanno portato a fare delle riflessioni.

Si è più volte parlato su DM della nuova formula adottata dai telequiz dei giorni nostri che non dà modo ai concorrenti di entrare nelle simpatie (o anche nelle antipatie) dei telespettatori, cosa che, un tempo, consentiva a perfetti sconosciuti di diventare, di fatto, personaggi pubblici riscuotendo una popolarità che non poteva essere trascurata.

Oggi di questi concorrenti-personaggi non ce n’è più traccia per due ragioni fondamentali.

La prima, e probabilmente la più importante, risiede nella struttura dei quiz contemporanei che non permette ad un concorrente di rimanere in carica come campione… se non per il tempo necessario alle varie… scalate.

La seconda, invece, è individuabile in quella che ho definito come la pessima involuzione dei casting tv che hanno, ormai, come fine precipuo il reperimento di ”pozzi di scienza” (discutibili) che possano essere in grado di “sbancare il botteghino” ma che, in fin dei conti, non hanno quella spettacolarità necessaria a fare di un quiz un TELEquiz!

Apparizioni estemporanee in cui i concorrenti hanno come obiettivo principale il malloppo da portare a casa e non sono in grado di dar vita (anche perchè, pur volendo, non ne viene offerta la possibilità) quel singolare e divertente confronto dialettico che si instaurava, un tempo, tra conduttore-protagonista e concorrente-antagonista e che diveniva parte integrante di quello che era si un telequiz ma prima ancora era uno spettacolo!

Tra le pagine de La Versione di Mike ho trovato conferma a ciò che ho sempre pensato e che, daltronde, è sotto gli occhi di tutti. Mi ha colpito, difatti, come, a distanza di anni, il buon vecchio Mike sia riuscito a ricordare i nomi e persino le storie di alcuni campioni che hanno fatto, insieme a lui, la storia dei quiz.

Ecco cosa dice Mike dei Suoi concorrenti

[...] Mi resi conto che era assolutamente necessario che i concorrenti li conoscessi bene, uno a uno.

Era proprio l’ingrediente principale per creare un contorno spettacolare. Il personaggio, il tipo, la sua storia, le emozioni che suscitava, erano la forza della trasmissione. I concorrenti diventavano famosi, ovviamente perchè riuscivano a superare delle prove difficili, ma venivano consacrati a personaggi televisivi soprattutto per la loro personalità, che stava a me tirare fuori. [...]

[...] Io influii molto nella scelta dei concorrenti perchè, forte delle mie esperienze americane, sapevo che era necessario scegliere persone che potevano diventare dei personaggi, e su cui potevo costruire una storia. [...]

Ormai le cose stanno diversamente.

La mia memoria televisiva mi fa ricordare soltanto pochi, pochissimi campioni degni di nota. E per scovarli è necessario fare un passo indietro di circa 4 anni quando forse soltanto Passaparola riusciva ancora a “confezionare” dei personaggi che assomigliavano ai campioni di un tempo.

Probabilmente l’appeal che i “concorrenti storici” riscuotono è ben presente in chi fa televisione e, forse non a caso, nella nuova edizione del quiz di Gerry Scotti è stata riservata al caro Sallustio, unico caso di campione indimenticato degli ultimi anni, una visibilità di tutto rispetto.

Fa riflettere, tra l’altro, un generale ritorno al passato messo in atto, negli ultimi tempi, dalla nostra televisione e desiderato dai telespettatori a volte in maniera imbarazzante. 

Non parlerei in questo caso di nostalgia o di repentina involuzione televisiva ma più consapevolmente di voglia di un ritorno a quella che indiscutibilmente era una televisione migliore fatta da persone più competenti.



Articoli che potrebbero interessarti


Rischiatutto
RISCHIATUTTO: DIECI CURIOSITÀ SUL QUIZ DI MIKE BONGIORNO


Fabio Fazio e Mike Bongiorno
RISCHIATUTTO: CON FABIO FAZIO TORNANO CABINE, CUFFIE, E ANCHE IL “SIGNOR NO”


Mike Bongiorno su Sky con Riskytutto @ Davide Maggio .it
RISKYTUTTO: IL QUIZ DI MIKE E’ PRONTO AL RESTAURO PER IL SATELLITE


Mike Bongiorno e Rischiatutto su Sky @ Davide Maggio
TORNA RISCHIATUTTO: LA FINE DELLA SAGA “MIKE VS MEDIASET” E’ FIRMATA SKY

1 Commento dei lettori »

1. busb ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:02

anchio mi sono letto la versione di mike..è stato un bel libro e un bel viaggio nella storia ditalia e della tv italiana..unico rimprovero: ha un pò esagerato nel continuare a sottolineare i suoi 23-24 milioni di spettatori che lo seguivano ogni puntata finendo per divinizzare sè stesso..



2. busb ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:03

anchio mi sono letto la versione di mike..è stato un bel libro e un bel viaggio nella storia ditalia e della tv italiana..unico rimprovero: ha un pò esagerato nel continuare a sottolineare i suoi 23-24 milioni di spettatori che lo seguivano ogni puntata finendo per divinizzare sè stesso.. AUGURI A MIKE CHE OGGI COMPIE 54 ANNI DI CARRIERA IN TV!



3. Ale85 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:07

Nel 1970 Mike Bongiorno fece il Rischiatutto al Teatro delle Vittorie in Roma, oggi il mitico Teatro delle Vittorie non più utilizzato dalla Rai per una sua trasmissione ??? MITICA LA SIGNORA LONGARI!!!.



4. BALDO ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:17

In effetti solo Passaparola, tra tanti game mordi e fuggi, ha un filo di parentela con i quiz di Mike, anche nei tornei di ex campioni. E non a caso definito da Aldo Grasso in molti suoi articoli con laggettivo “”classico”".



5. Davide Maggio ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:29

@ busb : eh si… il contatore che ho inserito mesi fa… parla chiaro :-) @ BALDO : si. Penso anche io che sia cos relativamente alla ruota finale pero. Tu da bravo campione… lo puoi testimoniare :-)



6. busb ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:31

andando OT, Davide sai qualcosa sulla nuova edizione del GF?



7. Davide Maggio ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:32

@ busb : niente OT.



8. busb ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:39

mmmh…



9. sanjai ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 18:51

se proprio dobbiamo fare degli ot non facciamoli sul GF :-) cmq è vero,la nostalgia per i vecchi quiz cè.non che le formule attuali non mi piacciano,ma possono benissimo convivere con quelle vecchie,ci sarebbe anche più variet e il pubblico forse si stancherebbe meno facilmente. anchio faccio fatica a ricordare dei campioni…e lunico quiz dal quale posso attingere è passaparola.ricordo baldo,sallustio,una donna (possibile si chiamasse andreina??),un ragazzo giovane (era stato anche protagonista di una puntata di avere ventanni su mtv) e poi ricordo anche un tipo un po stralunato sulla cinquantina che gerry cercava di accasare con una delle letterine(aveva partecipato anche lui al torneo dei campioni). bella lattenzione di mike ai concorrenti.qualche giorno fa ho letto unintervista dove diceva che avrebbe dovuto condurre lui “”1 vs 100″”,chiss se con questa sua attenzione verso i casting il programma sarebbe andato meglio… :-)



10. BALDO ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:08

La ruota finale da a chi la vive una scarica di adrenalina assolutamente unica. Con 21 argomenti chiunque del pubblico sa rispondere a qualcosa e si identifica con il concorrente. Poi Rischiatutto agiva in regime di monopolio, il merito di Passaparola è di essere diventato con i suoi ingredienti un classico, in mezzo a tanti giochi e giochini. Certo la versione vip rimane insuperabile.



11. vicio80 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:12

Non so se linsuccesso di 1 vs 100(quantomeno per canale5)possa essere fatto ricadere sui casting. Penso più che altro che sia la formula forse troppo lenta a non giovare e il grande Mike da questo punto di vista penso avrebbe potuto fare poco.Riguardo ai casting io posso dire, per esperienza personale, che puntavano molto sul personaggio “”buffone”".Infatti le cose strambe che mi hanno chiesto di fare non le ho fatte, anche se sapevo che stavo sostenendo un provino per un programma di Papi.Se fosse stato un programma di Mike non credo avrebbero fatto le stesse richieste



12. sanjai ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:15

hai ragione baldo…la ruota finale è una figata pazzesca..esagero ma io mi perdevo e mi perdo ancora dietro la ruota finale.al liceo col mio compagno di banco preparavano delle ruote finali da farci durante le lezioni di matematica!! ho gi avuto modo di dirlo in qualche altro post,ma la ruota di passaparola è uno dei frammenti migliori della storia del quiz italiano!!



13. Ale85 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:32

Davide, quando riprederai con La Grande Avventura ???



14. Astrix ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:43

hai scritto una bella riflessione Davide, complimenti.



15. Ruben ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:44

Oramai gli autori di quiz televisivi sono convinti che i format con la multiple choice siano gli unici che possano avere successo (come dimostra tra laltro laudience),il problema che si pone per un aspirante campione che gioca con la scelta multipla è quello di avere una cultura generale sterminata e non magari una conoscenza specifica se vuole rimanere in carica per più puntate. Parlando per esperienza personale (Scusami Davide,se sono autoreferenziale,ma avendo avuto unesperienza di 30 puntate uneternit per quello che riguarda la tv,penso di dare in materia un piccolo contributo) ho tentato fin quando cera Alessandro Cecchi Paone di creare nella mia avventura quizzarola un rapporto Conduttore-Protagonista Vs Concorrente-Antagonista,ad esempio lui ironicamente mi beccava dandomi del secchione ed io di rimando facendogli notare che il Re dei secchioni della tv Italiana è proprio Lui (Tutto questo con la massima stima personale,sintende). Posso anche dire che non è più tempo di quella tv di Mike,s



16. Nickmasies87 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 20:46

Difatti di Sarabanda ancora oggi si ricordano tanti campioni: Luomo gatto, Valentina, Coccinella, Tiramisu, Max, Allegria, la Professora.. Insomma..Enrico Papi era riuscito a creare tanti personaggi, che bravura o meno (vedi luomo gatto, che non vinse mai nulla) sono riusciti ad entrare nella mente dei telespettatori.. Poi parlando anche io per esperienza personale, avendo fatto 5 puntate dellEredit …(quasi un record) ho cercato anche io di stabilire un rapporto di complicit , chiamiamolo cosi, con Amadeus, che con me sforò parecchio i tempi.. Per esempio nella prima puntata in cui ero campione tagliarono la parte in cui mi chiese “”ma tu come vai a scuola?”" e io risposi “”Eh…in Tram”"…e da li cominciò un dialoghetto sulle sue esperienze scolastiche etc.. Poi alla ghigliottina del giorno dopo mi chiese se tutte le 11 ragazze di classe mia erano fidanzate..io risposi tutte, quasi tutte…le piu brutte non sono fidanzate…e venne giu lo studio quasi dalle risate..e Amadeus quasi non si reggeva dalle



17. PHILOSOPHO ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 21:44

mi trovo pienamente daccordo con questo post. Oggigiorno chiunque può sedersi ad un tavolo, aprire qualche pacco senza fare troppa fatica e vincere migliaia e migliaia di euro, mandando a quel paese concetti come “”merito”" e “”impegno”". Credo che le principali cause di questa involuzione siano due: 1) i quiz sono sempre più semplici giochi e sempre meno quiz 2)quasi tutti i game show attuali hanno tolto, eredit a parte, la possibilit a chi vince una puntata di tornare le volte successive e poter diventare cos personaggi. Lo stesso “”Passaparola”" ha tolto questopzione, mi sembra, nella nuova versione. Insomma, vogliamo mettere il meccanismo di “”Lascia o Raddoppia”" con quello di “”Affari Tuoi”" o “”Prendere o Lasciare”"?



18. Nickmasies87 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 21:53

@Philosopo… Sallustio a Passaparola cè da 3 puntate.. perchè vince le puntate e si conferma campione. …finche qualcuno nn lo batte lui si confermer campione…



19. Elena ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 22:41

Gi quando ricomincia la Grande Avventura?Aspettavo con trepidazione lappuntamento settimanale…



20. Davide Maggio ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 23:07

@ sanjai : si, era Andreina, dipendente di Trenitalia :-) Era la mia preferita! Il giovane non lo ricordo ma laltro concorrente del quale parli lo ricordo bene pur sfuggendomi il nome. Ce stata anche unaltra campionessa Paola Dassori che, dopo le vincite a Passaparola, pare abbia iniziato unattivit particolare. Guardate http://www.lafattoriadelramo.com @ BALDO : sono daccordo. Pero considera che la versione VIP è stata probabilmente lunica ad aver riscosso un gran successo perchè le successive “”variazioni sul tema”" hanno poi pian piano portato ai risultati abbastanza deludenti delle ultime edizioni. Penso allo stesso tempo che la versione VIP possa riscuotere gran successo anche ora e la preferirei di sicuro allEredit . Per questo motivo ledizione appena iniziata mi ha deluso. MI aspettavo un ritorno in grande stile; @ Ale85 ed Elena : appena riesco a scriverla :-) I video sono gi pronti pero; @ Astrix : grazie mille; @ Ruben e Nickmasies87 : avete fatto



21. Nickmasies87 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 23:26

Il Giovane cui si riferisce Sanjai credo sia Damiano Latella campione nelledizione 2005/2006… http://it.youtube.com/watch?v=BhqDcXaPVx8



22. sanjai ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 23:40

@nickmasies87:non era damiano latella…era un tipo che mi pare si chiamasse andrea…ma non sono sicuro.lunica certezza è che ha partecipato al torneo dei campioni e che è stato seguito dalle telecamere di “”avere ventanni”"di mtv durante la sua part



23. mimmo1978 ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 01:45

@davide finalmente hai fatto un post su un argomento che mi ha fatto molto pensare negli ultimi tempi. Però ne approfitto per una riflessione, se solo quattro anni fa i campioni personaggi riuscivano ad appassionare i telespettatori, comè possibile ch



24. Kelly ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 03:26

Condivido pienamente il post di Davide, specie nelle ultime frasi riferite alla nostalgia per i vecchi programmi ossia… per la vecchia televisione. Oggi che tutto va di corsa sembra che le cose siano fatte in maniera piu approssimativa in tv e forse il pubblico se ne sta accorgendo e guarda sempre piu spesso indietro… ai tempi che furono.



25. MATT4PRESIDENT ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 09:12

@ sanjai: il tipo un po stralunato sulla cinquantina che gerry cercava di accasare con una delle letterine(aveva partecipato anche lui al torneo dei campioni)era Piero Mugnaioni (e la letterina “”vittima”" aveva come nome Cosmanna). Poi come campioni di Passaparola cerano anche Dario Giacomini, Cristina Purgatorio, Roberto Mariani, Alberto Innocenti… potrei farne 1 elenco ma nn ce la faccio!



26. Capitano Sal ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 15:14

Si,in effetti la nuova struttura dei quiz non si presta a lanciare nuovi campioni. io alleredit il campione lo farei entrare in gioco solo al momento del duello,e non da subito. Bisogna anche dire cmq che allepoca dei quiz di mike,le offerte erano veramente poche,bastava una apparizione per poter raggiungere grossa popolarit .dalle signorine buonasera ai metereologi passando appunto per i campioni dei quiz. tra i vari campioni di quiz,io ricordo quella che al telemike nel 89 o 90 vinse più di un miliardo,una cifra altissima per lepoca.Forse la più alta se teniamo conto dellinflazione.



27. Davide Maggio ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 15:46

@ MATT4PRESIDENT : io sinceramente gli altri non li ricordo; @ Capitano Sal : indubbiamente vera anche la “”scarsa offerta”".



28. sanjai ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 18:33

@matt4president:bravo!era mugnaioni!!!ricordo anche quelli che hai elencato tu!!



29. mimmo1978 ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 18:39

@davide ieri parlavi di nostalgia del passato, ma non pensi che la sfida affari tuoi vs passaparola sia una dimostrazione che di nostalgia ce nè ben poca, probabilmente? Passaparola sar anche sottotono, ma sinceramente vederlo perdere contro affari t



30. Davide Maggio ha scritto:

4 gennaio 2008 alle 19:51

@ mimmo1978 : no, perchè non sono per il ritorno a tutti i costi dei programmi del passato. Mi spiego meglio… ci sono senzaltro dei programmi che mi piacerebbe tornassero in produzione (e lo spero vivamente. Uno di questi era La Ruota della Fortuna) ma è chiaro che il pubblico non rimane passivo di fronte ai programmi “”ritornati”" per il semplice fatto che la loro trasmissione preferita sia tornata in video. Per esempio, relativamente a Passaparola, ero assolutamente favorevole ma non ho apprezzo il restyling e la nuova collocazione. Sono i rischi che si corrono quando vengono proposte edizioni rivedute e corrette.



31. BALDO ha scritto:

5 gennaio 2008 alle 16:28

Concordo pienamente con te Davide. Anchio mi aspettavo una versione super di Passaparola, a suggellare la conquista della prima serata. Secondo me non cè stato il tempo, perchè è nata allimprovviso, altrimenti non avrebbe avuto rivali tra tutte le sperimentazioni natalizie.



[...] il campione pugliese (insieme agli storici di Passaparola) è riuscito a riportare in tv quel confronto dialettico tra conduttore-protagonista e concorrente-antagonista di cui abbiamo parlato alcuni giorni fa riscuotendo un successo e una popolarit che son [...]



33. baldo ha scritto:

18 febbraio 2008 alle 11:48

Un tempo cerano i campioni. E vero. Due esempi. Sabato sera da Carlo Conti è apparso Andrea Fabbricatore, campione di “”Rischiatutto”" degli anni 70 , che ancora ricordiamo benissimo (almeno noi più vecchi) e che molti anni prima dei vari Ascani e simili approdò al cinema in una particina in “”Boccaccio”" di Sergio Corbucci film di un filone allora molto in voga. Domenica a “”Quelli che il calcio”" hanno fatto rivedere un filmato con Simona Ventura, concorrente a “”Telemike”"; in quella trasmissione – mi dice il mio collega Sallustio – una certa Isabella Lama vinse un miliardo di lire ma di lei non abbiamo più memoria.



34. Davide Maggio ha scritto:

18 febbraio 2008 alle 14:52

@ baldo : due sabati fa I Migliori Anni cè stata anche Robertina, la bambina-barzellettiera di TeleMike :-) Purtroppo Fabbricatore me lo sono perso. Non ero in casa.



35. Mariella ha scritto:

18 dicembre 2008 alle 13:08

Ciao Davide, una curiosit : è vero che i nostri autori Mediaset, Ludovico Peregrini in primis, stanno pensando di riproporre nel 2009 una nuova versione del mitico Rischiatutto? Se sai qualcosa, batti un colpo… Sono interessata da questa notizia perchè se fosse vera a me piacerebbe partecipare. Grazie e ciao



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.