27
novembre

Silvio Berlusconi, gaffe da Fabio Fazio: «Cinquestelle nostri alleati» – Video

Silvio Berlusconi, Che tempo che fa

Silvio Berlusconi alleato dei Cinquestelle. La corsa verso le prossime elezioni continua a regalare colpi di scena (e simpatiche gaffes, come in questo caso). Dopo l’endorsement di Eugenio Scalfari per il Cavaliere – pronunciato nei giorni scorsi su La7 – stavolta è stato proprio l’ex premier a far sobbalzare i telespettatori sulla poltrona. Ieri sera, durante l’intervista rilasciata a Che tempo che fa, il leader di Forza Italia ha annoverato per errore i grillini tra i suoi alleati politici: un lapsus che non poteva certo passare inascoltato.

Su Rai1, Fabio Fazio ha chiesto a Berlusconi per quale motivo sia convinto di poter realizzare alcuni obiettivi che invece disattese nelle sue precedenti esperienze di governo. E il Cavaliere, riferendosi al passato, ha parlato di “alleati leali ed infidi che oggi non ci sono più“. Ora infatti – ha proseguito – ci sono “alleati come la Lega e i Cinquestelle“.

Clamoroso lapsus. Preso dal suo stesso discorso, l’ex premier ha sostituito Fratelli d’Italia con gli odiati grillini, che proprio su Rai1 ha poi definito “peggio dei comunisti“. Al conduttore non è restato che correggerlo.

Berlusconi a Che tempo che fa – dichiarazioni

Nei trenta minuti a lui riservati, l’ex premier ha duettato con Fazio rispondendo alle domande serrate (ma non certo scomode) di quest’ultimo. Nel caso la Corte di Strasburgo non dovesse esprimersi per tempo sulla sua incandidabilità, il Cav ha affermato che tra i possibili candidati premier per il centrodestra starebbe pensando all’ex generale dei carabinieri Leonardo Gallitelli. Poi bordate ai Cinquestelle:

“(Di Maio) Ha un bel faccino, ma è una bella meteorina, come quelle di Emilio Fede

ha detto. Infine riferendosi alla recente uscita di Eugenio Scalfari, che a La7 aveva detto di preferire Berlusconi a Di Maio, lo stesso leader di Forza Italia ha commentato ironico:

La vecchiaia rende più saggi. Sono soddisfatto che finalmente abbia dato una risposta conveniente. È stato colpito dalla lucida follia di Erasmo da Rotterdam…”.

Berlusconi a Che tempo che fa, Anzaldi polemizza

Sul fronte televisivo, registriamo il commento (come sempre polemico) del deputato Pd Michele Anzaldi, che su Twitter si è soffermato sulla mancata sovrapposizione tra l’intervista di Berlusconi su Rai1 e la fiction Rosy Abate, trasmessa da Canale5:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Berlusconi che tempo che fa
CHE TEMPO CHE FA: SILVIO BERLUSCONI DEBUTTA DA FAZIO. MA ARRIVA IN RITARDO


Berlusconi
SILVIO BERLUSCONI OSPITE A CHE TEMPO CHE FA


Tweet di Che tempo Che Fa
CHE TEMPO CHE FA E LA CADUTA DI STILE CONTRO LA DOMENICA (LIVE) DI “ASSASSINI, PORNOSTAR E ADESCATORI DI MINORENNI”


Michele Santoro
SANTORO A LA7? E’ GIA’ L’INCUBO DI BERLUSCONI

4 Commenti dei lettori »

1. Sabato ha scritto:

27 novembre 2017 alle 15:18

Anzaldi può stare tranquillo: Canale5 ha battuto comunque Rai1. Che Tempo Che Fa ha vinto su Canale5 dall’inizio della puntata, alle 20:43, fino alle 21:11, ovvero fino a quando ha fatto il proprio ingresso, nello studio di Fazio, Silvio Berlusconi. A partire da quel momento, lo share di Che Tempo Che Fa è sceso progressivamente fino al 12%, dando modo alle papere di Antonio Ricci di vincere.

Fazio, a differenza di Costanzo, ha realizzato un’intervista vera, con domande serie che hanno talvolta messo in difficoltà il leader di Forza Italia.
Avrei evitato gli iniziali racconti d’infanzia del giovane Silvio, già sentiti e assolutamente inutili dal punto di vista dell’informazione e dell’approfondimento.
Ho apprezzato il fact checking assicurato da Fazio e dalla sua squadra: quando Berlusconi ha affermato che l’Italia avrebbe perso l’assegnazione europea dell’Agenzia del Farmaco a causa dell’assenza dei nostri politici, Fazio lo ha prontamente corretto (Berlusconi sosteneva fossero invece presenti tutti gli altri leader europei, a partire dalla Merkel, in realtà assenti).
Ho anche condiviso il richiamo di Fazio alla lucidità quando Berlusconi, a proposito del suo parere contrario allo Ius Soli, ha affermato che “gli stranieri dovranno sostenere un esame per capire se odiano lo Stato italiano e il cristianesimo, se hanno parole di comprensione verso il terrorismo e se tengono le donne segregate”, dimenticando che si stava parlando di bambini nati in Italia e non di pericolosi terroristi.
Fazio ha anche messo Berlusconi di fronte al problema della legge elettorale, che non gli consentirebbe di governare da solo, ottenendo una risposta molto fumosa.
Berlusconi si è quindi misurato con un’intervista molto più seria rispetto a quella dell’amico Costanzo. Il fondatore di Forza Italia, dal canto suo, ha un po’ ripetuto sempre le solite cose, riproponendo i suoi tormentoni: intervistare Berlusconi dev’essere giornalisticamente frustrante, perché ripete sempre il solito copione e sfugge alle domande scomode rendendole substrato per un nuovo comizio acchiappavoti.



2. Vince! ha scritto:

27 novembre 2017 alle 17:29

Questa volta l’immancabile polemica contro Fazio arriva dal “Fatto quotidiano” che sicuramente non avrà gradito i numerosi e pesanti attacchi al M5S da parte di Berlusconi durante l’intervista.



3. Nina ha scritto:

30 novembre 2017 alle 11:43

La lucidità che ossessione.



4. Nina ha scritto:

30 novembre 2017 alle 11:49

Per me, personalmente va benissimo che la sig.na Sanbato Esprima nei suoi lunghissimi e noiosissimi post pieni di considerazioni che sono quanto di più banale si possa immaginare, quello che vuole. Non posso fare a meno di notare la sua incoerenza quando si lascia andare a considerazioni politiche (sì lo so sto esagerando a chiamarle così, le sto nobilitando, ma la sua cultura arriva fin lì), su un una persona ed un attimo dopo è pronta a chiedere l’intervento della redazione per censurare chi parla di politica. Grazie per l’attenzione.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.