15
novembre

Pagelle TV della Settimana (6-12/11/2017). Promossi Massimo Giletti e Marco Carta, bocciato Stasera CasaMika

Mika e luciana littizzetto

Mika e Luciana Littizzetto

9 a Massimo Giletti. Il conduttore riparte su La7, dopo una palese ingiustizia, e fa subito record d’ascolti malgrado una serata difficile e una novità che rischiava di non essere immediatamente colta. Nel frattempo il weekend di Rai1, che avrebbe dovuto vederlo protagonista, annaspa miseramente. Ma del resto chi è causa del suo male pianga se stesso.

8 a Daniele Piervincenzi. Lo scrupoloso inviato di Nemo è il protagonista della settimana passata a causa dell’incontro-scontro con Roberto Spada che gli è costato una frattura al setto nasale. Un’inchiesta significativa che ha portato lustro al programma di Rai2.

7 a Marco Carta. Pur non avendo mai vinto una puntata, il cantante sardo si è aggiudicato la vittoria della settima edizione di Tale e Quale Show grazie ad un’invidiabile costanza. E così dopo Amici e Sanremo, Marco trionfa anche alla corte di Carlo Conti.

6 alle Clubber, vincitrici di Pechino Express 6. Ema Stokholma e Valentina Pegorer vincono il reality show on the road dopo un percorso nella media, piuttosto anonimo proprio come questa edizione del programma. Urge aria nuova a Pechino.

5 ai “bollenti spiriti” di Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez. Vero o meno lo “scandalo” dell’armadio, è innegabile che i due sbattano in faccia alla telecamera la loro passione, in barba a chiunque.

4 al flop di Stasera CasaMika. Se c’era da aspettarsi un calo, un risultato così basso (nella seconda puntata ha raggiunto poco più del 7% di share, con numeri inferiori tra i giovani) era davvero difficile ipotizzarlo, non fosse altro che per la mole di ospiti che fa capolino nello show. Il programma conserva l’autoreferenzialità dello scorso anno, in più vanno ad aggiungersi lo scarso feeling di Luciana Littizzetto con il contesto e questo continuo volgere lo sguardo al passato che però stona con quello che Mika rappresenta per il pubblico, risultando altresì un tantino stucchevole. Mika rimane un bravo performer ma non un bravo conduttore della tv italiana.

3 a Tutti Pazzi per Morandi e Rovazzi. Come da previsione, lo speciale sull’anomala coppia musicale della scorsa estate, presentato addirittura come un evento, si schianta con un misero 0.8% di share. E dire che Nove, tempo fa, aveva già proposto uno speciale in prima serata su Morandi e pure in quel caso i dati auditel erano stati impietosi. Vuol dire proprio cercarsela.

2 a Luca Argentero, torinese che recita con accento napoletano nella fiction Sirene. Scegliere un attore campano – o almeno del Sud – era così impensabile? Dopotutto non è che Luca Argentero sia un nome così insostituibile…

0 alla richiesta di danni di immagine avanzata da Michele Zagaria per la fiction Sotto Copertura. “Ciò che viene narrato – fanno sapere gli avvocati – non è assolutamente realistico e molti sono i particolari inventati dagli sceneggiatori: uno fra tutti, e forse il più grave, quello che dipinge Michele Zagaria come un uomo attratto sessualmente dalla giovane figlia della famiglia che per anni lo ha ospitato; cosa che ha profondamente offeso e disgustato il nostro assistito”. Il popolo italiano è disgustato da ben altro.



Articoli che potrebbero interessarti


Ilary Blasi e Daniele Bossari
Pagelle TV della settimana. Speciale Grande Fratello Vip


Ignazio Moser e Silvia Toffanin
Ignazio Moser a Verissimo: «Io non ho mancato di rispetto a nessuno». La Rodriguez racconta l’incontro con Monte


CECILIA RODRIGUEZ TOFFANIN
Cecilia Rodriguez a Verissimo: «Non penso di dover dare spiegazioni a Monte. É vergognoso il modo in cui sono stata attaccata»


Ignazio - GF Vip 2017
Grande Fratello Vip 2017, giorno 73. Cecilia manda un messaggio aereo per Ignazio. Giulia delusa da Damante

15 Commenti dei lettori »

1. Pongo&Peggy ha scritto:

15 novembre 2017 alle 14:02

D’accordissimo sul 2 a Luca Argentero.
Con il 6 e con il 5 siete stati un pò troppo generosi secondo me …. ;-)



2. alberto ha scritto:

15 novembre 2017 alle 14:10

d’accordo su tutti i giudizi



3. Travis ha scritto:

15 novembre 2017 alle 14:15

Non sono d’accordo con i voti a Massimo Giletti, sopravvalutato sotto ogni punto di vista. Voi ci vedete il giornalista politico d’assalto, io ci vedo ancora quello che conduceva il lotto alle 8. Anche perchè all’Arena non è che abbia sfoggiato chissà quali capacità da giornalista. Solo perchè faceva ascolti alti, non significa che si diventi automaticamente professionisti del settore.
Marco Carta non ha meritato la vittoria di TEQS perchè cantava con la sua voce. Ha vinto perchè era seguitissimo sui social e si spera di prendere la stessa fetta di pubblico per le prossime edizioni.
0 al GfVip e i siparietti costruiti dagli autori bipolari che mandano via chi bestemmia e elogia chi fa sesso orale.



4. RoXy ha scritto:

15 novembre 2017 alle 14:35

In merito al voto 5:

Se nel vocabolario della lingua italiana certe cose vengono definite “intimità” è perché son cose da vivere privatamente nell’intimità del proprio talamo, e non certamente da “sbattere in faccia alle telecamere”. Se poi volete fare i fantastici, o volete dimostrare di essere moderni e non bigotti fingendo di non scandalizzarvi di fronte a certa inverecondia, sappiate che siete soltanto ridicoli. Peché abbandonarsi ad istinti animaleschi non è sinonimo di modernità ma di involuzione, di ritorno all’uomo delle caverne, quello con la clava forse, e sottolineo forse, si comportava così. La buona creanza, il buon gusto, un buon livello culturale e soprattutto il pudore sono le cose che fanno distinguere l’uomo moderno ed emancipato dalla massa, non certe l’accettazione dell’immoralità e delle depravazione spudorata a cielo aperto.
Mai sottovalutare o sminuire cose come il commettere atti osceni in luogo pubblico, che per la legge italiana giustamente devono essere punite con la reclusione fino a tre anni e con il pagamento di multe salatissime. Impariamo a stare al mondo come si deve e cerchiamo soprattutto di non chiudere un occhio o di dimostrare indifferenza o leggerezza verso queste cose. Questo ci rende uomini e donne del 2017.



5. john2207 ha scritto:

15 novembre 2017 alle 15:09

bella pagella condivisibile. Soprattutto



6. anna padova ha scritto:

15 novembre 2017 alle 15:14

Condivido in particolare con il giudizio su Giletti che ritengo faccia sempre un buon lavoro.
Condivido per Carta che si è messo in gioco pur non essendo un imitatore e ha saputo impegnarsi seriamente . Non ha mai vinto una puntata anche se avrebbe meritato di vincerne più di una, ma nonostante ciò si è sempre impegnato con ottimi risultati. Sono felice per lui!



7. franco ha scritto:

15 novembre 2017 alle 15:16

Travis bel commento, concordo su tutto e concordo pure con RoXy



8. soralella ha scritto:

15 novembre 2017 alle 16:14

Anche io concordo con Travis e RoXy sul GF. Più osceni gli autori dei concorrenti.



9. mariantonietta sotgiu ha scritto:

16 novembre 2017 alle 01:04

Concordo su quest’analisi.Giletti,bravissimo.Marco Carta,ha fatto il botto!



10. Srich ha scritto:

16 novembre 2017 alle 08:59

Per nulla d’accordo sull’edizione di Pechino definita anonima. Se si parla di ascolti ok, se si parla della qualità della stagione no. Per me giusto dietro la terza.

Carta sopravvalutato, lui come la Minetti sono stati tenuti a metà classifica anche nelle puntate peggiori. Bastava che i giudici fossero indulgenti su Bisciglia-Jovanotti come lo sono stati con loro e probabilmente avremmo avuto un altro (e più meritevole, chi pensava mai di dirlo.) vincitore.

Giletti è presto per i votoni, secondo me un paio di punti li perde già dalla prossima.

Il disastro di casa Mika era impensabile in queste proporzioni, l’annus horribilis di raidue che si sta materializzando è assurdo.



11. Pechinese ha scritto:

16 novembre 2017 alle 14:45

Caro Srich, ci siamo confrontati più volte su questa stagione di Pechino, sai già come la penso. Ognuno – giustamente – ha i suoi gusti le sue opinioni e la sua sensibilità. Per me questa edizione è stata la peggiore, ma di gran lunga, a partire dal cast meno azzeccato di sempre. Eccezion fatta per le Caporali le coppie erano prive di qualsiasi appeal quando non antipatiche o addirittura inguardabili. Rispetto al passato è stata data pochissima importanza al contesto, se non per particolari marginali come le prove trite e ritrite con i cibi locali nauseabondi. Se l’intenzione degli autori era (forse) dare un taglio anticonvenzionale e alternativo, l’effetto è stato quello di “salotto radical chic di casa Costantino”, con le coppie di amicucci che facevano le cordelline per salvarsi a vicenda ed eliminare o quantomeno ostacolare i concorrenti più validi. Sulle Clubber stendo un velo pietoso, così come sul fatto che nella puntata finale è risultato del tutto incomprensibile la dinamica che le avrebbe portate ad arrivare prima delle Caporali. Occorre veramente aria nuova, per me.



12. Srich ha scritto:

16 novembre 2017 alle 21:19

Al di là della differenza di visione sulla stagione concordo che occorra aria nuova, purtroppo. A me Costantino piace sempre tantissimo come conduzione e sketch, ma gli ascolti dicono altro e il format ha la priorità sul conduttore.
Magari ci si può salvare tenendo Costantino e improntando un cast più popolare, ma il cambio di guida ci starebbe, magari in favore di un Passoni (se vogliono pescare tra gli ex) o una Cabello, per non allontanarsi troppo dal target di Pechino.



13. Giusi ha scritto:

17 novembre 2017 alle 12:40

Non concordo su nessun voto, in particolare il 4 a stasera casa Mika, per me un bel prodotto, fatto bene, una trasmissione che ne contiene molte altre, Mika un’ottimo conduttore, ma questo, su un blog di Andrea Maggio, che non ha mai nascosto il suo ribrezzo nei confronti di Mika, c’era da aspettarselo…..



14. Giusi ha scritto:

17 novembre 2017 alle 12:40

davide Maggio , e non Andrea, scusate…..



15. xxxxx ha scritto:

17 novembre 2017 alle 13:08

Pechinese: “non si capisce la dinamica che le ha portate a vincere”? Semplice, sono state più veloci.
Invece, secondo me, meno male che l’effetto è stato quello di “salotto radical chic di casa Costantino”, mi sono rotto le balle di vedere reality di cattivo gusto con i soliti personaggi del cavolo che fanno cose di dubbio gusto (coff coff GF VIP coff coff).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.