8
novembre

Pagelle TV della settimana (30-10/5-11/2017). Promossi Le Iene e Michelle Hunziker. Bocciati Top Chef e Cecilia Rodriguez

Francesco Monte e Cecilia

Francesco Monte e Cecilia Rodriguez

Promossi

9 all’inchiesta de Le Iene sul caso David Rossi, capo della Comunicazione di Monte dei Paschi di Siena morto in circostanze misteriose. Il lavoro dell’inviato Antonino Monteleone ha offerto una ricostruzione meticolosa che ha evidenziato i punti oscuri della vicenda portando la Procura di Genova all’apertura di due nuove indagini.

8 a Elettra Lamborghini. Non è l’esempio per i “vostri figli”, ma pazienza: l’ereditiera funziona, è sfrontata e audace, ha quella sicurezza, frutto forse della consapevolezza di avere le “spalle coperte” da una famiglia importante, che le consente di infischiarsene di tutto senza perdersi in quella ipocrisia imperante tra le giovani starlette.

7 a Michelle Hunziker. Ospite di Verissimo, la showgirl svizzera racconta gli anni più bui della sua vita. Senza lacrime o espressioni da tv del dolore, ma con stemperante lucidità, ha lanciato un messaggio chiaro contro le sette che ha raggiunto un vasto pubblico.

6 a Francesco Monte. Lasciato in diretta da Cecilia Rodriguez, l’ex tronista tarantino si fa apprezzare per l’aplomb mostrato, malgrado le mancanze di rispetto della sua ex compagna. Dal punto di vista televisivo, da segnalare gli oltre 4,5 milioni di spettatori che hanno seguito la sua intervista a Domenica Live. Un botto di visibilità che potrebbe portarlo dritto dritto sull’Isola dei Famosi.

Bocciati

5 a Top Chef 2. Ennesimo passo falso in casa Discovery: l’obiettivo dichiarato (e utopistico) del 3% è prevedibilmente rimasto un lontano miraggio. La gara culinaria non è riuscita a sfondare nemmeno stavolta e se è vero che la collocazione su una rete “in cerca d’autore” è penalizzante, è altrettanto vero che il rivale Masterchef ha dimostra come il contenitore, quando il contenuto è forte e ben lanciato, può esser messo in secondo piano. Una critica banalissima: ma si possono avere due giudici su tre che non parlano bene italiano?

4 alla puntata dello scorso sabato di TV Talk. Prima si dà spazio a Laura Boldrini per discutere di fake news, come se ci si trovasse in un programma di attualità visti i riferimenti televisivi quasi assenti (eppure di fake news televisive ce ne sono e il Presidente della Camera spesso è intervenuta su questione catodiche); poi c’è stata la “questione” Tú Sí Que Vales: un’agguerrita Mara Venier li accusa di essere stati scorretti per aver trasmesso soltanto lo spezzone del programma con una concorrente che suonava con i genitali (!); Bernardini prova a replicare in un primo momento salvo poi troncare la polemica. Se era comprensibile trasmettere quel filmato la settimana precedente, meno lo è stato commentare le immagini con frasi del tipo “come fanno ascolti” e riproporlo ancora una volta sette giorni dopo (peraltro in piena fascia protetta) riducendo un show di 4 ore a quell’esibizione di pochi minuti in onda a tarda notte. Il segreto di Tú Sí Que Vales, a parte il cast, è proprio la varietà di storie e momenti.

3 a Cecilia Rodriguez. Sostenuta incredibilmente (o forse prevedibilmente visto l’andazzo) da Signorini e Blasi, in quattro e quattr’otto la “sorella d’arte” dimentica il fidanzato, che fino a qualche giorno prima professava di amare alla follia, e, dopo i soliti piagnistei, non esita a buttarsi con passione e senza più nascondersi tra le braccia del nuovo amato, Ignazio Moser.

2 a Luigi Di Maio che prima propone il confronto a Matteo Renzi in diretta tv a DiMartedì e poi si tira indietro.

1 a Netflix per il caso Kevin Spacey. La piattaforma non esita a scaricare in fretta e furia Kevin Spacey a causa delle molestie (presunte) che sarebbero state perpetrate anche ai membri del cast. Ebbene, se il clima era davvero irrespirabile, dov’era Netflix in questi anni? Il problema, come spesso accade in casi simili, sembra che non sia legato alle molestie ma al fatto che si sappia delle molestie.



Articoli che potrebbero interessarti


Ilary Blasi e Daniele Bossari
Pagelle TV della settimana. Speciale Grande Fratello Vip


Ignazio Moser e Silvia Toffanin
Ignazio Moser a Verissimo: «Io non ho mancato di rispetto a nessuno». La Rodriguez racconta l’incontro con Monte


CECILIA RODRIGUEZ TOFFANIN
Cecilia Rodriguez a Verissimo: «Non penso di dover dare spiegazioni a Monte. É vergognoso il modo in cui sono stata attaccata»


GFVIP 2 - Cecilia Rodriguez
Grande Fratello Vip 2017, giorno 69. Cecilia: «Francesco Monte è più bello di Ignazio, è la perfezione»

7 Commenti dei lettori »

1. Luca ha scritto:

8 novembre 2017 alle 15:28

Cecilia Rodriguez ,secondo me,non merita nemmeno di essere votata
E’ talmente una nullità..
Non sa fare nulla e vive solo di luce riflessa dalla notorietà di Belen
Questa gente quando uscirà dal GF finirà nel dimenticatoio dei personaggi senza talento



2. soralella ha scritto:

8 novembre 2017 alle 15:57

TvTalk negli ultimi anni ha preso una deriva radical chic che non mi piace, perdendo a mio avviso quella freschezza che aveva nelle prime edizioni. Ancora meglio quando era il Grande Talk. Peccato perchè è comunque una trasmissione imprescindibile per gli amanti di tv.

All’aplomb di Francesco Monte avrei dato tre voti di più, alle scalmane della Rodriguez trenta di meno.



3. Nina ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:01

Come sempre, Mattia perfetto. Mi piace tantissimo la totale assenza di ipocrisia in ciò che scrivi. La motivazione del voto 1 è magistrale. Sempre su Kevin Spacey, è uscita la notizia che stava su una barca con 11 ragazzi, diciamo così, stewart! Ebbene, cari giornalisti, affari suoi.



4. Travis ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:13

D’accordo solo con l’1 a Netflix (e in generale a tutta questa storia assurda delle molestie).
TvTalk meriterebbe un voto basso ma solo perchè per la metà del tempo parlano più di attualità che di tv (con la scusa di come viene affrontato il caso della settimana dalla tv). Per il resto, Tu si che vale è indifendibile, niente scuse.
Top Chef è molto meglio di Masterchef, almeno non ci sono siparietti dei giudici presuntuosi, ma si vede che sono tutti veri professionisti.



5. Jair ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:56

Sottolineo il voto 1 che estenderei a tutta Hollywood: la sua gente sa il fatto suo a talento e capacità, ma è di una ipocrisia disgustosa quasi quanto le molestie che vengono rese note a decine ora, anche a decenni dall’avvenuto (non è per svilire il tema delicato, ma è evidente che c’è chi ci si è prestato ed ora cavalca la tempesta mediatica, anche in Italia). Predicano su tutti problemi del mondo da cui sono lontani nelle loro vite da milionari ed ora fanno i puritani e scandalizzati quando è evidente che certi usi e costumi di alcuni erano ben noti a tutti che voltano le spalle solo ora che le cose si sanno



6. nicola83 ha scritto:

8 novembre 2017 alle 19:46

Gli incredibili ascolti del GF Vip sono soprattutto merito di Cecilia Rodríguez, quindi darle un 3 è ipocrita.
Io le darei un 8… in fondo non ha ucciso nessuno. E questo moralismo di facciata che avete tutti lo trovo anacronistico.



7. soralella ha scritto:

8 novembre 2017 alle 20:23

nicola83 se la tua fidanzata andasse in prima serata su una rete ammiraglia a dichiarare il suo profondo ed eterno amore per te, e un quarto d’ora dopo facesse “i numeri” con un altro di fronte alle telecamere, tranquillo che farebbe gli stessi incredibili ascolti …. se lo chiami merito

immagino comunque che in tale evenienza tu approveresti, mica faresti del moralismo anacronistico vero?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.