18
ottobre

Il Nome della Rosa: nel 2018 il primo ciak della fiction Rai. Nel cast John Turturro e Rupert Everett

John Turturro

John Turturro

Il nome della rosa, celebre romanzo scritto da Umberto Eco, diventerà -come noto- una serie tv, coprodotta da Rai Fiction. Arrivano, ora, i dettagli sull’operazione direttamente dal Mipcom -il mercato mondiale di contenuti di intrattenimento- attualmente in corso a Cannes (dal 16 al 19 ottobre 2017). Nel ruolo di Guglielmo da Baskerville, il famoso monaco-detective a cui prestò il volto Sean Connery nella trasposizione cinematografica, ci sarà John Turturro, mentre Rupert Everett sarà il suo antagonista, Bernardo Gui.

Nei panni del giovane novizio Adso da Melk (nel film interpretato da Christian Slater), invece, troveremo Damian Hardung, una promessa del cinema tedesco, classe 1989, ma che può già vantare un curriculum di tutto rispetto. Dietro la macchina da presa ci sarà Giacomo Battiato e il primo ciak dovrebbe esser fissato a gennaio 2018, negli studi di Cinecittà. Il progetto viene da lontano: lo stesso Umberto Eco, scomparso all’inizio del 2016, era stato coinvolto nella stesura della sceneggiatura a cui hanno lavorato, a quattro mani, Andrea Porporati e Nigel Williams. La produzione è stata affidata alla 11 Marzo Film di Matteo Levi -che aveva già acquistato i relativi diritti- e alla Palomar di Carlo Degli Esposti per realizzare, in collaborazione con Rai Fiction, sei episodi, con un budget di 23 milioni di euro a disposizione. Dopo I Medici (di cui si sta girando la seconda stagione) e la serie tratta dal best seller di Elena Ferrante L’amica Geniale, Viale Mazzini si lancia così a pieno ritmo nella coproduzione internazionale.

E’ la prima volta che si realizza un adattamento televisivo dal noto romanzo, ambientato tra le mura di un monastero medievale. Nel 1986, Jean-Jacques Annaud lo trasformò in una pellicola, campione d’incassi al botteghino, con cui vinse, solo in Europa, due Bafta (i premi della British Academy), un César, cinque David di Donatello e tre Nastri d’argento. Inoltre, fino al 2001 ha conservato il record di film più visto di sempre sul piccolo schermo, in Italia, raccogliendo 14 milioni 672 mila spettatori nel 1988 su Rai 1 (superato poi dagli oltre 16 milioni de La vita è bella di Benigni).



Articoli che potrebbero interessarti


Logo RaiFiction
Fiction Rai 2017/2018: tutte le serie in onda nella prossima stagione


I Medici
Rai Fiction: i titoli che vedrete e le classifiche delle serie più seguite. Per il 2017 budget e serate ridotti


Il regista Saverio Costanzo
L’Amica Geniale di Elena Ferrante diventa una fiction HBO-Rai. Dirige Saverio Costanzo


the-night-of-
THE NIGHT OF: IL CRIME DIVENTA RACCONTO SOCIALE, NELLA SERIE HBO VOLUTA DA JAMES GANDOLFINI

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.