26
settembre

Striscia parte bene con Greggio e Iacchetti. Buona la prima per le nuove Veline

Striscia la Notizia

D’accordo, le risate registrate ed i tormentoni sono quelli di sempre. Da trent’anni esatti (mica bau bau micio micio). Ma stavolta non si dica che a Striscia la Notizia non cambia mai niente. In questa stagione, infatti, il tg satirico di Antonio Ricci si è presentato al pubblico con una novità assoluta: due veline che, finalmente, sanno ballare davvero. 

Al loro debutto sul bancone di Striscia, le nuove primedonne del Gabibbo, Shaila GattaMikaela Neaze Silva, hanno dimostrato di sapersi muovere con una certa disinvoltura e con la sicurezza di chi non è alla prima esperienza televisiva. Peccato solo che, per ora, le due showgirl non abbiano aperto bocca, se non nel messaggio promozionale che ha preceduto la trasmissione. Le osserveremo nel corso della stagione (non ci costerà fatica, trattandosi di avvenenti fanciulle) e vedremo se la prima e positiva impressione verrà confermata.

Quest’anno, rinunciando a sperimentazioni dall’esito incerto, il tg satirico di Canale5 è ripartito con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti alla conduzione. Parliamo di una coppia forte, rodatissima ed affiatata, alla quale si può muovere una sola critica: quella di avere un repertorio che si rinnova ormai con lentezza. E che, anzi, in alcuni casi si ripete con una certa prevedibilità.

Anche la stessa struttura della trasmissione è rimasta invariata, in un momento in cui – paradossalmente – persino i telegiornali seri si stanno ingegnando per rinnovarsi. A Striscia però qualcosa si è mosso dal punto di vista dei contenuti, e questo è già qualcosa. Ieri, infatti, il programma ha lanciato un’inchiesta sull’alimentazione e sulla qualità dei cibi, rifacendosi così ad un filone che sta riscuotendo interesse tra il pubblico tv. Poi, per tornare alla routine, il tg satirico ha sparato in onda l’ennesimo tapiro a Belen Rodriguez (stavolta per le imprese della sorella Cecilia al Grande Fratello Vip), che ormai non fa più notizia.

L’auspicio è che, almeno sul fronte degli argomenti affrontati, il programma metta sempre nuova carne al fuoco, magari ispirandosi all’attualità (come nel caso dei cibi, appunto), così da evitare che ogni puntata sembri un’eterna replica della precedente. Quel che finora è certo è che il tg satirico non intende sottrarsi alla sfida degli ascolti con I Soliti Ignoti: ieri sera la trasmissione è terminata alle 21.33 (la partenza del programma di prima serata era prevista alle 21.10), dopo il competitor. Striscia la furbizia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Greggio Hunziker
Michelle Hunziker torna a Striscia e poi direttamente a Sanremo


Vittorio Brumotti aggredito a Roma
Striscia la Notizia, Brumotti aggredito: «Spari e minacce di morte contro la troupe»


Ezio Greggio e Enzo Iacchetti
Striscia precisa: durata pressochè identica del tg di Ricci e I Soliti Ignoti


Striscia la Notizia, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti
Striscia la Notizia 2017/2018: i conduttori. Si riparte con Greggio e Iacchetti, tornano Scotti e Hunziker

5 Commenti dei lettori »

1. Mirko C ha scritto:

26 settembre 2017 alle 11:52

Assolutamente d’accordo, come ho scritto su altro post, la puntata mi è piaciuta ma è INGIUSTIFICABILE che Mediaset conceda a Ricci di sforare in questo modo pur di aumentare gli ascolti! Non ha senso continuare a mandare in onda promo con i quali si annuncia la partenza dei programmi di prima serata su Canale5 alle 21:10 quando non partono MAI prima delle 21:30, ieri sera addirittura alle 21:37!!!



2. Srich ha scritto:

26 settembre 2017 alle 12:00

Brutto come sempre. Umorismo scadente, servizi inconcludenti, lunghezza fastidiosa. Unico lampo l’inchiesta di Laudadio, molto interessante e utile in un programma così inspiegabilmente seguito.



3. RoXy ha scritto:

26 settembre 2017 alle 13:06

Una fetecchia di trasmissione, presentata da due vecchie ciabatte, due sepolcri imbiancati capeggiatti da un vecchio megalomane. Sono 10 anni che ho smesso di guardarla, e puntulamente, quando mi capita (raramente) di seguire uno show su C5, mi sintonizzo sempre dopo le 21:30 e se ci sono ancora, faccio zapping su altri canali finché Striscia l’Immondizia non finisce. Fate anche voi così, boicottateli, e vedrete che presto ce li togliamo dai piedi.



4. vicky ha scritto:

26 settembre 2017 alle 20:09

Le veline sono quasi carine e assolutamente banali.Dove le hanno scovate? impossibile dimenticare Canalis, Satta e Nargi.



5. boccafogli valentino ha scritto:

24 novembre 2017 alle 21:47

Strisia la notizia e’ troppo interessante per un personaggio come Enzo Iacchetti non capisco se lo scemo e’ di suo o glielo fanno fare , baciare le veline diventa bavoso squalifica la trasmissione , spero che Antonio Ricci se ne renda conto e gli faccia un copione diverso grazie
Valentino Boccafogli



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.