20
settembre

Pechino Express 2017, seconda puntata: nelle Filippine si piange

Pechino Express 2017 - Antonella Elia si commuove

Pechino Express 2017 - Antonella Elia si commuove

Pechino Express è sempre più un gioco di eccessi, stramberie e protagonismi. Ma è un format così forte da riuscire comunque ad emozionare, soprattutto adesso che l’avventura è tornata in Asia, mostrando al pubblico realtà difficili e popolazioni culturalmente lontane. Che nella seconda puntata hanno rappresentato il fiore all’occhiello del programma.

Se c’è una cosa che rende speciale il road game di Rai 2 è infatti la capacità di trasportare il pubblico altrove, di fargli conoscere una parte di mondo che diversamente non incontrerebbe mai. E aldilà dei paesaggi ciò che colpisce ed ha sempre colpito i viaggiatori di Pechino è l’ospitalità delle popolazioni locali, la generosità con cui accettano di aiutare degli sconosciuti e la capacità di condividere il poco che hanno con gli altri.

Questa bontà, questa verità, sconvolge sempre nella sua purezza e stavolta ha sconvolto gran parte dei concorrenti che, messi da parte la gara e i propri preconcetti, si sono commossi dinanzi a quella solidarietà confortante, finendo per scoppiare a piangere e sfogare così la tensione e le forti emozioni. Il pubblico si è imbattuto nelle lacrime di Guglielmo Scilla, Cristina Egger, Eugenia Costantini, Michele Lamanna e soprattutto Antonella Elia, molto toccata dalla festa di compleanno improvvisata nelle favelas per un bambino.

Ma c’è stato anche chi, come Alessandro Egger, ha pianto per la rabbia di essere superato nella gara e, dinanzi all’inevitabile eliminazione sua e della madre, ha reagito con estrema rabbia, giurando alla genitrice che con lei non parlerà mai più finchè non scenderà dal piedistallo per tornare sulla terra insieme a tutti i comuni mortali (qui tutto sul loro exploit nella prima puntata).

In pieno dramma, tuttavia, c’è stata anche chi ha trovato il tempo per un breve momento piccante. Si tratta sempre di lei, della Elia, che è riuscita a farsi regalare un gelato e, dopo averne offerto un po’ ad Olfo Bosè, se lo è ripreso con un incontro ravvicinato di lingue che nei fatti è sembrato più che altro un fugace bacio appassionato…

Pechino Express 2017: resoconto della seconda puntata

Vincitori Prova Vantaggio: gli Amici, che guadagnano una posizione in classifica
Vincitori di Tappa: le Clubber
Ultimi arrivati nella tappa: i Maschi e gli Egger
Eliminati: gli Egger



Articoli che potrebbero interessarti


Pechino Express 2017
Pechino Express 2017: l’uovo della verità


Platinette - Luis Armstrong
Tale e Quale Show 2017: Federico Angelucci vince la seconda puntata – Classifica e foto


Pechino Express
Pechino Express e il compiacimento della nicchia


Antonella Elia
Pechino Express 2017, Antonella Elia contro Achille Lauro: «Io faccio televisione da trent’anni, tu sei nato ieri e forse sparisci domani»

4 Commenti dei lettori »

1. xxxxx ha scritto:

20 settembre 2017 alle 09:38

Costantino su una cosa aveva ragione: rispetto alla scorsa edizione, il montaggio è migliorato molto, o, meglio, è tornato al livello della terza stagione. Queste due puntate, sono state molto ben raccontate, fornendoci uno spaccato molto chiaro, realistico e per alcuni versi straziante della realtà della popolazione di Manila, mostrando tutte le contraddizioni che città come queste purtroppo posseggono. Inoltre, trovo interessanti e ben fatte anche le inquadrature alle location e i siparietti di Costantino, soprattutto perché ambientati in luoghi molto particolari (tipo la casa-cimitero o il parco a tema religioso).
E’ gestito molto bene anche il cast: ammetto, che ci sono stati cast migliori, ma quelle poche dinamiche che si vengono a creare tra i concorrenti sono perlomeno raccontate in modo intelligente e credibile, e non danno adito alle perplessità avute negli ultimi due anni (tipo i Coniugi, le Persiane e gli Espatriati odiati da tutti senza un minimo di pregresso, alcune perplessità riguardo al percorso di gara degli Spostati l’anno scorso e vari concorrenti che inspiegabilmente cambiano opinione nei confronti degli avversari). In questa edizione, perlomeno, anche la benché minima minchiata trova una giustificazione, e questo per un reality del genere è importantissimo.
Inoltre, ho apprezzato molto l’eliminazione degli Egger, in quanto meritata e credibile. Finalmente hanno smesso di continuare a salvare immeritatamente i fenomeni da baraccone di turno.



2. Nina ha scritto:

20 settembre 2017 alle 11:44

Io invece vado sempre controcorrente, e mi dispiace per l’eliminazione degli Egger. Trovo antipaticissimi ed insignificanti gli Amici. Adoro Amargo, con i bambini mi ha ricordato i due simpaticissimi coinquilini. Il resto abbastanza impalpabile a parte la semplicità e l’autoironia dei maschi.



3. RoXy ha scritto:

20 settembre 2017 alle 12:05

Anche a me dispiace dell’eliminazione degli Egger, sebbene meritata in quanto la signora era molto anarchica verso i meccanismi del gioco.
Ad ogni modo credo che Alessandro possa essere un ottimo concorrente di reality tipo l’Isola, chissà…



4. Nina ha scritto:

20 settembre 2017 alle 12:12

A proposito, Alice che cos’è? Una beauty blogger? E di beauty cosa avrebbe?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.