8
giugno

Bill Cosby, al via il processo per violenza sessuale. L’attore va dai giudici con Rudy de «I Robinson»

Bill Cosby, Keshia Knight Pulliam

Il papà de I Robinson rischia la galera. E l’infamia. E’ iniziato in Pennsylvania il processo nei confronti di Bill Cosby, l’attore afroamericano protagonista di una delle sitcom più amate dal pubblico, anche in Italia. Lui, che per decenni ha rappresentato il volto buono dell’America multirazziale, si trova ora – all’età di 79 anni – a dover rispondere della turpe accusa di stupro e abusi sessuali. Contro di lui ci sono le testimonianze di decine di donne.

La triste vicenda prese il via nel 2004, quando diverse donne denunciarono pubblicamente di aver subito prevaricazioni da parte dell’attore. Ma molti di quei casi non sono arrivati a processo perché caduti in prescrizione, visto che sarebbero stati commessi negli anni ‘70. A trascinare Bill Cosby davanti ai giudici è stata invece l’ex cestista canadese Andrea Constand, che ha denunciato di essere stata drogata e violentata nel 2004.

Sarà lei la testimone chiave del processo che dovrebbe durare due settimane e che potrebbe concludersi con una condanna dell’attore, il quale rischia fino a dieci anni di carcere oltre ad una multa da 25mila dollari. Cosby sarà giudicato da sette uomini e cinque donne. Due le persone di colore tra i dodici giurati. Il caso giudiziario in questione era stato già affrontato anni fa e si era concluso con una transazione in sede civile dal momento che le accuse furono ritenute inconsistenti da parte del procuratore di allora. Ma quella appena iniziata è un’altra partita: una resa dei conti rispetto alla quale gli avvocati dell’accusa intendono dare battaglia.

Cosby non testimonierà al processo ma si limiterà a confermare la sua deposizione nella causa civile, quando al processo ammise un rapporto sessuale consenziente. L’attore, ormai settantanovenne e quasi cieco, si è presentato alla prima udienza accompagnato dalla collega Keshia Knight Pulliam, che nel telefilm I Robinson interpretava Rudy, la piccola di casa. E anche l’attrice, Phylicia Rashad, moglie di Bill nella popolare sitcom, si è schierata dalla parte di Cosby.

Decine di donne che si sono messe ad accusare tutte insieme: qualcuno le ha spinte a farlo per distruggere un attore afroamericano con un’immagine positiva e con una positiva influenza culturale

ha affermato l’attrice, ipotizzando una sorta di complotto contro il collega. Ma al di là della sentenza dei giudici, la carriera d’oro di Bill Cosby sembra ormai irrimediabilmente segnata da questa vicenda: già nel 2015 – prima ancora che si arrivasse all’incriminazione formale di oggi – la Disney aveva tolto la statua dell’attore dai suoi studios di Orlando, in Florida, e la Nbc aveva cancellato la nuova sitcom da lui interpretata.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Bill Cosby
BILL COSBY ACCUSATO DI MOLESTIE SESSUALI: NBC CANCELLA NUOVA SITCOM, DISNEY RIMUOVE STATUA DAGLI STUDIOS, NETFLIX…


Vite Segrete di Mogli (im)perfette
Quante donne violente in una tv che condanna la violenza sulle donne. Ecco cosa trasmettono TV8, Nove e Real Time


Pippo Baudo
PIPPO BAUDO A PROCESSO: HA DATO DEL MIGNOTTONE ALLA “DAMA BIANCA”


Claudia Mori e Adriano Celentano
ADRIANO CELENTANO E CLAUDIA MORI: IN CANTIERE UNA FICTION CONTRO LA DISCRIMINAZIONE SESSUALE

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.