1
giugno

Dalla Vostra Parte: Santanchè presa a sassate in diretta alla Stazione Termini

Daniela Santanchè, Dalla Vostra Parte

Lancio di pietre contro Daniela Santanchè. E’ accaduto nella serata di ieri in diretta su Rete4. La deputata di Forza Italia si trovava in collegamento dalla stazione Termini di Roma come inviata speciale del programma Dalla vostra parte, quando è stata aggredita da alcuni immigrati che bivaccavano nella zona. Una persona è stata subito fermata da alcuni agenti della Polizia intervenuti per ristabilire l’ordine.

La Santanché si trovava vicino all’ingresso della stazione ferroviaria romana per documentare la presenza di senzatetto e migranti anche nelle ore notturne. Ad un tratto, alcuni individui – forse innervositi dalla presenza delle telecamere – hanno estratto delle pietre e hanno iniziato a scagliarle contro la deputata forzista, che si è scansata rimanendo così illesa.

La cosa più pazzesca è che loro sono organizzati, perché queste pietre le nascondono negli angoli, sotto i cartoni, nelle borse di plastica. Non sapevano che saremmo venuti stasera, quindi è il loro modo di fare (…) Se non fosse arrivata la polizia, non sarebbe stato possibile difenderci

ha dichiarato la Santanchè in diretta. Protetta dalla polizia, l’esponente di Forza Italia è rimasta sul posto fino al termine della trasmissione e ha continuato a discutere animatamente con alcuni migranti. E’ andata invece meglio al deputato Pd Stefano Esposito che, analogamente alla collega parlamentare, era stato inviato da Rete4 alla stazione Tiburtina: l’esponente dem, infatti, ha trovato una situazione più tranquilla.

La sera precedente, però, proprio alla stazione Tiburtina, l’inviato di Dalla Vostra Parte Alessio Fusco era stato assalito da alcuni individui che lo avevano colpito alla testa e costretto ad un ricovero in ospedale. Una sorte analoga a quella dei colleghi di Matrix (qui il video) e Quinta Colonna (qui il video), che di recente hanno subito aggressioni in diretta.



Articoli che potrebbero interessarti


Dalla vostra parte
Dalla Vostra Parte: inviato aggredito in diretta alla stazione Tiburtina


Vittorio Brumotti aggredito a Roma
Striscia la Notizia, Brumotti aggredito: «Spari e minacce di morte contro la troupe»


Daniele Piervincenzi, Nemo
Nemo, il giornalista aggredito: «Non sono un eroe»


Nemo, aggredito l'inviato Daniele Piervincenzi
Roberto Spada aggredisce l’inviato di Nemo: violenza improvvisa, setto nasale rotto – Video

55 Commenti dei lettori »

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

1. Vendicatore solitario ha scritto:

1 giugno 2017 alle 02:16

Infatti ogni volta che passo per la stazione Termini vengo PUNTUALMENTE preso a sassate dai passanti, in particolare dai “clandestini”! :) Evidentemente devono averla riconosciuta! Chi semina vento …



2. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 10:10

Quando per anni costruisci la tua reputazione sull’istigazione all’odio, sull’uso smodato di urla e epiteti ingiuriosi verso tutto e tutti il minimo che ti possa capitare (se è vero e non, come credo, una messa in scena) è di essere presa a sassate.



3. giacomo bartoluccio ha scritto:

1 giugno 2017 alle 11:01

la prossima volta cosa si inventano? La Mussolini inseguita da una massaggiatrice cinese o l’invasione dei plutoniani a villa borghese?
Certi momenti sono più interessanti le storie “pettinate” di Forum



4. RoXy ha scritto:

1 giugno 2017 alle 11:22

@SimonDubber: a Travaglio allora cosa dovrebbero fare, che ha rivendicato il diritto ad odiare i politici. E non parliamo poi di epiteti ingiuriosi di cui il suo quotidiano è stracolmo. Ma chissà perché se si toccano certi personaggi protetti dall’intellighenzia di sinistra si salta sulle sedie e si invocano editti bulgari, girotondi e quant’altro…



5. Nia ha scritto:

1 giugno 2017 alle 12:59

Mah, ripetete sempre la solita litania del “diffondere odio” ma non sapete spiegare cosa vuol dire.



6. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 13:35

@Roxy e’ talmente qualunquista e poraccia che mi ha attaccato parlando di Travaglio quando lei non sa minimamente la mia posizione nei confronti del tizio in questione. PORACCIA!
@Nina
“Diffondere odio” è quello che fanno Mussolini, Santanche’, Belpietro e compagnia danzante da piu di una decina di anni… e adesso ne pagano, giustamente, le conseguenza (ma stia tranquilla, che quella in questione probabilmente è tutta una messinscena). Se poi non ne capisce il significato esistono degli ottimi libri chiamati “dizionari”. Ne faccia uso, Capra!



7. T87 ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:01

Oh ma vigliacca se qualcuno dice se il degrado che fanno vedere lì c’è davvero oppure è una FEICNIUS come va di moda dire adesso.



8. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:14

SimonDubber: non hai risposto ovviamente, ma è solo la ripetizione della litania di sinistra. Manca solo “è colpa del governo Berlusconi e della Lega” e siamo posto. Squallore l’insulto. Pensare che gente così ignorante e insipiente vota.



9. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:19

Lei ha chiesto il significato di alcune parole. Io le ho risposto che Basta cercarle sul dizionario, cosa che evidentemente non e’ abituata/o a fare. Oltre il dizionario la motivazione e’ lapalissiana (vuole il significato di lapalissiano?) Ma piacendole Berlusconi, a quanto si intuisce, capisco che e’ assolutamente giustificata nel non usare certi strumenti. Vada a Termini, magari qualche pietrata finta la prende anche lei e può fare la vittima su rete 4 seguita da 42 sfigati di 73 anni.



10. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:21

No, no ho chiesto il significato di alcune parole, ma di spiegare esattamente cosa fa una persona che diffonde odio. Meglio 42 sfigati di 73 che magari possiedono molta più intelligenza del solito odiatore sfigato veramente da tastiera.



11. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:25

Di sicuro c’è una cosa che la cultura sin…onza ha molti seguaci odiatori i quali non sapendo perchè odiano si giustificano dicendo che sono gli altri a diffonderlo.



12. RoXy ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:27

@SimonDubber: se usassi i suoi stessi parametri, dovrei dire che lei, vista la sua violenza verbale e la propensione ad utilizzare insulti, meriterebbe di essere lapidato. Ma non lo faccio. Per me è già molto averle risposto, normalmente ignoro messaggi dal contenuto rozzo e poco intelligente come il suo.



13. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:30

Questa è la Roxy che adoro. Bravissima ti abbraccio. Ma sai cerca di capirlo, quando li metti davanti alla loro realtà, alla loro totale insignificanza un po’ di risentimento ci sta.



14. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:31

@Nina
Mi lasci capire… Io ho espresso un’opinione, buona o cattiva che sia… Lei ha attaccato a testa bassa generalizzando con un “voi”, con uno “sinistr..nzi” con un “ignorante” quando non abbiamo nemmeno preso un caffe’ insieme…e io sarei l’odiatore da tastiera? Meraviglioso teatrino. Lei evidentemente non ha capito il senso della mia risposta alla sua domanda. Altrimenti avrebbe tutto chiarissimo. Ma va bene così.



15. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:35

Dire a qualcuno che e’ qualunquista dopo che a un commento di qualcuno che non conosce risponde con una filippica senza senso su Travaglio, dando per scontato che l’altro ne sia fan e’ un insulto? No. Si tratta semplicemente di registrare l’amara realtà. Buona giornata e prendete dello zucchero la mattina che se vi fate venire il fegato così gonfio per uno che esprime un’opinione su qualcuno che non conoscete chissà che succede se parlano di un vostro familiare.



16. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:36

Guardi che è lei che attaccato per primo dandomi della “Capra”. Mentre l’ignorante è lei che non sa nemmeno spiegare quello di cui si riempie la bocca.



17. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:37

Veramente è lei caro Dubber che è apparso molto agitato con parole maiuscole ed insulti.



18. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:39

Ma poi, mi scusi Dubber, non solo non sa spiegare quello che scrive, ma non sa quello che scrive e non sa quello che legge. Perchè partecipa?



19. T87 ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:40

E nessuno che ha risposto a quello che ho chiesto nel sesto commento. Tra qui e quell’altra discussione su Alessio Fusco con quel fenomeno di “Sabato” siamo messi proprio bene…



20. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:44

T87, sono la generazione password. Che ci vuoi fare.



21. xxxxx ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:54

Questi elementi fanno programmi vergognosamente populisti e seminano odio da anni, ma la violenza è sempre sbagliata, in qualunque contesto. Se fosse vero quanto abbiamo visto, sarebbe una cosa vergognosa.



22. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 14:56

xxxx: grazie della concessione. Fiuuuu! Ok ragazzi, va bene far propaganda sinistra, ma, diventare delle macchiette anche no, eh!



23. SimonDubber ha scritto:

1 giugno 2017 alle 15:01

@Nina
Per come sta rispondendo anche agli altri e vedo nei commenti la perdoniamo solo perché e’ evidentemente in periodo pre mestruale



24. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 15:08

Grazie Dubber, non farò certo la Boldry della situazione, anche se ciò che mi ha detto ha dei risvolti dolorosi per via di una malattia, accusandola di commento sessista. Al massimo la prenderò come l’ennesima idiozia sfuggita dalla tastiera.



25. xxxxx ha scritto:

1 giugno 2017 alle 15:10

Nina: non è una concessione che ti ho fatto, è la mia sincera opinione sull’accaduto.



26. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 15:13

oddio, altro che sindrome premestruale, mi fate venire il latte alle ginocchia. xxxx: ovvio che non hai fatto una concessione A ME. E’ modo di dire.



27. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 16:17

Vediamo se riesco a spiegarmi meglio. In quella stessa trasmissione c’è sempre un deputato di nome Librandi che dice delle cose assurde una volta lui mancò gravemente di rispetto ad un signore che aveva sparato ad un ladro per difendere la propria moglie e la propria bambina di 9 anni. Lo chiamò “pistolero” o qualcosa del genere per irriderlo. Questo signore è legittimato a prendere Librandi a sassate?



28. T87 ha scritto:

1 giugno 2017 alle 16:22

Vabbeh ma Librandi è un altro fenomeno, uno che vive nel mondo fatato dove i rutti sono peti e i peti sono rutti.



29. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 16:29

Ho capito, ma non possiamo far passare questa storia, che tra l’altro non è nemmeno chiara, del “diffondere odio” come legittimazione di ogni porcheria. O sbaglio?



30. T87 ha scritto:

1 giugno 2017 alle 16:36

Ma poi che razza di “diffondere odio” è se sono loro che menano noi lol, manco ci fossero degli squadristi di Forza Nuova che girano per le città a manganellare gli immigrati.



31. Sabato ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:02

Ho guardato con attenzione il video dell’aggressione (lo trovate su YouTube col titolo “Daniela Santanchè aggredita in diretta tv alla stazione Termini a Roma”, pubblicato da Blitz Tv).
Ho notato alcuni dettagli passati inosservati ai più:
1) subito dopo l’aggressione ed il fermo del responsabile da parte dei 3 agenti, la Santanchè spiega quanto avvenuto a Belpietro: “ci hanno tirato le pietre”, “guardi che pietre che ci hanno tirato”, “hanno cominciato a prendere queste pietre e tirarle”… parlando sempre al plurale. Considerando che gli agenti hanno fermato una sola persona (da assicurare alla Giustizia!), perché la Santanchè parla al plurale? Altre persone hanno partecipato all’aggressione? Credo di no, altrimenti la Santanchè lo avrebbe giustamente segnalato agli agenti, invece di riprendere il collegamento rassicurata dall’arresto del primo ed un unico responsabile… L’impressione è che volesse far passare (in un’ottica propagandistica) il messaggio tanto caro ai programmetti di Rete4: gli immigrati (tutti!) ci vogliono fare del male. C’erano più immigrati in stazione? Bene, tutti colpevoli in quanto immigrati!
2) al termine del video (minuto 1:46), un ragazzo di colore si avvicina alla Santanchè scuotendo il dito indice in segno di disapprovazione (impossibile dal video capire a cosa si riferisse) e subito la Santanchè lo attacca urlando “Tu sei un delinquente!”. Ancora una volta mi chiedo: colpevole in quanto nero?
3) al minuto 1:49, vengono inquadrati (per errore?) due uomini, apparentemente due guardie del corpo. Realizzando di essere inquadrati dalla telecamera, forse allertati da qualcuno, sfuggono dalla ripresa. Mi chiedo: se sul posto erano presenti uomini addetti alla sicurezza della Santanchè, com’è possibile che una persona sia riuscita ad aggredirla con un lancio di pietre?
Conclusione: non me la sento, come nei casi precedenti, di affermare che l’aggressione sia montata ad arte, ma i dettagli che ho riportato rendono il quadro – ancora una volta – poco chiaro. In attesa di eventuali elementi chiarificatori, esprimo solidarietà alla Santanchè e a tutte le persone coinvolte in questa aggressione e mi rallegro del fatto che le pietre non abbiano colpito nessuno: la violenza va sempre condannata! Allo stesso tempo, non posso nascondere la mia perplessità circa l’autenticità dell’aggressione: la mia diffidenza nasce soprattutto dal fatto che il programma non gode di una buona reputazione, reputazione di cui non sono di certo responsabile io, né la Sinistra o chiunque altro se non il programma stesso. I titoli sensazionalistici, la scelta “leghista” degli ospiti e dei temi trattati in puntata ed il racconto che porta sempre alla stessa conclusione (gli immigrati ci vogliono fare del male), per quanto mi riguarda, sono incommentabili! E’ puro populismo, fine a propaganda politica l’informazione non c’entra nulla.



32. T87 ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:25

Se la scelta degli ospiti fosse veramente “leghista” non inviterebbero più i cosiddetti “mediatori culturali” e neppure Librandi, uno che una volta disse a un anziano vittima di furto in casa “sei leghista quindi la tua opinione non conta nulla”.



33. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:35

Caro T87. hai perfettamente ragione. Il contraddittorio c’è, peccato che gli argomenti degli uni (i sinistri) siano sempre smentiti dei fatti. Immagino che questo bruci un po’. Altrimenti non riesco a capire l’acredine. Per quanto riguarda Librandi, io e te, abbiamo esattamente spiegato ciò che dice di sbagliato. Magari, se gli altri ritenessero di fare altrettanto, esemplificando ciò che vuol dire “diffondere odio”, ringrazierei. Inoltre trovo davvero autosqualificante giustificare certi gesti per ciò che dice un politico. Insomma, con tutte quelle che dicono alcuni, come mai il popolo di centrodestra non reagisce mai, come quello di sinistra?



34. Sabato ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:38

T87, appunto! E’ una scelta “leghista”, nel senso che il racconto fa emergere come positivi i protagonisti leghisti (o simili, in termini di “ideali”) e come negativi tutti gli ospiti che appartengono alla parte politica opposta. Buona serata
PS: mi scuso per la lunghezza del mio messaggio precedente, ma ho voluto esprimere il mio punto di vista in maniera completa e – spero – chiara!



35. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:44

Sabato: non è il racconto, sono i fatti che determinano questa situazione. Lasciando perdere Librandi, prendiamo le renzine che recitano la stessa litania, Esposito che accidenti poverino e potrei continuare con il racconto. Poi abbiamo quei fenomeni tipo Mundungay, Karabue ecc. ecc., come fanno questi qua ad apparire “positivi”?



36. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 17:48

PS: hai approfondito la parola “populismo” prima di usarla?



37. Nina ha scritto:

1 giugno 2017 alle 18:10

Quasi si potrebbe pensare di pitturarsi la faccia di nero e mettersi tirare sampietrini a chiunque usi termini come quelli di Sabato e Dubber.

Ps: trovo davvero esilarante, ma d’altronde ricordiamo che Sabato era stato altrettanto delicato con Brigitte (la professoressa e l’alunno, sembra un B-movie degli anni 70) questo: 2) al termine del video (minuto 1:46), un ragazzo di colore si avvicina alla Santanchè scuotendo il dito indice in segno di disapprovazione (impossibile dal video capire a cosa si riferisse) e subito la Santanchè lo attacca urlando “Tu sei un delinquente!”. Ancora una volta mi chiedo: colpevole in quanto nero?



38. Srich ha scritto:

1 giugno 2017 alle 22:50

37 commenti e io ancora niente, CHE VERGOGNA.
Nina, ammetti che ti sono mancato.

Cose sparse.
Ieri ero incollato davanti alla tv, ormai è uno show a tutto tondo questa trasmissione. Segnalo l’intervista alla stazione di Milano a un ragazzo spiritato/fatto che ha ammesso di vendere erba. Probabilmente non era presentissimo con la testa, ma ha raggiunto dei falsetti che mi hanno toccato il cuore. Mi spiace solo che col filone aggressioni abbiano abbandonato le ospitate random. Dopo la Contessa de Blanck con la pistola speravo in una Patrizia Rossetti coi bazooka o una Wilma de Angelis col carro armato in salotto.

Liprandi è totalmente scollato con la realtà, Belpietro lo odia, ma serve a far fare bella figura agli altri. È il motivo per cui vediamo così spesso in tv anche Gasparri. I mediatori servono solo a sbottare e dire quanto gli italiani siano stronzi e razzisti, cosicchè gli italiani possano diventare ancora più stronzi e razzisti verso questi ingrati. Io capisco che il messaggio di fondo della trasmissione (la colpa del triste degrado italiano è tutta degli immigrati e solo la destra può salvarci) vi piaccia e vi faccia trovare che sia una trasmissione veritiera e non faziosa, ma se non cogliete che il racconto quotidiano voglia essere questo non so che dirvi.

Per la definizione di diffondere odio basta guardare la presentazione dell’ambiente della Santanchè. Non ho il video a portata di mano e quindi non è un virgolettato, ma ricordo cose tipo Qui non ci sono italiani, ci sono solo delinquenti. Si sa che se sei nero e vicino alla stazione al tramonto non puoi essere povero, ma solo delinquente. Solo gli italiani hanno la statura morale per essere clochard.
Anche associare spesso omosessualità e pedofilia o essere di sinistra ed essere comunisti eversivi è diffondere odio, per fare altri esempi. Dire palle per far odiare una categoria è diffondere odio, punto.

Genialata far andare i politici nelle stazioni, solo che stavolta i delinquenti si erano spostati tutti a Termini, mentre a Tiburtina si poteva sfilare indisturbati anche ingioiellati come madonne, mannaggiallamiseria le coincidenze. Per continuare sul filone complottomassonilobbygayattentatoridibelpietro è sacrosanto che la Santanchè avesse delle guardie del corpo (già tanto che sia andata a respirare povertà, doveva andarci pure senza protezione?), mi ha fatto strano che stessero a qualche passo di distanza. Se i delinquenti (cit.) avessero avuto cattive intenzioni hai voglia a darle un cazzottone prima che potessero intervenire. Fortuna che è andata bene, va.



39. T87 ha scritto:

2 giugno 2017 alle 02:33

adesso per colpa di Srich non riesco a togliermi dalla testa l’immagine della de Angelis col carroarmato in casa. magari anche con l’elmetto stile guerra del Vietnam “Born to Kill”…

quando c’era Marcato almeno due risate si facevano, prendeva per i fondelli cose tipo i gessetti colorati post-attentati ISIS, indimenticabili i battibecchi con la Castaldini e Librandi, oltre che i mediatori culturali. “gli unicorni” ahahah



40. Nina ha scritto:

2 giugno 2017 alle 12:56

Si potrebbe replicare punto su punto, ma diventerebbe tedioso. Due sole cose: 1. l’inconsistenza delle vs. argomentazione è confermata dai fatti, sono talmente incapaci ad istigare odio, che quelli che dovrebbero essere istigati non torcono neanche un capello a quelli che dovrebbero odiare 2. gli italiani sono stronzi e razzisti, questa è una balla bella e buona, quindi di che stiamo parlando?



41. Nina ha scritto:

2 giugno 2017 alle 13:18

Tanto per cambiare anche oggi un direttore di giornale si può togliere tanti sassolini dalle scarpe, visto che aveva ragione lui ma!!!! i conformisti, buonisti, dessinistra, quelli intellettualmente elevati, compreso Saviano in Tv, con la ola del pubblico culturalmente elevato, li accusavano di essere la “macchina del fango”. Attendo sempre fiduciosa, che sarà lo stesso per “diffondere odio”.



42. Srich ha scritto:

2 giugno 2017 alle 20:50

T87 mi piace immaginarla nascosta tra le fronde di un ficus seduta sul suo Global Relax mimetico a fare la guardia ai centrini d’epoca <3

Nina 20 post a dissertare su un'imitazione non andata ancora in onda e mò ti preoccupa essere tediosa per rispondere a un post? Gli italiani stronzi e razzisti era inteso dal punto di vista dei mediatori e del racconto, sull'istigazione all'odio quello che hai detto è talmente labile che chetelodicoafare. Come funziona, se domani un italiano va a fare una strage in un centro accoglienza ho ragione io sennò hai ragione tu? Intanto diffondono palle e fanno montare l'odio (fermo restando che il degrado esiste, è innegabile ed è necessario porre rimedio. Ma seriamente, non facendo gli eroi della gente nell'attesa tra uno stipendio e l'altro), che poi fortunatamente spesso si fermi al web perchè non sono capaci di mobilitare le folle c'è solo da rallegrarsi.

L'ultimo post non l'ho capito, ma si è accesa la solita spia lampeggiante con scritto Ossessione.



43. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 09:46

La presunzione fa scrivere molte sciocchezze anche alla persona più intelligente, figuriamoci a quelle normalmente dotate. Il lapsus freudiano con cui chiudi comunque è molto esemplificativo di come etichetti le cose. Ovviamente non è vero che ho parlato di un’imitazione non fatta, ma si parlava di altro. Sempre ovviamente, continui con quel “montare odio” che io non ho ancora visto, ma ho visto persone semplicemente preoccupate. Se poi uno non le deve dire queste cose per quieto vivere, fai lo schiavo e stai contento.



44. Sabato ha scritto:

3 giugno 2017 alle 10:36

Srich, leggo solo ora i tuoi messaggi: tu non puoi vedermi, ma immaginami in piedi, impegnato in uno scrosciante applauso! Sono d’accordo con te su tutto. In particolare mi hanno “emozionato” i seguenti passaggi:
- “Liprandi serve a far fare bella figura agli altri” ed “i mediatori servono solo a sbottare cosicché gli italiani possano diventare ancora più stronzi e razzisti verso questi ingrati”: proprio così! Sono ospiti funzionali al racconto, attori dello spettacolo fazioso messo in scena ogni sera su Rete4
- “il messaggio di fondo della trasmissione è: la colpa del triste degrado italiano è tutta degli immigrati e solo la destra può salvarci”: già… ed è così evidente! Eppure qualcuno definisce i programmetti di Rete4 “esempi di grande giornalismo”
- “strano che le guardie del corpo della Santanchè stessero a qualche passo di distanza”: questo punto e tutti gli altri elencati da me nel commento 31 dovrebbero quanto meno lasciare perplessi, ma a quanto pare sono dettagli che notiamo solo noi
- “Nina, 20 post a dissertare su un’imitazione non andata ancora in onda e mò ti preoccupa essere tediosa?! Si è accesa la solita spia lampeggiante con scritto Ossessione”. Quanto alla discussione con Nina, ti invito a lasciar perdere: è fiato sprecato! Le abbiamo fornito riflessioni lucide e fatti puntuali e verificabili, ma è un muro di gomma! Non le interessa smentire punto per punto le nostre osservazioni e le nostre perplessità, preferisce non vedere come stanno realmente le cose perché la sua visione del mondo è retta da fondamenta fatte di menzogne e, se aprisse gli occhi, crollerebbe tutto. L’ossessione è rassicurante. Vive nella schiavitù e dà dello “schiavo” a chi analizza la realtà con lucidità e spirito critico -
anziché commentare a suon di slogan e pseudo-convinzioni inculcate da qualcuno che ha interessi politici – in un vado ed illusorio tentativo di darsi un tono.



45. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 10:46

Ma per piacere fenomeno, io ho l’ossessione? Sono io che ripeto slogan? Ma cosa dici? Dimmi uno “slogan” che ho usato io, visto che io cito il vostro “diffondere odio”. Poi quali sarebbero le mie convinzioni? Ma ti rendi conto dell’immagine macchietta che stai dando quando sei tu che costruisci una realtà fittizia e di comodo?



46. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 10:47

Riflessioni lucide, fatti puntuali, ma dove?



47. Srich ha scritto:

3 giugno 2017 alle 12:58

Sabato, in realtà mi diverte parlare con Nina (e anche un po’ provocarla). Anche per una questione statistica, per vedere se è possibile che la pensiamo diversamente su tutto il possibile. E poi sa scrivere, che è raro da quelle parti politiche *boom*

Nina, comunque non ti risparmi in slogan tra l’invettiva contro i buonisti (il nuovo spauracchio della ggente, stanno cancellando i comunisti), la citazione a Saviano, la storia che gli altri sono schiavi. Persino la parola Fenomeno è tanto cara a qualcuno in particolare.
E non riprendo il discorso dell’imitazione perchè sai com’è andata, però sono curioso. Se non è diffondere odio come lo chiami arrivare in stazione e dire che vedi solo delinquenti e far passare l’associazione persona di colore-delinquente?



48. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 13:27

Caro “sinistro”, scherzo ovviamente, caro Srich ora non ho gran tempo, ma ti replicherò più avanti, ma una cosa l’hai toppata completamente: IO scrivo malissimo al limite c’è un po’ di sostanza. Dalle mie parte c’è chi scrive bene, c’è eccome si vede che non leggi i blog del corriere e quelli del giornale.



49. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 15:00

Eccomi qua: 1: in quel messaggio ci stava bene lo slogan, tanto per prenderli in giro. 2. Perchè non si può citare Saviano? Perchè visto che non sai di cosa stavo parlando? 3. Fenomeno, lo dicono tanti, persino Librandi pensa un po’.4. l’imitazione non so come è andata a finire, comunque non era ciò di cui avevo parlato con Sabato.



50. Nina ha scritto:

3 giugno 2017 alle 15:04

Non ho risposto all’ultimo appunto che è il più importante. Vedi, quando io ho cominciato a chiedere cosa intendete per diffondere odio, il risultato è stato: risposte isteriche. In realtà volevo farvi riflettere che dire questa cosa equivale a tutto e a niente. Per me ad esempio dire che quelli che bivaccano fuori dalla stazione, nullafacenti, sporcaccioni, senza lavoro, sono delinquenti, equivale ad esagerare magari, ma non a “diffondere odio” Inoltre questo “diffondere odio” lo si potrebbe applicare anche all’altra parte che per anni ha imperversato con la sua morale da strapazzo.



RSS feed per i commenti di questo post

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.