12
maggio

Maggie & Bianca Fashion Friends: una serie ambiziosa e moderna, ma un po’ teatrale

Maggie e Bianca Fashion Friends

Maggie e Bianca Fashion Friends

I giovanissimi d’oggi hanno la loro Bayside School, più ingenua e più articolata di quella che spopolava negli anni ‘90 su Italia 1, ma capace di parlare un linguaggio facile da comprendere e vicino alla loro quotidianità. La scuola in questione è la Milano Fashion Academy, che fa da sfondo alle storie di Maggie & Bianca Fashion Friends, in onda alle 14.35 e alle 20.00 su Rai Gulp.

Maggie & Bianca Fashion Friends: un mix di elementi moderni che funziona

La forza della serie, ideata dal padre delle Winx Iginio Straffi, è tutta nella sua ambizione: in Maggie & Bianca Fashion Friends c’è tutto quello che può interessare ai non più piccolissimi, tutto quello che fa parte del mondo dei grandi ma che a loro per certi versi è ancora precluso, e che grazie alla serie possono osservare da vicino sentendosene un po’ parte.

C’è la musica, con le sue esibizioni e competizioni, con i mini talent show che portano alcune puntate a somigliare a quelle di X Factor; c’è la passione per la moda, ci sono i nuovi linguaggi dei media come ad esempio i blog, che le due protagoniste aggiornano nel corso delle puntate. E soprattutto, ci sono i primi amori, i grandi sogni, le tensioni e dunque i primi nemici, dai quali bisogna imparare a difendersi.

Maggie & Bianca Fashion Friends: eccessiva teatralità nella recitazione

Tutto questo insieme di elementi diversi sulla carta potrebbe sembrare confusionario, ma invece funziona, creando un flusso unico in cui i telespettatori possono tuffarsi, affezionandosi facilmente ai personaggi. Fatta eccezione per alcuni interpreti adulti e già noti al pubblico televisivo – per esempio Paolo Romano, Eugenio in Un Posto al Sole – i protagonisti sono tutti giovanissimi, in alcuni casi acerbi; nell’interpretare i propri ruoli ci mettono molta enfasi e grande partecipazione, forse troppa, dando spesso al tutto un tono un po’ teatrale che, però, visto il target ci può stare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Pick Up - Umberto Broccoli
Pick Up: le Storie a 45 Giri di Rai 1 riportano al passato con semplicità e modernità


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate


Veronica Maya - Quelle Brave Ragazze
Quelle Brave Ragazze: brio e rischio confusione nel mattino di Rai 1


YO YO
YO YO: i due gemellini che spopolano su Rai YoYo

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.