26
aprile

Il Commissario Montalbano: set aperto per i due nuovi episodi. Si progetta un museo ma è polemica

Il Commissario Montalbano

Il Commissario Montalbano

Non si vive di sole repliche, anche se pure quelle portano ascolti record. Il Commissario Montalbano, che lunedì prossimo (1° maggio 2017) farà compagnia al pubblico di Rai 1 per l’ultima volta in questa stagione con la riproposizione de La Danza del Gabbiano, andrà finalmente in ferie ma è attivissimo sul set, dal momento che in Sicilia sono in atto le riprese dei nuovi due episodi previsti in tv per il 2018.

Il Commissario Montalbano: due nuovi episodi su Rai 1 nel 2018

Tutto confermato, dal cast al regista Alberto Sironi, per i nuovi episodi prodotti da Palomar che la prossima primavera vedranno la luce su Rai 1. I dettagli su titoli e trame non sono ancora noti ma i due film saranno tratti dal romanzo di Andrea Camilleri La Giostra degli Scambi e da alcuni racconti tra i quali Amore e Prova generale. La solita fortunata mescolanza di storie nate slegate in libreria ma che sullo schermo si incroceranno per dar vita a trame ricche e complesse che, c’è da giurarci, appassioneranno milioni di telespettatori.

Le riprese sono iniziate nei giorni scorsi, proprio in tempi di ponti e festività, il che ha fatto riversare a Punta Secca – ovvero la Marinella del fiction, dove si trova la casa di Montalbano – un’orda di turisti pronti a tutto pur di assistere ad un ciak. Il 2 maggio, il set dovrebbe spostarsi ad Ibla, Modica e Scicli, poi la troupe dovrebbe tornare in zona a completare le riprese.

Un museo per Il Commissario Montalbano

La Sicilia festeggia dunque il ritorno del commissario che, però, sarebbe pronto in qualche modo a restare in pianta stabile a Scicli: il progetto di creare un museo dedicato al personaggio negli ex locali della Camera del Lavoro, location del suo ufficio e dell’ufficio del questore, prosegue. Da sconfiggere, però, l’opposizione della Cgil, che lì vorrebbe aprire invece un centro di documentazione multimediale sul movimento operaio, democratico e pacifista. Il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, ha commentato così:

“Sta diventando una questione veramente seria e confesso di essere in imbarazzo. [...] Dobbiamo ammettere che Montalbano è uno straordinario veicolo di promozione della città e del comprensorio. Ogni giorno arrivano decine di persone che vogliono vedere i luoghi della fiction, me li ritrovo anche nella mia stanza. E l’idea del museo è arrivata da molte associazioni culturali. [...] Vedrò i sindacati, investirò il Consiglio comunale e decideremo. Ma a giudicare dagli umori raccolti in città la maggioranza è con Montalbano“.



Articoli che potrebbero interessarti


Montalbano
IL COMMISSARIO MONTALBANO: TUTTI GLI ASCOLTI DAL 1999 AD OGGI


Luca Zingaretti
IL COMMISSARIO MONTALBANO: TERMINATE LE RIPRESE DEI NUOVI FILM. MA QUANDO LI VEDREMO?


Lino Guanciale Mia
MIA 2017: l’Italia della fiction si presenta all’estero puntando (ancora) sulla mafia


Andrea Camilleri
Montalbano non morirà, parola di Andrea Camilleri

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.