4
aprile

Ballando con le Stelle 2017: l’ex signora Trump, Marla Maples, è la “ballerina per una notte”

milly carlucci e marla maples

Milly Carlucci e Marla Maples

Nuovo ospite a Ballando con le Stelle 2017. Nella settima puntata di sabato 8 aprile, “ballerina per una notte” sarà Marla Maples, seconda moglie di Donald Trump. Ad annunciarlo, un tweet dell’attivissima presentatrice dello show di Rai1:

Così, dopo una serie di nomi internazionali come la leggenda della nazionale brasiliana Zico, il premio Oscar Vanessa Redgrave e l’attrice Nastassja Kinski, il generale Milly Carlucci sceglie di schierare un personaggio meno noto ma in grado di suscitare maggior clamore. Tra le tre mogli, il nostro paese ha sicuramente più confidenza con la prima e ben nota Ivana, mentre non ha particolari legami con la Maples, nonostante i sei lunghi anni di matrimonio con Trump, vissuti negli anni novanta. Marla, classe 1963, quando conosce Trump era una modella e attrice nonchè ex Miss Georgia. Prima di diventare sua moglie, nel 1993, è stata la sua amante e di fatto ha causato la fine del matrimonio tra Trump e Ivana.

L’anno scorso ha partecipato alla stagione 22 dell’americano Dancing with the stars.



Articoli che potrebbero interessarti


Maria De Filippi e Fiorella Mannoia - Amici 2017
Ballando con Morgan o Amici senza Morgan?


scanu imita albano a ballando con le stelle
Ballando con le Stelle 2017, semifinale: Depardieu ballerino, Morgan ospite, Scanu triplice imitatore. Sfida tra Parietti e De Sio


Il Volo - Amici 2017
Amici prova a tornare in testa, Ballando spera di restarci. Come finirà?


Amici 2017 - Maria De Filippi e Francesco De Gregori
Ballando contro Amici: la spunterà ancora Maria?

1 Commento dei lettori »

1. Luca ha scritto:

5 aprile 2017 alle 11:19

BAH
la Carlucci si sta arrampicando sugli specchi
Ma forse non è nemmeno colpa sua,forse il budget del programma è diminuito e lei è costretta ad invitare persone inutili come questa qui che non ha fatto nulla nella vita se non essere stata sposata con Trump
Ma che tristezza



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.