21
febbraio

Younger: la nuova comedy dal creatore di Sex and the City che segna il ritorno di Hilary Duff

Younger

Younger

Falsi documenti, una rinfrescata al look, i nomi di ogni membro degli One Direction ben stampati in mente, ed ecco che una madre quarantenne può ringiovanire improvvisamente di vent’anni, pronta a rifarsi una vita. Non prevede magia né macchine del tempo la premessa di Younger, la nuova comedy di TV Land tratta dall’omonimo romanzo di Pamela Redmond Satra e in arrivo con i primi 12 episodi su FoxLife (Sky, canale 114) dalle 21.00 di questa sera, dopo il successo statunitense che l’ha portata, nel giro di due anni, a percorrere tre stagioni mettendone in cantiere una quarta.

Younger – La trama

Siamo nella periferia newyorkese, dove Liza Miller (Sutton Foster), madre quarantenne separata, si ritrova sola e senza un soldo, alla disperata ricerca di un lavoro nel mondo dell’editoria. Scartata a ogni colloquio perché “troppo vecchia”, Liza si finge così una ventiseienne agli inizi della sua carriera. Insieme a un posto come assistente del direttore in una prestigiosa casa editrice, però, arriva ben presto anche l’amore con un toy boy tutto muscoli e tatuaggi, più giovane di quattordici anni. Ma per quanto potrà durare la farsa? Di certo, la solidarietà femminile correrà in suo aiuto, grazie alla migliore amica lesbica Maggie (Debi Mazar) e alla nuova ingenua collega Kelsey (Hilary Duff).

Younger – Un racconto in stile Sex and the City per il ritorno di Hilary Duff

Confronto generazionale e amicizia tra donne s’intrecciano dunque in Younger, ricordando, seppur con meno malizia e fronzoli, le vicende di Sex and the City, con la quale condivide la firma di Darren Star (ideatore inoltre di Beverly Hills 90210). Le peripezie di una protagonista ormai adulta che, tra sbronze a suon di shot, equivoci in slang e social network, tenta rocambolescamente di stare al passo con un mondo che non le appartiene fanno sorridere e catturano, anche solo per il gusto di capire come gli autori siano riusciti a plasmare una premessa tanto semplice. Ai personaggi femminili va poi la restante fetta di merito, con il fare smarrito ma compiaciuto di Sutton Foster (di recente vista nel revival di Una mamma per amica), la forza di Debi Mazar (Quei bravi ragazzi, Entourage) e la freschezza di un’Hilary Duff decisamente cresciuta dai tempi di Lizzie McGuire.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


son of zorn
Son of Zorn: le piacevoli (dis)avventure di un eroe animato catapultato nel mondo reale


Mr Robot 2
Mr. Robot 2: il cyber-thriller torna ancora più dark su Premium Stories


apb a tutte le unità
APB – A tutte le unità: la lotta al crimine diventa high-tech, nel nuovo procedural in arrivo su Fox


The Intern
The Intern: un’atipica apprendista magistrato alleggerisce il giovedì europeo di FoxCrime

1 Commento dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

21 febbraio 2017 alle 17:54

Molto carina la consiglio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.