28
gennaio

PIAZZAPULITA, SGARBI IMITA E SFOTTE VIRGINIA RAGGI: “È LA NUOVA AMBRA ANGIOLINI” (VIDEO)

Vittorio Sgarbi imita Virginia Raggi

Virginia Raggi è “la nuova Ambra Angiolini“. L’affondo di Vittorio Sgarbi, con tanto di imitazione della sindaca pentastellata, è entrato di diritto nei momenti cult della settimana televisiva. Un siparietto imperdibile. Giovedì scorso, ospite a Piazzapulita, il critico d’arte si è scagliato contro la prima cittadina della Capitale, rea – a suo dire – di riferirsi a Beppe Grillo in ogni circostanza. Un’invettiva teatrale, quella del professore, condita con voci in falsetto e turpiloqui.

Durante il dibattito a Piazzapulita, Sgarbi ha portato il discorso sulla sindaca di Roma e si è lasciato andare senza freni sull’atteggiamento della politica pentastellata nei confronti del suo leader.

L’avviso di garanzia è arrivato alla Raggi, alla nuova Ambra Angiolini. Una che appena fa una cosa dice: ‘l’ho comunicato a Beppe (Grillo, ndDM), l’ho detto a Beppe, l’ho scritto a Beppe’. Ma vaffanc*lo, Beppe del ca*zo! (…) E’ innocente, è come la vispa Teresa. Che ca*zo di sindaco è? Roma ha sindaco quella lì? Ma vaffanc*lo!” ha sbraitato il critico d’arte, imitando la voce dell’esponente M5S.

Uno sfogo teatrale, che ha raccolto risate ed applausi e che lo stesso critico d’arte – a ventiquattro ore dal suo pronunciamento – ha voluto motivare meglio. Ospite ad Otto e mezzo, sempre su La7, ieri sera il professore ha spiegato alla conduttrice Lilli Gruber:

Chiedo scusa, ma osserverai che è esattamente il metodo del vaffa, quindi sono rimasto nella terminologia grillina. L’ho detto per dire che un sindaco deve avere l’orgoglio di essere responsabile senza rendere conto a nessuno (…) Il sindaco risponde agli elettori, non alla società Casaleggio. Poi può dire a Beppe quello che vuole, ma non dice a me che gliel’ha detto“.

Virginia Raggi non è stata l’unica esponente M5S a far parlare di sè in tv. Sempre giovedì sera, il grillino Luigi Di Maio è stato criticato da Michele Santoro a causa della sua mancata partecipazione al programma Italia. Grillo gli ha impedito di venire e lui ha agito come un soldatino, ha accusato il giornalista.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Virginia Raggi
Tg1, Beppe Grillo accusa: Virginia Raggi è stata censurata. Fico (Vigilanza Rai): dimissioni subito!


Donald Trump.
PIAZZAPULITA: TRUMP DOPPIATO CON LA VOCE DA CATTIVO (VIDEO) E SANTORO LO PARAGONA A HITLER


Virginia Raggi
BERSAGLIO MOBILE, VIRGINIA RAGGI OSPITE IN PRIME TIME. ENRICO MENTANA: “NON SI DEVE DIMETTERE”


Papa Francesco, Virginia Raggi
RAI: VIRGINIA RAGGI ‘SPARISCE’ DALLE INQUADRATURE DEL TG1 NELLA DIRETTA DELL’IMMACOLATA

5 Commenti dei lettori »

1. Luca ha scritto:

28 gennaio 2017 alle 14:39

Sgarbi ha perfettamente ragione
La Raggi è come Ambra che era radiocomandata da Boncompagni
Alla fine il M5s si sta rivelando uguale spiaccicato agli altri partiti
Questa inetta ,con tutti i dipendenti comunali che ci sono ,è andata a prendere proprio Marra ,il più colluso con i palazzinari e tangentari

TUTTI UGUALI



2. Mario ha scritto:

28 gennaio 2017 alle 16:06

ma ancora con Ambra di Non è la Rai. Ma che palle è roba di 30 anni fa, possibile che non si riesca ad andare oltre, visto che la persona presa come termine di paragone da anni fa l’attrice e anche con un certo consenso?



3. Luna ha scritto:

28 gennaio 2017 alle 18:59

Sgarbi é intollerabile. Il suo linguaggio é inascoltabile. Le sue offese gratuite dovrebbero essere punite.



4. Luca ha scritto:

29 gennaio 2017 alle 09:24

@ Luna
Hai perfettamente ragione
Le parolacce e gli insulti in tv sono intollerabili
In questo caso però Sgarbi ha restituito il VAFFA a Beppe Grillo che lo ha usato contro gli avversari politici e che ne ha fatto il suo cavallo di battaglia
Chi di VAFFA ferisce…di VAFFA perisce



5. BohBeh ha scritto:

29 gennaio 2017 alle 15:22

92 minuti di applausi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.