5
gennaio

RAI 1: IL 2017 INIZIA ALL’INSEGNA DELLA FICTION

Daniele Liotti

Canale che vai fiction che trovi. E a Rai 1 tutto si può rimproverare tranne il fatto di non aver assestato alcuni colpi da maestro alla concorrenza, grazie al successo della maggior parte delle sue produzioni. Si parte con due serie di punta e due novità nel ventaglio di proposte in palinsesto per i mesi di gennaio e febbraio: due attesi ritorni per due quarte stagioni, in salsa giallo/comedy, targati Lux Vide, un film tv in due puntate, sempre a marchio Bernabei, e una novità poliziesca prodotta da Cremart, con 6 appuntamenti previsti.

Si comincia domenica 8 gennaio con “Che Dio Ci Aiuti 4“, che dalla tradizionale collocazione del giovedì passa ad esplorare la prima serata del dì di festa, forte di tre stagioni importanti alle spalle. Protagonista assoluta è sempre l’irrefrenabile Suor Angela, l’amatissimo personaggio interpretato da Elena Sofia Ricci. Fiori d’arancio, subito alla prima puntata, per “i due belli” della serie, Azzurra e Guido, alias Francesca Chillemi e Lino Guanciale. Quattro importanti new entry nel cast: l’ex presentatrice di Colorado, Diana Del Bufalo, e la giovane Arianna Montefiori tra le presenze femminili; a loro si aggiungono Cristiano Caccamo, Quinto de “Il paradiso delle signore” (di cui si sta girando in questi giorni la seconda stagione), e Gianmarco Saurino. Regia di Stefano Vicario.

Da martedì 17 gennaio (e non più giovedì 12 quando è previsto il raddoppio di Che Dio Ci Aiuti), tornano anche le storie della forestale della Val Pusteria, che animano le vicende di “Un Passo Dal Cielo 4“. Al posto di Terence Hill, partito per il Nepal alla fine della terza stagione, ci sarà Daniele Liotti (nella fiction lo schivo Francesco Neri). Confermati Enrico Iannello, che presta il volto al Vicequestore Nappi, il suo fido assistente Huber, interpretato da Gianmarco Pozzoli, oltre alle due bellissime Rocio Munoz Morales e Giusy Buscemi (rispettivamente fidanzata e sorella del vice questore). I nuovi arrivati sono: Daniela Virgilio, Pilar Fogliati, Matteo Martari e la special guest Fedez, alla sua prima prova d’attore. Regia di Jan Maria Michelini.

Infine, Rai 1 mette in campo le prime novità dell’anno: lunedì 9 gennaio debuttano “I Bastardi di Pizzofalcone“. Dopo gli infiniti episodi del serafico Commissario Montalbano e il burbero Vicequestore Rocco Schiavone, arriva un’altra serie tratta da romanzi (quelli di Maurizio De Giovanni). Le irrequiete avventure del Commissario Lojacono, in onda in sei puntate fino al 6 febbraio, potranno contare su due veterani del cinema italiano: si tratta di Alessandro Gassman nei panni del protagonista maschile e di Carolina Crescentini, magistrato impegnato nell’ennesima lotta alla criminalità. Regia di Carlo Carlei.

Appena dopo il Festival di Sanremo (in onda dal 7 all’11 febbraio), il pubblico sarà catapultato in un’epoca d’oro della nostra televisione. Un mix di musica, ballo, comicità, stile, eleganza, ovvero la storia di Mina e Celentano, di Walter Chiari e delle gemelle Kessler, oltre a tanti altri amatissimi protagonisti del piccolo schermo, quando ancora non c’erano i colori. Si chiamerà C’era una volta Studio 1 e sarà trasmesso in due puntate, lunedì 13 e martedì 14 febbraio. Nel cast Alessandra Mastronardi, Giusy Buscemi, Diana Del Bufalo, Andrea Bosca, Giampaolo Morelli, Edoardo Pesce e Gianmarco Saurino. Regia di Riccardo Donna.



Articoli che potrebbero interessarti


rai-fiction-logo
FICTION RAI 2016/2017: TUTTE LE SERIE IN ONDA NELLA PROSSIMA STAGIONE TV


I Bastardi di Pizzofalcone
I BASTARDI DI PIZZOFALCONE: QUANDO RAI 1 TRIONFA ANDANDO FUORI DAL SUO SEMINATO


E' Arrivata la Felicità
FICTION RAI 2016: MALGRADO GLI ASCOLTI, RINNOVATE ANCHE E’ ARRIVATA LA FELICITA’ E TUTTO PUO’ SUCCEDERE


Paola Perego, Lucio Presta
Paola Perego, Arcobaleno Tre cita in giudizio Rai1 per Parliamone Sabato. «Danni d’immagine, economici e biologici»

1 Commento dei lettori »

1. Lella ha scritto:

2 gennaio 2017 alle 08:34

Le solite rassicuranti minestre riscaldate.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.