20
dicembre

TERZA REPUBBLICA DEBUTTA SU LA7 CON LUCA TELESE E DAVID PARENZO. ECCO GLI OSPITI

Terza Repubblica

Giovanni Floris con diMartedì si ferma per la pausa natalizia, ma l’informazione nella prima serata di La7 continua con il nuovo programma Terza Repubblica, condotto da Luca Telese e David Parenzo.

Terza Repubblica: gli ospiti di martedì 20 dicembre 2016

Terza Repubblica è il nuovo programma informativo che segna il ritorno a La7 di Luca Telese, tre anni dopo il passaggio a Mediaset. Il conduttore sarà affiancato in questa nuova avventura da David Parenzo, che proprio con il giornalista sardo ha condiviso l’esperienza di Matrix su Canale 5.

Il programma nasce per informare il telespettatore di quanto sta succedendo negli ultimi giorni. Al centro del dibattito, in particolare, l’attualità politica, dalle divisioni interne al Partito Democratico alla crisi del Movimento 5 Stelle, dal caos di Milano a quello di Roma, tra inchieste giudiziarie, indagini e arresti.

Tra gli ospiti della puntata di questa sera – martedì 20 dicembre 2016, su La7 dalle 21.10 – ci saranno, insieme in uno studio televisivo dopo tanti anni, Piercamillo Davigo e Antonio Di Pietro, tra i principali magistrati di Tangentopoli, la grande inchiesta giudiziaria che negli anni ‘90 rivoluzionò l’Italia e la vita politica del nostro Paese. Presenti in studio anche il giornalista di Repubblica, nonché ex conduttore di Ballarò, Massimo Giannini, Carlo Freccero, Paolo Mieli, il direttore de La Verità Maurizio Belpietro, il direttore del fattoquotidiano.it Peter Gomez, lo storico d’arte Tomaso Montanari e il critico d’arte Philippe Daverio.

Il titolo del programma sembra ammiccare alla Terza Repubblica auspicata dall’ex premier Matteo Renzi in caso di vittoria del Sì al recente Referendum. Ed ora? Sarà ancora l’alba della Terza Repubblica? In Italia non si sa, su La7 sicuramente sì.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mauro Corona
In Onda, Mauro Corona spietato con Telese e Parenzo: «Non capite un caz*o! Non venite a fare i buonisti di merd@. Vi sculaccio!»


In Onda, Silvio Berlusconi con Luca Telese e David Parenzo
In Onda, Berlusconi scommette: «Offro una pizza a Telese e un pranzo a Parenzo se FI non supera il 30%» – Video


In Onda, La7
In Onda: Parenzo e Telese all’esordio senza sorprese (né notizie). E Bersani diventa «grande esperto di costume»


David Parenzo, Luca Telese
In Onda: David Parenzo e Luca Telese in access prime time su La7 dal 3 luglio

3 Commenti dei lettori »

1. Freddy ha scritto:

20 dicembre 2016 alle 22:39

Sembra un buon inizio complimenti per mon aver
massacrato gratuitamente la Raggi, ma avete approfondito la situazione del Sindaco Sala !



2. Arnaldo ha scritto:

20 dicembre 2016 alle 22:41

Dai sondaggi non sembra ci sia tracollo nel M5S hanno ragione Belpietro e Freccero, significa che comunque chi vota M5S ripone ancora grande fiducia nel Movimento. La pressione mediatica x screditare il Movimento è palese. Massima fiducia nel Movimento sono convinto che più si cerca di screditare più l’elettorato intuisce della malafede dei network.



3. Donato ha scritto:

21 dicembre 2016 alle 12:59

Poveri ingenui che vi fate abbindolare da Telese, Freccero, Travaglio, Belpietro …etc..tutta gente già prezzolata da Berlusconi o interessata a vendere la sua critica, mai costruttiva, con libri o spettacoli disgustosi in un italiano stuprato…”il prima possibibile”…….”agratis”… etc
Mi spiace solo per il popolo italiano e per il mio meridione in particolare che confidando in questi ciarlatani ha perso una buon inizio per cambiare burocrati pubblici ignoranti e ridurre finalmente il numero di famelici politici.
Ma cosa hanno mai fatto questi animali della peggior specie (mi scuso con gli animali veri) per l’Italia o per il popolo italiano.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.