10
novembre

VENTI DI STRISCIA : UNA QUESTIONE PRIVATA

Striscia la Notizia (20 anni) @ Davide Maggio .it

Antonio Ricci non vuole festeggiare. O quanto meno ha deciso di non farlo insieme agli affezionati telespettatori che negli anni hanno decretato il successo di Striscia La Notizia.

Se, infatti, ho approvato in toto la scelta del patron del telegiornale più irriverente della nostra tv di rinunciare (intelligentemente) agli speciali in prima serata di Striscia, mi sarei aspettato i dovuti festeggiamenti in quella che è stata annunciata come una puntata-evento ma che in realtà si è rivelata una normalissima puntata di Striscia la Notizia.

Sto ancora cercando di capire il senso (televisivamente parlando) di questo trasferimento dagli studi di Palazzo dei Cigni per approdare alla Triennale di Milano e, ancor di più, la necessità di un così massiccio “bombardamento mediatico” sui ”Vent’anni di Striscia”.

Sarebbe stato comprensibile se il tutto avesse portato almeno ad una “puntata straordinaria” in cui ripercorrere i momenti salienti di un’avventura durata quattro lustri ma così non è stato.

L’aver messo in piedi quella che sarà senz’altro una bellissima mostra ha fatto assumere a un evento eccezionale le sembianze di una cerimonia privata, di una grande cerimonia privata, alla quale è stato consentito l’ingresso delle telecamere soltanto per mostrare al comune telespettatore i preparativi di un grande evento riservato a pochi.

Tutto questo in una puntata qualunque, quella di ieri venerdi 9 novembre.  

Ritengo che la condivisione col pubblico di una celebrazione come quella dei 20 anni del programma televisivo più seguito degli ultimi tempi non possa essere una scelta ma piuttosto un dovere nei confronti degli oltre 7 milioni di persone che ogni sera si sintonizzano alle 20.30 su Canale5. 

Ma evidentemente c’è chi la pensa diversamente da me. E allora facciamo anche noi i nostri festeggiamenti privati… con i primi minuti della primissima puntata di Striscia la Notizia.

Era il 7 novembre del 1988

[Grazie a Dario89 per il video]



Articoli che potrebbero interessarti


Striscia la Notizia @ Davide Maggio .it
STRISCIA LA NOTIZIA : LA VOCE DELLA PERSISTENZA


VENTI DI STRISCIA : UNA QUESTIONE PRIVATA
JIMMY GHIONE A DM: SORPRESA A STRISCIA! NUOVI AVVICENDAMENTI ALLA CONDUZIONE


Ficarra e Picone - Striscia la Notizia
LA MATASSA DI FICARRA E PICONE SU DM TV PRIMA DEL RITORNO SUL BANCONE DI STRISCIA LA NOTIZIA


Valerio Staffelli @ Davide Maggio .it
VALERIO STAFFELLI SU DM TV: “IL TAPIRO E’ IL MIO COMPAGNO DI SVENTURA”

20 Commenti dei lettori »

1. Ale85 ha scritto:

10 novembre 2007 alle 08:24

Mi ricordo il logo di Italia 1 con la scritta Italia sopra del 1 e poi lanno dopo nel 1989, lhanno tolto. Striscia è andato in onda sempre dallo studio 1 di Milano 2 ?.



2. paolidyou ha scritto:

10 novembre 2007 alle 09:24

Mi ricordo la prima puntata di Striscia ero in prima media!! Se non sbaglio, era da poco finito il Drive in nella stagione precedente e Ricci comincio subito la nuova avventura di Striscia…



3. alexspooky ha scritto:

10 novembre 2007 alle 10:07

Davide e possibile che Ricci abbia rinunciato agli speciali in prima serata per evitare la polemica sulla presenza o meno di Bonolis ?. Questo perche si era detto che in questi speciali si sarebbero ripercorsi i 20 anni di striscia con la presenza di tutti i conduttori (tranne ovviamente il grande Bartali) e ovviamente si sarebbe dovuto invitare anche Bonolis e sappiamo che tra i due non corre esattamente buon sangue



4. Dario89 ha scritto:

10 novembre 2007 alle 10:37

Io non sono mlto daccordo sul fatto di non festeggiare i 20 anni della trasmissione con delle puntate celebrative… Qualcuno di voi possiede per caso delle puntate di Striscia la Notizia o spezzoni della trasmissione registrate fra il 1988 e il 1998? Grazie



5. luca ha scritto:

10 novembre 2007 alle 11:04

di solito – come per il matrimonio – si festeggia il 25esimo….



6. Marco ha scritto:

10 novembre 2007 alle 11:33

Ricci allinizio della stagione ha sostenuto che degli speciali in prima serata non ne sapeva nulla e nessuno gliene aveva mai parlato. Per me è impossibile, visto che è da giugno che i giornali lo scrivevano con tanto di dettagli, sia chi lo avrebbe condotto, sia come sarebbe stato realizzato, ecc.ecc.



7. wifi ha scritto:

10 novembre 2007 alle 11:53

Che bei ricordi… complimenti al nostro Davide maggio… io ero ancora alle elementari e non me ne perdevo una di puntata!!! certo sarebbe stato bello che avessero fatto si almeno una serata il prime time dedicata ai 20 anni magari mostrando servizi e gag del passato… peccato!!! io cmq avevo sentito che si parlava di 4 prime serate con la conduzione di ezio enzino e michelle poi bhooo ricci dice che non ne sa nulla…



8. Davide Maggio ha scritto:

10 novembre 2007 alle 15:27

@ paolidyou : eh si, Striscia è nata proprio dopo i grandi successi di Drive In e in un certo senso ne ha rappresentato levoluzione; @ alexspooky : questo non lo so ma so che degli speciali in prima serata a mio parere avrebbero rovinato la festa. Due ore di Striscia potrebbero essere pesanti e a mio parere è stato un bene non aver osato; @ wifi : probabilmente realizzare solo una puntata celebrativa sarebbe stata la scelta giusta.



9. Lele ha scritto:

10 novembre 2007 alle 21:08

[Modo bacchettone on]Ma quanto è volgare quell”"entrata”"?[Modo bacchettone off] E quanto è brutto lo spot per la mostra alla triennale? “”Ingresso libero, chiuso il luned”": sembra la pubblicit di un “”tutto a met prezzo per cessata attivit “” ;)



10. luca ha scritto:

10 novembre 2007 alle 23:34

però manca una cosa alla mostra…..e davide può immaginare a cosa mi riferisco…



11. Gio' n.15 ha scritto:

11 novembre 2007 alle 02:23

Eh, certo che, Davide, tra “”La Grande Avventura”" e questi video, mi sento quasi un vecchio… devo sempre dire “”ricordo…ricordo…”", come nonno Simpson…;) Comunque RICORDO quelle prime edizioni di Striscia, con la sigla che sembrava più quella di un tg, con le veline che avevano meno importanza di oggi (ma con inquadrature più “”volgari”", come dice Lele), con le veline che portavano le veline di carta su cui non cera scritta la notizia che invece veniva letta da un altro foglio… Tra laltro, dopo Drive In, cerano state due edizioni (se non erro) di Odiens dove si era consolidata la coppia Greggio-DAngelo che in effetti è stata la prima a condurre Striscia. Sono comunque daccordo anchio sul fatto che più prime serate sarebbero state pesanti, quindi appoggio Davide sullopzione “”una serata celebrativa”", una tantum, un po come quando era stato organizzato il Gran Gal per i 10 anni di Canale 5.



12. lagoblu ha scritto:

11 novembre 2007 alle 12:44

Strana scelta…



13. grappoli ha scritto:

11 novembre 2007 alle 13:50

Certo che la coppia Greggio-DAngelo meritava tanto….



14. Nero Corvino ha scritto:

12 novembre 2007 alle 04:52

AMARCORD: Che fine ha fatto Gianfranco DAngelo? Qualcuno mi sa dire perchè Gianfranco Dangelo ha fatto questa brutta fine di diventare semplicemente un ricordo del passato quando in realt aveva tutte le carte in regola per restare sulla cresta dellonda come Ezio Greggio? Quali errori ha commesso? O era sgradito a qualcuno? E ora che fa?



15. Elena ha scritto:

12 novembre 2007 alle 09:41

Ma quante erano le veline 4?Questo particolare non me lo ricordavo…E come si chiamavano?Io non ne ho riconosciuta manco una…



16. Davide Maggio ha scritto:

12 novembre 2007 alle 15:50

@ Nero Corvino : ti risponder Avanguard :-) @ Elena : Stefania Dall’Olio, Eliette Mariangelo, Cristina Prevosti, Micaela Verdiani;



17. Graziano ha scritto:

12 novembre 2007 alle 16:35

Non ne ricordavo manco una di queste 4.



18. tete72 ha scritto:

12 novembre 2007 alle 17:34

bellissimo… k ricordi…. sono cresciuto con loro.. a pane e striscia



19. piccolako ha scritto:

19 novembre 2007 alle 16:02

ballo bello bello…ho rivissuto momenti della mia infanzia ed è stato emozionante…divertente….sono passati 20 anni ma sembrano solo 2



20. Diegoz ha scritto:

24 novembre 2007 alle 10:52

Vi vede che striscia col tempo è proprio cambiata ;)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.