19
maggio

ALLA FACCIA DEL COMUNISTA…

L’autorevole rivista newyorkese FORBES ha pubblicato l’annuale classifica degli uomini più ricchi del mondo.

Ad aprirla, per la dodicesima volta consecutiva, BILL GATES con i suoi 50 Bilioni di Dollari di patrimonio.

Se 20 anni fa i billionaires erano “solo” 140, oggi sono 793!!!

Diamo i numeri :

  • 12 persone tornano in lista
  • 39 la abbandonano
  • 7 patrimoni sono stati “spartiti” tra membri di una stessa famiglia consentendo l’ingresso di 15 nuovi soggetti in classifica
  • 78 sono le donne in elenco (10 in più dello scorso anno ma solo 6 sono self made)  
  • 12 gli italiani presenti in lista (in testa Silvio Berlusconi, nonostante la perdita di 12 posizioni rispetto all’anno precedente)
  1. Silvio Berlusconi (37° con 11 bilioni di dollari)
  2. Leonardo Del Vecchio (44° con 10 bilioni)
  3. Giorgio Armani (158° con 4,1 bilioni)
  4. Francesco Gaetano Caltagirone (258° con 2,7 bilioni)
  5. Carlo Benetton (292° con 2,5 bilioni)
  6. Giuliana Benetton (292° con 2,5 bilioni)
  7. Luciano Benetton (292° con 2,5 bilioni)
  8. Gilberto Benetton (292° con 2,5 bilioni)
  9. Miuccia Prada (292° con 2,5 bilioni)
  10. Ennio Doris (350° con 2,2 bilioni)
  11. Mario Moretti Polegato (350° con 2,2 bilioni)
  12. Silvio Scaglia (746° con 1 bilione)
  • 2.6 TRILIONI di dollari il patrimonio complessivo delle 793 persone più ricche del mondo!

Ma la vera novità è un’altra.

Secondo quanto dichiarato dal Forbes ci sarebbe un’altra persona, residente in quel di Cuba, ad avere un bel gruzzoletto da parte!!!

Non è presente in classifica poichè Re, Regine e Dittatori vengono “accorpati” in un’altra lista date le difficoltà nel separare i patrimoni personali da quelli statali.

Sta di fatto che risulta essere una delle PERSONE PIU’ RICCHE DEL MONDO!

Parliamo del COMUNISTA FIDEL CASTRO che, secondo il Forbes, avrebbe una fortuna ammontante a 900 MILIONI DI DOLLARI  “guadagnata” tramite alcune società statali operanti nei settori farmaceutici ed al dettaglio.

Vi è di più… (fonte Wikipedia)

Secondo un articolo pubblicato dagli anticastristi del MiM (Movimento industriale Martiano), il patrimonio del Lider maximo già nel 1976 avrebbe avuto un valore di addirittura 1,2 miliardi di dollari. Le prove sarebbero state raccolte da un servizio di intelligence dell’organizzazione e denunciano un notevole arricchimento del dittatore cubano, a partire dai primi giorni della sua leadership. Appena salito al potere Castro avrebbe sottratto dalle casse dello Stato 28 milioni di dollari, girandoli alla Novodyt Bank di Londra. Il MiM sostiene inoltre che Castro pretendeva dal 20 al 25% di ogni operazione commerciale di Cuba e fino al 5% dei guadagni relativi alla vendita di zucchero in Unione Sovietica fino al 1988. Tale organizzazione anticastrista afferma inoltre che Fidel Castro sarebbe proprietario anche di grandi appezzamenti di terreno in Svezia, Finlandia e Svizzera, oltre a diverse residenze in Spagna, Italia e Francia.

Dopo quest’ultima, da molti definita, grossolana e infamante provocazione di Forbes, Fidel Castro ha pubbicamente sfidato la rivista, il “ladruncolo” W. Bush, la Cia, le 33 agenzie segrete e le migliaia di banche USA, a dimostrare le accuse. Se riescono a provare ciò che dicono, a trovare un conto a mio nome di 900 milioni, di 500 milioni o di un solo dollaro. Se lo proveranno, offrirò loro quello che hanno preteso e non hanno potuto ottenere durante mezzo secolo, durante il quale hanno cercato di distruggere la rivoluzione e assassinarmi in centinaia di attentati: rinuncierò ai miei incarichi”.

Staremo proprio a vedere…



Articoli che potrebbero interessarti


Silvio Berlusconi
Matrix al mercoledì. D’Urso chiude prima per trainare Berlusconi


Silvio Berlusconi, Cartabianca
Rai3, Berlusconi rimprovera la Berlinguer: «Troppe interruzioni, la tv non si fa così»


Salvini, Berlusconi
Salvini primeggia nei tg Rai, Berlusconi domina a Mediaset. Ecco i dati Agcom


Fedele Confalonieri
Mediaset, Confalonieri: «Nessun dissidio in azienda. Siamo polifonici, lo sanno tutti»

5 Commenti dei lettori »

1. CptUncino ha scritto:

19 maggio 2006 alle 08:52

Ma tu non sei nella classifica del Forbes???basta hai perso una lettrice!!!(p.s.: sai che nella lista dorata ci sono parecchi miei clienti??p.s.bis: Ti ho citato in un mio commento sul Mattblog!!)



2. lagoblu ha scritto:

20 maggio 2006 alle 23:04

ma come? Ci deve essere sicuramente un errore! Dovè lagoblu?! Dovrei essere al secondo posto dopo il mio amico di golf Bill! beh, Armani the king non se la passa male… ma gli ultime 3 italiani chi sono???



3. Davide Maggio ha scritto:

21 maggio 2006 alle 00:29

@ CptUncino : ma dai Uncina… ancora non sai che Zio Silvio è un mio prestanome. Mah!!! Grazie per la citazione @ lagoblu : Ennio Doris –> Banca Mediolanum (lo vedi anche in pubblicità… "è costruito tutto intorno a lui" )Polegato –> GeoxScaglia –> Fastweb 



4. lagoblu ha scritto:

21 maggio 2006 alle 08:13

Ah… ora mi è tutto chiaro! Come mai non cè Della Valle? Sinceramente le sue scarpe le preferisco alle Geox… anche se questultime hanno un bacino commerciale fuori di testa…



5. Jose Bonton Medellin Colombia ha scritto:

13 settembre 2008 alle 19:18

Ola, soi Jose Bonton, de los Lions clubs Arqua Petrarca de Medellin, como tambien del Club Rotario de Medellin y de la Loggia “Nueva p3” de Medellin misma. Primeira cosa, scusate por el mio italiano muy scarsito. Lo imparai ballando el Tuca Tuca de Raffaella Carra’ mucho annos atras, negli anni 70, mai me lo scordero’ : “Tuca Tuca Tuca, te lo dico io…Tuca Tuca Tuca…” aa che bei tiempos, todas Colombia andava loca por la Carra’, y ovviamente io, el Jose Bonton, super principalmente. “Tuca, tuca tuca….aaah se ce penso inicio de llorar”.” Tuca tuca..” Stop. Direte “ iamm bell ia, andiamo al punto Jose’, che vuoi dire a noi italianos”? Here we go, mesclo todo, “inglish” tambien. Navigando su internet ho letto una noticia interessantissima, tanto quanto verissima stra pure. [comment moderated by the admin]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.