28
novembre

SERIE TV NEWS: WESTWORLD 2, 1993, UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI, E HAWAII FIVE-O

Stefano Accorsi e Tea Falco sul set di 1993

Lo scenario seriale si prepara all’arrivo del 2017, ormai sempre più vicino. Si spiega così il graduale rilascio dei trailer dei titoli pronti a debuttare nei primi mesi dell’anno. Qualche giorno fa è stato il turno della grottesca Una serie di sfortunati eventi, che segna il ritorno televisivo di Neil Patrick Harris, e della toccante When We Rise, miniserie evento sulla lotta per i diritti LGBT. Altro rientro, poi, è quello di Damon Wynans Jr, al lavoro su una nuova sitcom insieme alla spalla Jake Johnson, mentre Masi Oka si prepara invece a salutare (per sempre?) Hawaii Five-O. Progetti in corso anche per la serie 1993, ormai in fase avanzata di riprese, e Westworld, che rivedremo di sicuro per una seconda stagione, seppur aspettando più del previsto.

RINNOVI E CANCELLAZIONI

Westworld 2 ci sarà

Per quanto potesse sembrare scontato, viste le aspettative e i risultati ottenuti, Westworld tornerà per una seconda stagione. HBO ha voluto confermarlo attraverso le parole del suo presidente della programmazione, Casey Bloys, che in un’intervista a Entertainment Weekly (la stessa in cui ha confermato il prequel de Il Trono di Spade) ha rivelato che gli autori Jonathan Nolan and Lisa Joy avrebbero proposto una trama completamente originale, “eccitante, misteriosa e divertente come quella della prima stagione”. Ad ogni modo, considerando i lunghi di tempi di produzione, il nuovo capitolo sarebbe pronto alla messa in onda non prima del 2018.

PROSSIMAMENTE SUI TELESCHERMI…

Una serie di sfortunati eventi: il trailer della nuova serie con Neil Patrick Harris

Un ciclo di tredici romanzi, un film e ora una serie tv. Il prossimo 13 gennaio, Una serie di sfortunati eventi sbarcherà su Netflix, raccontando la storia di tre fratelli orfani e dei loro ripetuti tentativi di sfuggire alle grinfie del malvagio tutore, il Conte Olaf. Dal trailer, l’adattamento in 8 episodi si rivela surreale, ironico e grottesco. Al pubblico il compito di scovare i volti noti che popolano le ambientazioni burtoniane della stagione di debutto (tratta dai primi quattro romanzi di Lemony Snicket), tra i quali un irriconoscibile Neil Patrick Harris (Conte Olaf), Patrick Warburton (Lemony Snicket), Joan Cusack (Justice Strauss), Alfre Woodard (zia Josphine) e Catherine O’Hara (Dott.ssa Georgina Orwell).

When We Rise: il trailer della nuova miniserie ABC sulla lotta per i diritti LGBT

Dalle prime immagini, When We Rise si preannuncia forte ed emozionante, soprattutto se si considera la fase di cambiamento in cui versano gli Stati Uniti. ABC ha da poco rilasciato un trailer di due minuti della miniserie evento che, in onda a febbraio 2017, ripercorre diversi decenni nella storia del movimento per i diritti LGBT. Composto da 8 episodi, il racconto prende avvio dai moti di Stonewall del 1969, narrando le battaglie personali e politiche che hanno aperto la strada ai progressi ottenuti oggi. Nel cast diretto da Dustin Lance Black (premio Oscar per Milk), oltre a Guy Pearce, Whoopi Goldberg e Rosie O’Donnell, anche una lunga lista di volti seriali.

ALTRE NOVITÀ, TRA RUMORS E CONFERME

Damon Wynans Jr ritrova Jake Johnson in una nuova sitcom per FOX

Chi si fosse finora accontentato delle sue sporadiche apparizioni in New Girl ne sarà soddisfatto. Stando a un’esclusiva di The Hollywood Reporter, Damon Wynans Jr sarebbe pronto a tornare in una nuova sitcom FOX, dal titolo The Henchman, in compagnia della spalla Jake Johnson (al suo fianco anche in Bastardi in divisa). Coach ritrova Nick Miller, dunque, in una comedy single-camera in cui interpreterà  uomo in precario equilibrio tra la vita familiare e il sogno di diventare un perfetto tirapiedi. Insieme al duo comico, ideatore stesso del progetto, anche lo showrunner Vali Chandrasekaran (Modern Family, 30 Rock) e il produttore esecutivo Max Winkler (tra i registi di New Girl).

Hawaii Five-O: Masi Oka abbandona la serie dopo sette stagioni (SPOILER!)

Il Dottor Max Bergman saluta Hawaii Five-O. Il suo interprete, Masi Oka, ha infatti dichiarato in un’intervista a Entertainment Weekly (rilasciata a inizio novembre ma pubblicata nei giorni scorsi) che il tredicesimo episodio della settima stagione lo vedrà uscire di scena, con il trasferimento di Bergman e della nuova moglie Sabrina (Rumer Willis) in Africa. A dettare la scelta, la presenza intermittente sul set (per progetti divisi tra Los Angeles e il Giappone) e la sensazione che il suo personaggio, dopo sette stagioni, avesse ormai dato tutto allo show. Ad ogni modo, l’attore ha accennato a un semplice “arrivederci”. Del resto, “se Trump ha una chance di vincere, credo che niente sia più sicuro al cento per cento”, ha scherzato.

1993: iniziano le riprese milanesi del sequel di 1992

Avanza la produzione di 1993, che, dopo il primo ciak romano in agosto, è appena giunta alla fase milanese di riprese. Stando alle anticipazioni di Sky Atlantic, le prime scene girate al 31esimo piano del Pirellone hanno visto protagonisti i due personaggi principali, ovvero Bibi Mainaghi (Tea Falco) e Leonardo Notte (Stefano Accorsi), ora determinato a ricattare la rampolla per salvarsi la pelle dopo l’omicidio di Rocco Venturi (Alessandro Roja). A far da sfondo alle vicende, l’ascesa politica berlusconiana e la conclusione dell’inchiesta di Tangentopoli. Previsto per maggio, il sequel di 1992 prende dunque sempre più forma, come peraltro documentato dalle pagine social della serie e di Stefano Accorsi, tra immagini dal set e frammenti di copione.



Articoli che potrebbero interessarti


New Girl
Serie tv news: The Big Bang Theory, New Girl, Il Trono di Spade, The Good Fight e Una serie di sfortunati eventi


Westworld
WESTWORLD: TRA WESTERN E FANTASCIENZA DA STANOTTE (IN CONTEMPORANEA USA) SU SKY ATLANTIC


I Medici - Dustin Hoffman
SERIE TV E FICTION: I TITOLI PIU’ ATTESI DI OTTOBRE


rex_ettorebassi
RAI2, TUTTE LE SERIE IN PRIMA TV DAL 24 FEBBRAIO

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.