20
novembre

ISLAM, ITALIA: GAD LERNER TORNA IN RAI PER RACCONTARE LA CULTURA MUSULMANA

Gad Lerner

Ormai è cristallino che lo sbarco di Daria Bignardi alla direzione di Rai3 abbia dato il via ad una vistosa sequela di arrivi e partenze. Per un “Arrivederci e grazie” più o meno diplomaticamente rifilato a qualcuno (citofonare Massimo Giannini), c’è un “Bentornato” già pronto per Gad Lerner. Dopo 16 anni dalla sua ultima fatica per la tv pubblica, il giornalista di origini libanesi è pronto a tornare tra le braccia di mamma Rai con un nuovo programma che andrà a rinfoltire la seconda serata della terza rete. Islam, Italia, questo il titolo scelto per la sestina di reportage (condotti tra Italia ed Europa, ma con tappe anche in Nigeria, Libano e Qatar), ognuno della durata di 50 minuti, in onda da stasera, ogni domenica, e confezionato ad hoc per veicolare l’attenzione del pubblico generalista su un tema tanto corteggiato quanto poco -e male- approfondito dal pianeta tv.

Dalla fede alle donne musulmane, passando per i rifugiati e lo jihadismo in Italia, tanti saranno i temi di stretta attualità che verranno approfonditi. Il telespettatore medio ormai è incastrato in un triste ingranaggio in cui l’associazione “Islam-Tv italiana” rievoca subito alla mente le risse da talk show, le sterili discussioni fondate su premesse sbagliate e su intenzioni degli interlocutori spesso fraintese o parecchio male interpretate. Insomma, viene consumato quotidianamente un tale maltrattamento della tematica che serve un nuovo approccio per fare chiarezza.

E chi sa che non sia proprio lo spigoloso Lerner a riuscire nell’impresa. Islam, Italia viene presentato come la testimonianza di quanto il nostro Paese si stia trasformando nel rapporto con la cultura musulmana contemporanea.

Racconto un mondo che ormai sta entrando a casa nostra, ma non ho un giudizio o un ritratto da dare sull’Islam italiano. E’ stata una bellissima sfacchinata, fatta di una marea di incontri, visite ed emozioni che tengo tutte qui nel taccuino“.

Queste alcune dichiarazioni del presentatore che, durante la conferenza stampa, si è speso in prima persona per chiarire anima e ambizioni di un progetto al quale mostra di tenere già molto:

“ (… ) questo programma ha a che fare con la mia storia personale, visto che sono arrivato dalla sponda sud del mare“, ha specificato con un rigurgito patriottico.

Il registro narrativo adottato è quello del reportage, il budget a disposizione non è di quelli stellari, al canonico studio televisivo si preferisce l’inchiesta itinerante condotta da un’equipe composta prevalentemente di donne. Il prodotto è firmato da Lerner e Laura Gnocchi, con Francesca Filiasi e Liviana Traversi, ed è a cura di Valentina Rosti.

Ho fatto l’inviato per la carta stampata, ma non ho mai raccontato attraverso le immagini. E questa esperienza è stata per me un lusso straordinario, finalmente fuori dalla gabbia del talk show“, ha sottolineato il giornalista 62enne.

Il progetto è stato costruito sui viaggi tra le piazze e i mercati, gli incontri in moschea con i fedeli in preghiera, le chiacchierate fatte sul campo con esponenti di diverso ceto e nazionalità. Insomma, squarciare il velo dei soliti triti pregiudizi sulla cultura islamica è stato il punto di partenza di questa nuova scommessa di Rai3, che va ad inserirsi nel solco tracciato da programmi on the road come FuoriRoma e a sposare la filosofia dello stare tra la folla per toccare con mano la materia viva oggetto del racconto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Islam Italia
ISLAM, ITALIA: GAD LERNER ‘INFEDELE’ TRA I SEGUACI DI ALLAH. BENE IL DEBUTTO


Ricchi e Poveri, Gad Lerner
Ricchi e Poveri: Gad Lerner mostra le disuguaglianze e cerca i contrasti. Ma la soluzione non c’è


Operai - Gad Lerner, Ken Loach
Operai: Gad Lerner dà voce ai lavoratori invisibili e sogna Marx


PIF
PALINSESTI RAI 2016/2017: I NUOVI ACQUISTI

2 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

20 novembre 2016 alle 19:20

Gli sventolerà il fazzoletto ?



2. Luca ha scritto:

20 novembre 2016 alle 20:31

Sta entrando a casa nostra ?
Si purtroppo perchè senza il nostro consenso



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.