7
novembre

LA PESSIMA INVOLUZIONE DEI CASTING TV

Casting @ Davide Maggio .it

Un tempo poter sperare di partecipare ad un programma tv era cosa comune.

Ma l’approccio del “castingando” era assolutamente differente. C’era la consapevolezza di dover avere una bella presenza e una buona dose di… spettacolarità.

La seconda aveva una rilevanza sicuramente maggiore rispetto alla prima che non era intesa nella sua accezione più ”tronistica” ma in quella più generale e decisamente più idonea di persona gradevole.

Chi si occupava di casting aveva ben presente che ad essere “in analisi” erano personaggi che, seppur per poco, dovevano contribuire alla riuscita di un programma televisivo con la conseguenza che anche l’approccio ai provini era senz’altro differente.

Il casting era visto, dai più, come una possibiltà per realizzare, nel breve termine, un piccolo sogno, quello di guadagnare un piccolo momento di popolarità sperando tra l’altro di poter arrotondare il proprio stipendio con l’eventuale vincita che il programma avrebbe potuto regalare.

Ci si imbatteva spesso e volentieri, per questo motivo, in personaggi singolari che diventavano parte integrante del programma e contribuivano al suo successo.

Adesso le cose sono cambiate : i casting sono diventati un’esclusiva per pochi eletti, anzi per pochi eletti particolarmente eruditi.

Quella che a mio avviso dovrebbe essere la caratteristica principale dei concorrenti dei programmi televisivi non è più un must ma semplicemente un’eventualità.

Ci si perde in difficoltosi quiz di cultura generale che di generico hanno ben poco richiedendo una cultura che va ben al di là del generale e si sottovaluta quella “dose di spettacolarità” che dovrebbe essere l’anima di un programma tv.

Ma non è finita qui. Soltanto per poter avere quello che è diventato un vero e proprio privilegio (poter provare a completare i beneamati quiz), si perde tempo in interviste telefoniche e, come se non bastasse, da singolari approfondimenti (sempre telefonici) ai quali fa seguito, eventualmente, il casting vero e proprio.

Casting vero e proprio che assomiglia, ormai, sempre più ad un esame universitario con la stessa snervante attesa che priva le selezioni di quella frivolezza e allegria che dovrebbe rispecchiare il mondo al quale consentono l’accesso… il mondo dello SPETTACOLO!

E se una rigidità può essere accettata relativamente a programmi che richiedono una certa preparazione culturale per la struttura stessa del gioco, in altri è senz’altro inappropriata e inaccettabile.

Soprattutto da quando i vecchi quiz di Mike Bongiorno che richiedevano una competenza specifica hanno lasciato il posto ai più generici game show.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti. I nostri quiz sono spesso piatti e noiosi e difficilmente, grazie a questo nuovo filone, si potrà sperare di avere concorrenti come quello che state per vedere…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Simona Ventura (XFactor) @ Davide Maggio .it
FATTI SCOPRIRE ANCHE TU DALLA MONA!


Grande Fratello casting (4)
GRANDE FRATELLO 13: DM AGLI OPEN CASTING MILANESI (VIDEO)


LA PESSIMA INVOLUZIONE DEI CASTING TV
JIMMY GHIONE A DM: SORPRESA A STRISCIA! NUOVI AVVICENDAMENTI ALLA CONDUZIONE


Lory-Del-Santo
LORY DEL SANTO A DM TV: HO RINUNCIATO A UOMINI E DONNE PERCHE’ AVEVO ALTRI IMPEGNI. SARO’ OVUNQUE!

41 Commenti dei lettori »

1. Gio' n.15 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 13:37

Premettendo che ho visto il video senza audio (ma dal labiale credo abbia ripetuto un centinaio di volte “”Oh my God!”") chiaramente, oltre ad essere alquanto fortunata, questa simpatica donzella incarna, secondo me, il prototipo del concorrente americano. Gi avevo avuto modo di notare come in game show come Identity ci siano personaggi che sembrano imbevuti di caffeina o altre sostanze altamente eccitanti, ma secondo me in Italia non vedremo mai persone del genere perchè non è nella nostra cultura. E anche vero che ormai i giochi in tv, in Italia, sono pieni di personaggi abbastanza “”piatti”" e al massimo, ogni tanto, si trova qualcuno un po estroso, in stile “”cabarettista”". Per quanto riguarda i provini, per ora mi è capitato di partecipare a qualcuno nellarco di circa 10 anni, e devo dire che ultimamente sembrano davvero più degli esami universitari, come dice Davide, fin dalla prima telefonata. Non dimenticherò mai la tensione per il provino telefonico di “”Chi vuol essere milionario?”" (allepoca er



2. Ruben ha scritto:

7 novembre 2007 alle 13:50

Ho conosciuto per esperienza personale 90 concorrenti di un quiz,leggevo da qualche parte ed ho capito che è cos che vengono scelti secondo questi parametri: Anche se non telegenico,molto preparato. Leggermente telegenico,anche con una preparazione media. Telegenico/a,anche se non preparato/a. Cos va in Italia,scriverlo è facile,ma magari quando uno partecipa ad un quiz,è troppo teso per rispondere alle domande o per le troppe registrazioni (6 giornaliere in due giorni),che evita di fare come quella concorrente Americana,anche perchè finiti i famosi 15 minuti di popolarit di Wahroliana memoria,si torna al lavoro/casa e se si è fatta una buffonata non è il massimo della vita.



3. Nickmasies87 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 14:26

Forse anche piu di un centinaio di volte la tizia ha detto “”Oh my god”"… Vabbè a parte questo, dallalto della mia (per ora unica) esperienza televisiva allEredit vi posso raccontare la mia visione personale dei fatti e di come ho affrontato psicologicamente lo stress prima del provino, durante il provino e dopo il provino, quando attendevo la fatidica chiamata da Roma.. Mi ricordo che la chiamata della redazione dellEredit , mi giunse una mattina, quando ero a scuola, ma, essendo a scuola, non potei rispondere e quindi, aspettai il pomeriggio per farmi richiamare.. Mi ricordo che il tizio al telefono non mi fece domande per verificare la mia preparazione di base, ma mi chiese cosa facevo, cosa non facevo nella vita, e alla fine della chiamata mi chiese di “”autopromuovermi”" per convincere gli autori, con un messaggio di 30 secondi, a prendermi per il provino. Passano pochi giorni e mi chiamano per il provino a Firenze, in un Hotel, dove mi ricordo, pensavo poco al fatto di essere chiamato in studio a R



4. Davide Maggio ha scritto:

7 novembre 2007 alle 16:02

@ Gio n.15 : condivido in pieno! @ Ruben : i criteri non sono sempre quelli soprattutto per alcuni quiz. Sulla tensione mi trovi pienamente daccordo. Probabilmente un personaggio qualunque, proprio a causa della tensione, può rivelarsi meno brillante di un concorrente più… televisivo; @ Nickmasies87 : il casting che hai indicato è il prototipo che, a mio avviso, dovrebbe essere seguito ma adesso allEredit non è più questa la prassi. Sulle “”esigenze”" di Amadeus… no comment. Scommetto che era lultimo giorno di registrazione della settimana, vero?!?



5. Nickmasies87 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 16:57

Si, era di Giovedi, quando sono andato io..quindi lultimo giorno di registrazione della settimana (Martedi, Mercoledi e Giovedi)…ora non so come è, tu che sei andato nelledizione di Conti, i giorni di registrazione sono sempre gli stessi immagino.. Menomale che cè il rimborso…



6. Davide Maggio ha scritto:

7 novembre 2007 alle 17:08

@ Nickmasies87 : era importante solo sapere se fosse lultimo giorno di registrazione visto che con molta probabilita i motivi personali erano… un volo che lo aspettava per il ritorno a milano. Prima il rimborso era di un milione di lire… il cosiddetto premio partita. Ora nei nostri quiz non danno nemmeno quello.



7. Nickmasies87 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 17:37

Esattamente era proprio il volo per milano…(non è che il fatto di aver spostato lEredit da Mi a Roma abbia contribuito a far abbandonare Ama, la conduzione dellEredit ..in fondo, è un bel viaggetto da Roma a Milano 3 volte a settimana) Il rimborso spese? 50 Forfettari , calcolato in base alla distanza tra Pistoia e Roma e neanche totale, visto che il biglietto è costato circa 60 …



8. Mibemolle ha scritto:

7 novembre 2007 alle 17:53

mah….. io il casting delleredit lho fatto…. e le domande erano tuttatro che di cultura “”generale”"…. a questo punto molto meglio quelle di 1vs100 che sono divise in 14 materie e per oni materia ce una domanda facile (ma veramente facile) una media e una difficile… dicono (dicono, non ho prove) che per passare al “”muro”" basti rispondere alle 14 facili….. per i concorrenti singoli è una mezza via crucis, invece….. aggiungo che come “”sensazione”" personale , credo che vengano preferiti concorrenti con delle “”materie forti”" in cui sono parteicamente tuttologi (una specie dei vecchi “”esperti “” di mike, ma piu allacqua di rose) piuttosto di gente con una cultura veramente “”generale”"…. sensazioni?



9. Davide Maggio ha scritto:

7 novembre 2007 alle 18:22

@ Nickmasies87 : stai scherzando, spero! Mediaset ha voluto strappare a tutti i costi alla RAI il conduttore che da anni vinceva col preserale e lofferta ha fatto si che Ama sia uno dei conduttori più pagati;



10. Mibemolle ha scritto:

7 novembre 2007 alle 18:26

scusate scrivo da cani, mi mangio le lettere….



11. scorcione ha scritto:

7 novembre 2007 alle 18:28

Io sono contro i provini telefonici: come fa, qualcuno, a capire chi cè dallaltra parte della cornetta solo dalla voce? Da studi recenti di “”nonricordochi”", è emerso che luomo ha un pessimo rapporto con il telefono se si tratta di cose diverse dalla quotidianit ; lostilit maggiore la manifestano quando si telefona per questioni di lavoro. E questo nonostante siano molto attratti dal cosiddetto telefonino, ma averlo non significa averci un buon rapporto (stessa cosa del matrimonio: avere un/una consorte non significa andarci per forza daccordo, ;-)) Molto meglio i casting in loco, magari sapendo dallinizio cosa la produzione sta cercando (i telegenici, i preparati o un mix), almeno uno sa di che morte morire. Forse, esaurita la prassi culturale di rito, ci vorrebbero più persone alla Gianni Ippoliti per effettuare la scelta del “”personaggio”" da proporre come concorrente. Quindi condivido con voi la necessit della spensieratezza al “”percorso ad ostacoli”" che i casting di oggi intavolano. Piervito



12. ciaobin78 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 19:24

hO APPENA VISTO IL VIDEO, DAVVERO DIVERTENTISSIMO :- )



13. ciaobin78 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 19:25

Scusate il maiuscolo



14. Beppo ha scritto:

7 novembre 2007 alle 20:55

Consiglio a tutti voi di seguire la puntata di domani di “”Chi vuol essere milionario”"! Forse è finalmente arrivato il concorrente “”perfetto”". Intelligente, colto, preparato e… simpatico, divertente e “”spettacolare”"! a domani sera! :D



15. Dado83 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 21:04

Io sono un “”veterano”" dei casting,ne ho fatti tantissimi. Di professione faccio lattore,quindi sono abituato a farne continuamente. Ho fatto provini anche per quiz,e mi trovo daccordo con tutti quanti voi! ;-)



16. Nickmasies87 ha scritto:

7 novembre 2007 alle 22:22

@Davide.. Beh, forse lho sparata grossa..



17. Lele ha scritto:

8 novembre 2007 alle 22:23

Indovino qualche risposta coniugando nozioni, buonsenso e fortuna… So parlare decentemente litaliano… Rispetto le buone maniere… Faccio la doccia tutte le mattine… Non aspiro alla celebrit né cerco lOccasione… Voglio “”solo spillare”" lecitamente qualche soldo a qualcuno che lo mette in palio, mettendomi alla prova. E invece mi si chiede di sprizzare originalit da tutti i pori, di recitare la parte dell”"aspirante”", di essere pronto a prendere giornate di ferie, di spostarmi qua e l per lItalia per posare davanti ad una polaroid (le producono ancora solo per Loro) e per sostenere colloqui (in cui devo dimostrare di avere almeno 1 hobby, 1 passione, 1 epoca preferita, 1 interesse musicale, 1 sport praticato, 1 libro letto di recente, 1 giornale di riferimento, 1 radio del cuore, 1 animale domestico, 1 unopinione di me -anzi 2: una positiva e laltra negativa- ma soprattutto 1 abito completo e 1 spezzato che non siano entrambi scuri!). Ma io un lavoro ce lho gi : volevo solo divertirmi! ;)



18. gwendalyne ha scritto:

9 novembre 2007 alle 16:05

Io di casting per quiz televisivi ne so qualcosa, poiché due o tre anni fa ho fatto domanda per partecipare sia a “”Leredit “” sia a “”Passaparola”". I primi a contattarmi telefonicamente sono stati quelli della Rai, i quali, oltre a pormi qualche quesito di cultura generale, mi hanno chiesto di parlare un po di me. Poiché ai quiz avevo risposto bene, suppongo che sia stata la mia cronica imbranataggine, emersa durante la telefonata, a fregarmi… infatti non sono più stata richiamata. In seguito sono stata contattata dalla redazione di “”Passaparola”"; al colloquio telefonico, in quel caso, ha fatto seguito il casting vero e proprio a Napoli. A preoccuparmi di più non sono state le domande scritte, ma la parte in cui dovevo presentarmi e parlare di me davanti alla videocamera. Non so ancora come ho fatto, ma si vede che me la sono cavata benino, perché alla fine mi hanno scelta per partecipare alla trasmissione! Detto questo, credo che la preparazione sia importante eccome, soprattutto per quiz come quelli



19. PHILOSOPHO ha scritto:

11 novembre 2007 alle 19:58

io cambierei radicalmente quelli che scelgono i concorrenti del “”milionario”" di Gerry Scotti! Il 90% della gente che si siede l fa parte della categoria “”ignoranti patentati”"! E godo come un maiale ogni volta che perdono. Che imparino a studiare quegli ignoranti che offendono la cultura che io amo! Stasera è emblematico il caso di un autentico pirla che si è seduto l: non sapeva la domanda da 2000 euro e ha chiesto il computer, non sapeva la domanda da 4000 euro e ha prima chieso il pubblico e poi ha cambiato la domanda (anche se il pubblico gli aveva consigliato giusto) poi quella da 4000 cambiata era facilissima (quale di questi pianeti è più distante dalla Terra..lo sanno anche i bambini!) ma lui natuiralmente nn la sapeva…risultato? Ha ciamato a casa….e quando anche l nn ha trovato risposte, ha deciso di fermarsi a 2000 euro. Si impiccasse uno cos farebbe solo una figura migliore! Era pure avvocato…. W Carlo Conti e la sua “”Eredit “”!



20. PHILOSOPHO ha scritto:

11 novembre 2007 alle 19:58

io cambierei radicalmente quelli che scelgono i concorrenti del “”milionario”" di Gerry Scotti! Il 90% della gente che si siede l fa parte della categoria “”ignoranti patentati”"! E godo come un maiale ogni volta che perdono. Che imparino a studiare quegli ignoranti che offendono la cultura che io amo! Stasera è emblematico il caso di un autentico pirla che si è seduto l: non sapeva la domanda da 2000 euro e ha chiesto il computer, non sapeva la domanda da 4000 euro e ha prima chieso il pubblico e poi ha cambiato la domanda (anche se il pubblico gli aveva consigliato giusto) poi quella da 4000 cambiata era facilissima (quale di questi pianeti è più distante dalla Terra..lo sanno anche i bambini!) ma lui natuiralmente nn la sapeva…risultato? Ha ciamato a casa….e quando anche l nn ha trovato risposte, ha deciso di fermarsi a 2000 euro. Si impiccasse uno cos farebbe solo una figura migliore! Era pure avvocato…. W Carlo Conti e la sua “”Eredit “”!



21. Gio' n.15 ha scritto:

11 novembre 2007 alle 23:21

E proprio in casi come questo che mi chiedo “”Come hanno fatto?”", considerando che la selezione per arrivare a seders su quella sedia è molto dura! Ci deve essere qualcosa che non va nelle selezioni… vuoi vedere che io faccio tanta fatica a rispondere correttamente a tutte le domande dei casting e invece vogliono gente più ignorante? :)



22. PHILOSOPHO ha scritto:

12 novembre 2007 alle 00:16

proprio una vergogna per lumanit intera altrochè…pure “”non è la mia materia”" ha commentato..ma perchè? quale sarebbe?



23. Davide Maggio ha scritto:

12 novembre 2007 alle 00:20

@ Gio n.15 : il responsabile dei casting è cambiato. Cè, tra i nuovi arrivati, lex casting director di 1 Contro 100; @ PHILOSOPHO : dai philosopho non esageriamo pero… una vergogna per lumanit intera mi sembra un pizzico eccessivo. Su..



24. Stefan ha scritto:

12 novembre 2007 alle 16:22

La domanda, alla fine, è sempre quella: che differenza cè tra “”cultura”" e “”nozionismo”", ovvero avere una visione coerente (ancorchè non profondissima) di uno o più campi dello scibile o sapere a pappagallo alcune nozioni….che è quello che vogliono i quiz. Non ti viene chiesto un commento ad un passo della Divina Commedia, ma, al massimo, il nome del Latini



25. Rigo ha scritto:

14 novembre 2007 alle 17:52

Ciao, ho una domanda.Sono di Firenze. Ieri mi hanno chiamato per il casting di “”1contro100″”, mi trovavo in Auto, e in quel punto il segnale andava e veniva. La signorina mi ha chiesto tutte le varie generalit , e dopo averle inserite nel Pc, mi stava dicendo la data, ora e luogo del Casting. Purtroppo ho capito soltanto Venerdi alle 12 al Grand Hotel……..e poi la comunicazione, ha iniziato con la voce metallica, per poi finire con la disconnessione. Siccome il numero era logicamente Privato, e loro non mi hanno richiamato, volevo sapere, se tra di voi, cè chi deve o ha gi fatto il provino, e se gentilmente mi può dire il nome del Grand Hotel a Firenze. Ho chiamato 5 Grand Hotel, ma nessuno di questi ospiter dei Casting. Aitutatemi, Vi Prego. Grazie



26. Pinkangel ha scritto:

23 novembre 2007 alle 17:22

Ciao a tutti! Gioved devo fare il provino per leredit !! Chi mi d qualche dritta e/o indicazione riguardo alle domande (Quiz) che ti fanno?!? GRAZIE!



27. Mibemolle ha scritto:

23 novembre 2007 alle 19:51

un foglio con delle domande a risposta aperta, poi delle “”ghigliottine”", giochi di logica, serie numeriche, associazioni di idee… per lo meno non puramente nozionistico…..



28. PHILOSOPHO ha scritto:

24 novembre 2007 alle 20:10

Io critico pesantemente questo schema, seguito dal 90% di quelli che si siedono l (ci sono anche quelli bravi e meritevoli, è vero, difatti quelli i soldi se li sono meritati in pieno): 2000 euro –> uso il pubblico 4000 euro –> uso il computer 8000 euro –> uso la telefonata 16000 euro –> uso lo switch e gi cos arrivano ad una bella cifra senza sapere un emerito cazzo e di loro non hanno messo niente, salvo le prime domandine idiote (che dovebbero togliere perchè sono un offesa allintelligenza). Poi che succede? 35000 euro –> non la so, ma la sparo tanto non perdo nulla (e 80% delle volte hanno un culo strepitoso) 70000 euro –> non la so, prendo i soldi e scappo. E stasera puntualmente è accaduto questo, ed è sempre accaduto cos e sempre cos accadr , col … sotto di turno che non sa una ceppa e non offre un minimo di spettacolo, salvo rarissime eccezioni di gente che tanti soldi se li è davvero meritati, su tutti il ragazzo che ha vinto il montepremi. Ora ditemi voi se



29. Davide Maggio ha scritto:

25 novembre 2007 alle 01:09

@ PHILOSOPHO : purtroppo non mi trovi daccordo… secondo il tuo punto di vista, i programmi tv dovrebbero essere riservati a mostri di cultura e ti infervori anche ogni volta che un concorrente non conosce una domanda che tu non conosci. A mio avviso è lottica sbagliata… in tv bisogna portare gente fresca, allegra e senzaltro preparata ma non dei docenti universitari o dei secchioni che fanno addormentare il pubblico. E lo fanno addormentare non perche siano noiosi (cosa tra laltro molto frequente) ma perchè bisogna considerare TUTTO il pubblico che guarda la tv e mantenersi nella media. Mentre i ragionamenti arzigogolati non sono comprensibili da tutti… la simpatia e lallegria riescono a strappare un sorriso a tutti. Non a caso alla fine degli anni 80 si decise di finirla con i quiz monotematici per allargare la… platea!



30. Gio ha scritto:

25 novembre 2007 alle 02:06

@PHILOSOPHO: concordo con te sullultima parte del discorso, ovvero “”Chi vuol essere milionario?”" dovrebbe invogliare i concorrenti a proseguire fino a vincere il famoso milione. E lo stesso problema che cè anche a “”1 contro 100″”. Di fronte a cifre



31. Ginobili87 ha scritto:

8 dicembre 2007 alle 18:10

Ciao a tutti! sono anche io un “”cliente interessato”" dellargomento…la scorsa settimana sono stato chiamato,mi sono state rivolte le domande ecc. Il tipo al telefono(molto gentile)mi ha detto che ero andato benissimo e mi ha chiesto di mandargli due mie foto via e-mail…per pura curiosit voi dopo quanto tempo siete stati richiamati per la “”prova”" in hotel(quella con il foglio per intenderci)? Grazie ciao



32. alessandro ceriotti ha scritto:

11 dicembre 2007 alle 10:13

e se invece di farli in tv li spostassero su internet?? cosi i tossici di reality che comunque li guardano nn avrebbero a ridire, e chivuole stare più tranquillo e avere i classici telefilm o fil alla sera è accontentato pure lui… hanno gi iniziato, guardare per credere… [moderato dallamministratore] forse la soluzione ai nostri mali televisivi..



33. Davide Maggio ha scritto:

14 dicembre 2007 alle 02:02

@ alessandro ceriotti : e il secondo commenti in cui inserisci un link ad un sito esterno. Evita di farlo nuovamente per favore e inseriscilo in fase di commento nellapposito spazio.



34. Graziano ha scritto:

14 dicembre 2007 alle 11:47

Chi è sta pazza? :D



[...] seconda, invece, è individuabile in quella che ho definito come la pessima involuzione dei casting tv che hanno, ormai, come fine precipuo il reperimento di ”pozzi di [...]



36. vicio80 ha scritto:

3 gennaio 2008 alle 19:56

Questi provini fanno quasi paura, in confronto a quello che ho sostenuto io. E pur vero che per partecipare a Prendere o Lasciare non bisogna essere dei geni. A me hanno fatto richieste molto particolari quasi da animatore.La più stupida è stata:fammi la danza della pioggia.Richieste che non ho esaudito tantè che ero convinto che non mi avrebbero preso.Invece da quel provino scelsero solo me e un altro ragazzo. Per il milionario e 1vs100 ho chiamato miliardi di volte ma mai sono stato contattato.



37. Fabrix ha scritto:

13 gennaio 2008 alle 01:46

Sono stato chiamato, a giorni, a Torino x partecipare ad una selezione x il gioco televisivo di Frizzi…..I SOLITI IGNOTI. Cè qualcuno che ha gi partecipato ad un casting x questo gioco e s dirmi in che cosa consiste la selezione? Grazie anticipate….



38. Patrizia ha scritto:

10 aprile 2008 alle 19:03

non sono riuscita a partecipare a nessun gioco ditemi come avete fatto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



[...] mio parere, invece, oltre a ritenere che ci sia una pessima involuzione del settore, credo che i nostri casting director siano a volte un [...]



40. midian ha scritto:

16 settembre 2008 alle 22:45

Ciao a tutti…è la prima volta ke scrivo…Ieri sn stata contattata per il provino delleredit …Sinceramente non ho idea di cosa mi aspetti…Volevo chiedervi se il responso mi verr dato subito o se devo aspettare unaltra loro telefonata…fatemi sapere e ditemi tutto ciò ke sapete su cosa mi chiederanno e cosa mi faranno fare…baci



41. pierpaolo ha scritto:

18 novembre 2010 alle 16:05

mi piace navigare su internet



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.