8
novembre

POMERIGGIO CINQUE: CAOS PER IL PRETE AMANTE DI SCAFATI. I CITTADINI STACCANO I CAVI PER FAR SALTARE IL COLLEGAMENTO

Pomeriggio 5 - il caso del prete amante di Scafati

Pomeriggio 5 - il caso del prete amante di Scafati

Questo servizio non s’ha da fare, così si potrebbe intitolare una parte della puntata di Pomeriggio Cinque, andata in onda ieri, 7 novembre 2016. Gli spettatori del programma non hanno potuto non cogliere un certo clima di caos nel salotto di Barbara D’Urso. Galeotto fu il collegamento con Scafati, in provincia di Salerno, in cui si trovava l’inviata Cristina Battista per parlare di un adulterio delle ultime ore. Nulla di eclatante, se non fosse che l’amante coinvolto nel fattaccio sarebbe il prete che in passato aveva sposato la coppia in crisi.

Proprio mentre si stavano fornendo le delucidazioni del caso, ecco verificarsi i primi intoppi. Fra voci di sottofondo, bruschi spostamenti dell’inquadratura e l’accalcarsi di persone intorno alla giornalista, un’ignara conduttrice ha cercato di capire cosa stesse succedendo. Ripristinato il collegamento dopo alcuni istanti di incertezza, l’inviata di Pomeriggio Cinque cerca di spiegare le ragioni dell’inaspettato trambusto. L’amministrazione campana – reputando non fosse il caso di stuzzicare le persone direttamente coinvolte nel fattaccio – non avrebbe, difatti, dato il permesso alla troupe di Canale 5 di occupare il suolo pubblico. Ragion per cui un cittadino della frazione campana si sarebbe offerto di ospitare giornalista e cameraman nella sua abitazione per permettergli le riprese. Lo stesso cittadino, però, intimorito da alcune (non meglio specificate) telefonate di minaccia, ricevute durante la trasmissione, avrebbe poi fatto dietrofront e imposto alla troupe di levar baracca e burattini.

Se in un primo momento la situazione sembrava fosse rientrata – nonostante a Scafati il caos sia regnato sovrano dall’inizio alla fine, tanto che la malcapitata giornalista ha cercato più volte di far tacere il gruppetto di persone riunitosi lì vicino, chiedendo loro di lasciarle fare il suo lavoro – la situazione ha conosciuto un inaspettato epilogo quando qualcuno dei cittadini di Scafati ha pensato bene di staccare i cavi, ponendo fine al (bistrattato) collegamento.

A nulla sono serviti i richiami della padrona di casa del programma, che poco prima aveva manifestato il desiderio di confrontarsi con alcuni rappresentanti dell’amministrazione locale per poter capire da cosa nascesse una tale reticenza. “Staccare i cavi è assurdo” – ha chiosato la presentatrice, trovatasi di fronte ad uno schermo nero – “Io non censuro nessuno, sono loro che, staccando i cavi, censurano noi. Ma perché?”, si è chiesta la donna, non riuscendo a comprendere le ragioni di un simile atteggiamento.



Articoli che potrebbero interessarti


Barbara D'Urso piange
POMERIGGIO CINQUE: LA COMMOZIONE DI BARBARA D’URSO ALLA TELEFONATA DEL DIRETTORE DELL’HOTEL RIGOPIANO


Barbara D'Urso - Pomeriggio 5
POMERIGGIO CINQUE: BARBARA D’URSO RIMETTE IN RIGA IL PAPARAZZO


Pomeriggio Cinque - D'Urso, Mosetti e Nuccetelli
POMERIGGIO CINQUE, BOTTA E RISPOSTA TRA BARBARA D’URSO E LA MOSETTI. ANTONELLA FUORI ONDA: E’ FINITO QUESTO BEL PROGRAMMA?


Pomeriggio Cinque
POMERIGGIO CINQUE: AL VIA LA NUOVA EDIZIONE, ED E’ GIA’ POLEMICA CON CRISTIAN E TARA (BEH, VABBE’…)

1 Commento dei lettori »

1. LaTVindiretta ha scritto:

8 novembre 2016 alle 16:51

Questo è il motivo!

SHOCK! Scoppia un nuovo caso sulla D’Urso! Ieri nel servizio con urla, risse e telecamere staccate, hanno confuso un prete per un altro, andando in onda dalla parrocchia sbagliata! Sono insorti sui social gli abitanti!!

Ecco le prove:
@serylong “Cara barbara ieri a scafati hai messo alla gogna un prete PULITO ONESTO che non c’entra Niente! HAI SBAGLIATO CHIESA! non è quello il prete ad essere coinvolto nello scandalo riportato dal Gazzettino! Informatevi bene. Non capisco perché nessuno ieri si è fatto intervistare per chiarire le cose.”

Ma non si vergognano a POMERIGGIO CINQUE? I commenti li lascio a voi…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.