17
ottobre

I SIMPSON: PROBLEMI DI COPPIA PER HOMER E MARGE E IL COMING OUT DI SMITHERS NELLA VENTISETTESIMA STAGIONE DA OGGI SU ITALIA1

I Simpson

I pomeriggi di Italia 1 tornano a tingersi di giallo. Niente paura: nessun thriller in arrivo, ma solo tanto umorismo. Quello che da sempre caratterizza le vicende dei Simpson: la famiglia più strampalata della tv a stelle e strisce, la cui 27esima stagione sbarca oggi sul canale diretto da Laura Casarotto, in prima visione assoluta, dalle 14.25 (dopo un episodio del ciclo precedente). Una delle chiavi del successo della serie animata, che in Italia costituisce l’appuntamento quotidiano di circa 2.000.000 di telespettatori, è la capacità di far emergere in superficie, con fare a tratti impietoso e a tratti scanzonato, vizi e virtù dei nostri tempi.

Le storture della società moderna, la cultura, la televisione stessa sono soltanto alcune delle cavie da laboratorio vivisezionate con lucidità dagli autori dello show nel corso degli anni. Ambientata nell’immaginaria Springfield, la sitcom animata, creata nel 1987 dal fumettista Matt Groening, è divenuta, nella sua corsa (quasi) trentennale, un vero e proprio cult, finendo con l’influenzare anche il linguaggio (e la cultura) popolare. Se nel gennaio 2000 la serie era riuscita a conquistare l’ambita stella nella Hollywood Walk of Fame, risale invece al 2001 la scelta di inserire nell’Oxford English Dictionary l’esclamazione contrariata “D’oh!” con cui l’inaffidabile e buontempone Homer usa commentare le proprie sventure.

Ricca di colpi di scena legati all’attualità è la nuova stagione, composta da ventidue episodi. Nella prima puntata, dopo aver provato ad andare dallo psicoterapeuta di coppia, incapaci di trovare una soluzione ai loro problemi, i coniugi Simpson scelgono di separarsi. Spazio anche alla tematica LGBT, fulcro della diciassettesima puntata, quando Smithers, il fido assistente di Burns, fa finalmente coming out e viene aiutato da Homer a trovare un fidanzato, attraverso una famosa app di incontri omosex (maggiori info qui). La politica, in ultimo, fornisce lo spunto per l’episodio conclusivo della stagione, con un brulichio di riferimenti all’election day e ai due attuali candidati alla Casabianca, Donald Trump e Hilary Clinton.

Di seguito le anticipazioni del primo episodio:

27×01: Il sogno di un uomo

A seguito di un incidente avvenuto alla Centrale Nucleare, Homer viene ricoverato in ospedale dove il Dr. Hibbert scopre che soffre di narcolessia che gli impediscono sia di lavorare correttamente, sia di passare più tempo con la famiglia e, pertanto, gli prescrive dei farmaci. Recatosi in farmacia, Homer non riesce ad acquistare i medicinali di cui ha bisogno a causa della coda formatasi ed è costretto a tornare a casa a mani vuote. Senza la terapia, Homer passa le nottate ad ubriacarsi al bar di Boe e, quando Marge scopre che questo fatto è la causa delle sue disattenzioni e della sua superficialità, decide di rivolgersi per l’ennesima volta ad uno psicoterapeuta. Lo specialista, consapevole della serietà della situazione, suggerisce ai due di trascorrere un periodo di tempo separati. Deciso a voler risolvere i problemi matrimoniali, Homer si reca nuovamente in farmacia a comprare le medicine per la narcolessia ma, una volta arrivato, si innamora della farmacista Candace, con la quale inizia ad avere una relazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


I Simpson Il Grande Grassby
I Simpson: la 28esima stagione sbarca su Italia 1


Giuliana De Sio e Maykel Fonts
Pagelle TV della Settimana, 17-23 Aprile 2017. Promossi I Simpson e De Sio. Bocciate la verità di Morgan e la non eliminazione di Amici


I Simpson
I Simpson compiono 30 anni: 10 curiosità sull’irriverente famiglia americana


James-Van-Der-Beek
SERIE TV NEWS: TWIN PEAKS, SCANDAL, I SIMPSON, THE MAN IN THE HIGH CASTLE E ALTRE NOVITÀ

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.