28
settembre

RAI: ECCO I PROGRAMMI PIÙ COSTOSI DEL 2016. CI SONO SANREMO, IL CAPODANNO, LAURA E PAOLA

Festival di Sanremo

Ai vertici c’è il Festival di Sanremo, con più di 15mila euro al minuto. Ma anche il Capodanno in diretta e gli speciali di Alberto Angela non sono da meno. E nella lista – c’era da aspettarselo – spuntano anche Laura Pausini e Paola Cortellesi con il loro show. Ci sono cifre da capogiro nel “Piano di produzione” Rai pubblicato da Repubblica. Il documento contabile, ottenuto tramite la disponibilità di un senatore della Vigilanza, contiene l’elenco dei programmi più costosi del 2016 e quindi gli investimenti erogati del servizio pubblico per alcune delle sue trasmissioni. Ecco i dettagli.

L’elenco è dominato, con una certa facilità, dal Festival di Sanremo: l’ultima edizione della kermesse, condotta da Carlo Conti, sarebbe costata più di 3milioni di euro a puntata, vale a dire 15.332 euro al minuto (considerando una durata media di 200 minuti a puntata). Anche il Sanremo Giovani 2016 figura tra i programmi più onerosi. L’evento 2016 compare nel documento del servizio pubblico, con un costo di 1.481.825 euro, cioè 12.348 euro al minuto.

Il Capodanno 2016 su Rai1 compare altresì nel suddetto piano. La festa, trasmessa in diretta da Matera, sarebbe costata 1.803.150 euro, pari a 15.026 euro al minuto. Un bel botto di fine anno, insomma. In questo caso, però, bisogna capire se a tale importo va sottratta la somma di denaro, piuttosto cospicua, che la regione Basilicata sborsa per ospitare l’evento.

E anche la cultura fa sentire tutto il proprio peso (economico): Stanotte a Firenze, il documentario trasmesso a giugno su Rai1 e realizzato da Alberto Angela con tecnologie di ultima generazione, sarebbe costato 1.606.907 euro; 13.390 euro al minuto. Secondo Repubblica, l’edizione del programma prevista per fine anno costerà anche di più (1.803.000 euro).

Laura & Paola (Repubblica lo riporta come Duemilaluci) con Pausini e Cortellesi, avrebbe avuto un costo a puntata di 1.266.225 euro, vale a dire 10.551 euro al minuto. Il programma di tre puntate era stato segnalato anche come una delle produzioni esterne più costose per il servizio pubblico. E il Sogno Azzurro di Antonella Clerici, trasmesso su Rai1 alla vigilia degli Europei? 1.190.300 euro a puntata, pari a 9.919 euro ogni sessanta secondi.

E, visto che il 2016 non è ancora finito, nel documento compare anche Le dieci cose più belle, programma di Magnolia scritto da Valter Veltroni e previsto per l’autunno nel fine settimana di Rai1. Costo stimato: a puntata 1.063.475 euro; al minuto 8.862 euro. Viste le cifre sinora snocciolate, Milly Carlucci può ritenersi ‘risparmiosa’: il suo Ballando con le Stelle costerebbe 1.020.046 euro a puntata (8.500 euro al minuto).

Passiamo ora al fronte Rai2. Per The Voice of Italy, che è risultata la produzione più onerosa per la Rai (il servizio pubblico ha pagato 9.311.800 euro a Talpa), sarebbero stati stanziati 1.009.653 euro a puntata per un totale di 14 appuntamenti e per un costo al minuto di 6.310 euro. Su Rai3, il Rischiatutto di Fabio Fazio si fermerebbe a quota 629 mila 416 euro a puntata. Il Concertone del primo maggio batte il telequiz: l’evento unico di piazza S. Giovanni costerebbe alla Rai  668.405 euro (4.456 euro al minuto). Una cifra tutt’altro che popolare.



Articoli che potrebbero interessarti


Fazio Littizzetto sanremo
FESTIVAL DI SANREMO, LA CORTE DEI CONTI: COSTI SUPERIORI AI RICAVI. ECCO LE CIFRE


Ballando all'ariston
FESTIVAL DI SANREMO 2012: MILLY CARLUCCI LE PROVA DAVVERO TUTTE


dm live base17feb
SANREMO LIVE24: 17 FEBBRAIO 2012. SAMUELE BERSANI E IL PIACERE DELL’ATTESA, MARLENE KUNTZ JUNIOR E LA CAREZZA DI BELEN, SANTORO CONTRO IL FESTIVAL


dmchart
DM CHARTS: AMICI E L’ISOLA DEI FAMOSI SI DIVIDONO LO SCETTRO DI MIGLIORE SIGLA TV DEL NUOVO MILLENNIO. CARRAMBA AD UN PASSO DALLA VETTA

6 Commenti dei lettori »

1. controcorrente ha scritto:

28 settembre 2016 alle 18:24

finalmente capiamo.. che e’ una balla che in tv non ci son piu soldi per fare grandi show come quelli di un tempo.. (che negli anni 80 costavano tra gli 800 mln e il miliardo di lire).. e ora invece senza quei balletti e quei cast spettacolari.. costano 1,2 – 1,5 mln di euro ??? qui cìè qualcosa che non mi quadra.. penso che il grosso di questi soldi vadano alle case di produzione.. e per il varieta’ vero e proprio rimanga la meta’ o poco piu’..UNA VERGOGNA



2. Fabio ha scritto:

28 settembre 2016 alle 20:33

Povera milly, e’quella con il budget più basso ma nonostante tutto riesce sempre a fare un programma godibile



3. Guasty_95 ha scritto:

29 settembre 2016 alle 00:07

Mamma mia… non oso immaginare le cifre di un possibile Eurovision Song Contest organizzato dalla Rai. Mi chiedo se all’estero siano così contenti di realizzarlo come ci fanno credere o in realtà anche le altre tv pubbliche si vorrebbero togliere il peso di produrlo.

Ma in tutti i soldi dei programmi cosa vi sono compresi? Oltre ai costi di realizzazione, vi sono inclusi i cachet dei presentatori? Tanto per sapere. Fatto sta che la Rai, a parte queste cifrone, spreca tantissimo denaro, anche in fiction inutili, mentre invece dovrebbero puntare più su nuovi show a basso costo per Rai 1.



4. Rupert05 ha scritto:

29 settembre 2016 alle 10:32

Per una corretta analisi, sarebbe opportuno capire anche quanto in termini pubblicitari e di ascolto hanno reso tali programmi. Se hanno floppato o se invece sono stati redditizi. È come se tu pagassi tanto un calciatore che poi però ti fa vincere il triplete!



5. Franchino ha scritto:

29 settembre 2016 alle 15:24

I soldi meglio spesi? The voice :P



6. mafalda ha scritto:

29 settembre 2016 alle 16:34

Alla dirigenza Rai: risparmiate gente, risparmiate



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.