26
luglio

RAI ACADEMY: METÀ VIALE MAZZINI TORNA A SCUOLA. “VOGLIAMO RAFFORZARE E TRATTENERE LE COMPETENZE”

Rai

Una scuola di formazione per il personale ed i professionisti del servizio pubblico. E’ l’ambizioso obiettivo di Rai Academy, l’iniziativa interna che l’emittente di Viale Mazzini si appresta ad attuare su indicazione dei propri vertici aziendali. “Vogliamo rafforzare e trattenere le competenze” ha spiegato il DG Antonio Campo Dall’Orto al CdA riunitosi per la presentazione del Piano trasparenza (qui tutti gli stipendi dei dirigenti). Il top manager ha poi descritto i tratti generali dell’operazione.

Il progetto si declinerà in un modello “misto” tra apprendimento e aggiornamento professionale sul campo con l’obiettivo di arricchire e innovare l’offerta formativa e renderla più omogenea e organica. Il programma di formazione partirà dal 2017 e si estenderà inizialmente nell’arco di un triennio. L’investimento previsto è di cinque milioni di euro all’anno, per un totale di 15 milioni di euro. “Una somma ingente“, aveva ammesso lo stesso Campo Dall’Orto in un’intervista al Messaggero.

La formazione coinvolgerà un numero molto ampio di persone, fino al 50% del personale Rai. L’operazione prenderà forma attraverso due diverse tipologie: una formazione trasversale e diffusa e un ambito di eccellenza che – spiegano da Viale Mazzini – “mirerà a formare una nuova classe dirigente, non solo per l’azienda ma anche per il Sistema paese“.

Come spiegato davanti al Cda riunito, il progetto prevede un iniziale processo di mappatura dei profili professionali e delle competenze del personale, che terminerà entro la fine del 2016. La manovra sarà accompagnata dall’individuazione delle aree dove la necessità di crescita professionale è più urgente ai fini dell’implementazione del piano industriale.

Campo Dall’Orto aveva anticipato alla stampa di volersi associare anche alle maggiori università italiane, oltre che alle strutture di formazione già in funzione, come la scuola di Perugia. “Faremo da un lato una formazione molto diffusa, e dall’altro lato una formazione più specialistica e di alto livello” aveva detto.

Rai Academy sarà aperta al contributo di tutti gli stakeholders, a partire in primo luogo dalle Organizzazioni Sindacali e dei dipendenti Rai. La formazione, come anticipato, riguarderà vari ruoli professionali all’interno dell’azienda: saranno quindi coinvolti anche i conduttori tv ed i volti noti dell’informazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Milena Gabanelli
Milena Gabanelli sul piano news: «Se non si procede non intendo intascare un minuto di più di uno stipendio pagato dai cittadini»


Antonio Campo Dall'Orto
Rai, il CdA boccia il piano informazione di Campo Dall’Orto. Vota contro anche Monica Maggioni


Fabio Fazio
Fabio Fazio si mette su piazza: «Non posso rimanere in Rai se vengo considerato un costo e non un valore». Non gli basta essere già tra i più pagati?


CdA Rai
CdA Rai, tetto stipendi: autoregolamentazione entro il 2 giugno. Delia Gandini nominata all’Anticorruzione

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.