17
luglio

UNA “QUINCEANERA” DI APPLAUSI

Davide, Mattia... e La Quinceañera

Ci siamo. Oggi – domenica 17 luglio 2016 – alle 21.10 su Real Time parte La Quinceañera – 15 anni da favola. E’ una docu in due puntate – la seconda domenica prossima - co-prodotta per Discovery Italia da Toro e mediaMai, la factory creativa fondata da Davide Maggio e Mattia Buonocore, che credo conosciate molto bene.

Ora, io questo articolo non lo dovrei neanche scrivere. E loro due, quando lo leggeranno insieme a voi, non ne saranno molto contenti. Ma, benché le direttive ricevute fossero altre, non potevo non commentare il loro esordio come produttori, così ho deciso di procedere in solitaria preparandomi a prendere un bel cazziatone (neanche fosse il primo!).

Non starò qui a chiedervi di guardare La Quinceañera. Né tantomeno starò qui a dirvi che questo racconto sui festeggiamenti per i quindici anni delle ragazze sudamericane in Italia è un piccolo gioiellino televisivo, tecnicamente e strutturalmente impeccabile, perché di questo, qualora decidiate di vederlo, ve ne renderete conto da soli. Io sono qui solo per dirvi che mi ha profondamente emozionata, per una volta, vedere un programma televisivo fatto da chi la televisione la ama.

Non è una cosa così scontata: io, prima di scrivere di tv, ho lavorato in tv firmando anche una fiction e non mi sono mai abituata al fatto di essere circondata da tantissima gente che la tv non la amava affatto, la denigrava, la considerava solo la sorella scema del cinema e ci lavorava a mio avviso con una sorta di frustrazione, con la speranza di passare dal piccolo al grande schermo. E sono convinta, detto tra noi, che se gli ottimi programmi per i quali ho lavorato fossero stati fatti con più amore per il mezzo televisivo, con maggiore conoscenza dei suoi meccanismi e dei gusti del pubblico, avrebbero avuto un destino più felice.

Oggi, invece, ci troviamo davanti a due persone, Davide e Mattia, che hanno fatto il percorso inverso al mio: prima hanno scritto di tv su queste pagine per 10 anni e adesso stanno iniziando a scrivere la tv, mettendo nel proprio lavoro quello che hanno imparato in due lustri passati ad essere critici telespettatori. Facendo fruttare una laurea guadagnata sul campo, ottenuta con uno studio attento e l’esperienza diretta.

A mio avviso, è una svolta.

Perchè c’è un solo modo, secondo me, per fare bene la tv e concedersi il lusso di criticarla, nel bene o nel male: guardarla e amarla. E, vedendo in anteprima la prima puntata de La Quinceañera, personalmente mi è balzato agli occhi che chi l’ha realizzata ha guardato tanta tv e sa come arrivare al pubblico, sa quali argomenti possono incuriosirlo, sa quali corde toccare per emozionarlo, sa cosa va bene per una rete e cosa no, sa anche come divertire senza scadere nel trash o nel ridicolo. Ma, soprattutto, ha rispetto per il mezzo televisivo e dunque sa usarlo, sfruttandone tutte le potenzialità.

Sono di parte, lo so. Ma ne sono molto orgogliosa, oggi più che mai. Così, va bene, non recensirò La Quinceañera, ma la mia opinione l’ho condivisa comunque, così come la stima per chi è riuscito a compiere questa impresa ai miei occhi grandiosa: quella di trasformare una passione in un mestiere. Oggi ancora di più.

Tanta merda!



Articoli che potrebbero interessarti


mediamai
LA QUINCEANERA – 15 ANNI DA FAVOLA: LA SECONDA PUNTATA STASERA ALLE 21:10 E A MEZZANOTTE SU REAL TIME


La Quinceanera (9)
LA QUINCEANERA – 15 ANNI DA FAVOLA: REAL TIME FESTEGGIA DA STASERA I COMPLEANNI PIU’ CALIENTI DEL MONDO


Imma Polese - Matteo Giordano
Il Castello delle Cerimonie: la nuova boss Imma, figlia di Don Antonio, dà il via alla sesta stagione


discovery italia
Discovery, palinsesti 2017/2018: le novità di Real Time, DMAX, Focus, Giallo, Discovery Channel ed Eurosport

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.