22
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (13-19/06/2016). PROMOSSI GOMORRA E MAURIZIO COSTANZO SHOW, BOCCIATI I THE KOLORS E LA CALL TO ACTION DEL GF VIP

The Kolors agli Mtv Awards

Promossi

9 a Gomorra. La serie di Sky Atlantic, alla seconda stagione, si conferma un ottimo esempio di serialità tricolore, capace di appassionare, far riflettere e discutere. Peccato per quel finale (per maggiori info clicca qui).

8 a Maurizio Costanzo Show. L’edizione primaverile del talk show di Rete 4 è stata caratterizzata da un incremento degli ascolti, complice la saggia scelta di riportare sul palco l’indimenticato e sempre attuale “Uno contro Tutti”.

7 al Non è la Rai Day di Mediaset Extra (per maggiori info clicca qui). Pochi programmi nel corso della tv hanno segnato così tanto il costume italiano; un fenomeno unico nel suo genere per un programma figlio dei suoi tempi ed oggi non più riproducibile.

6 alla Canale 5 in musica (per maggiori info clicca qui). In attesa di conoscere di più su alcuni progetti che fanno ben sperare (ci riferiamo ai varietà musicali e non alla messa in onda dei concerti), accogliamo con favore l’iniziativa dell’ammiraglia Mediaset.

Bocciati

5 all’epilogo di Novela (per maggiori info clicca qui). Dopo un anno e mezzo non c”è più spazio per le telenovelas su Mediaset Extra. Spiace, la scelta non sembrava sbagliata, forse necessitava di qualche investimento in più.

4 alla call to action online per ‘very important person’ che vogliono candidarsi al GF Vip. Se il buongiorno si vede dal mattino, per il celebrity Big Brother all’italiana nutriamo già poche speranze. Perchè non impostare diversamente il casting incentrandolo su “chi si sente vip” per regalare in qualche modo il sogno di vivere in una casa di vip ad uno sconosciuto? La cosa non ha senso e non svilisce ulteriormente il brand con candidature di vip di quarta categoria. Anche perchè, a differenza dell’Isola, il Gf vip deve poter contare su celebrità vere, altrimenti tanto vale mandare in onda l’edizione classica.

4 a Masters of Magic. Registrato quasi un anno fa, il campionato della magia con Gerry Scotti non regge la sfida del prime time di Canale 5 segnando nella seconda puntata il catastrofico share del 7.29 percento.

2 aI The Kolors. Agli Mtv Awards Stash si arrabbia, sputa alla telecamera, e non ritira i premi. Gesti maleducati e presuntuosi, di cui ben presto – almeno a mezzo stampa – il cantante si pente. Dal sapore patetico la pace (per maggiori info clicca qui) su Rtl con Francesco Mandelli.

1 alla Rai recidiva che ricolloca, oltretutto last minute, lo speciale sulle elezioni di Porta a Porta in prime time dirottando gli Europei su Rai2. Inoltre su Rai3, la stessa sera, è andato in onda uno speciale del Tg sempre sui risultati dei ballottaggi.



Articoli che potrebbero interessarti


BETTARINI_COSTANZO SHOW
GRANDE FRATELLO VIP, COMPENSI – STEFANO BETTARINI: “HO PRESO 100 MILA EURO”. 50 MILA A TOTTI?


Ilary Blasi finale GF VIP
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (SPECIALE GF VIP)


valeria marini grande fratello vip
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (24-30/10/2016). PROMOSSI GF VIP E ARISA, BOCCIATI SBANDATI E LO SPOT DI FAZIO ALLA FICTION DI CASCHETTO


clerici pagelle
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/11/2015). PROMOSSI IL RITORNO DEL DOPOFESTIVAL E I THE KOLORS, BOCCIATI FORUM E SANREMO GIOVANI

6 Commenti dei lettori »

1. R101 ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:07

Per nulla d’accordo sul voto dato alla Rai.
Da telespettatore mi aspetto che l’esito elettorale sia proclamato dalla prima rete.
È questo il senso della televisione pubblica per me.
Istituzionale e che mette al primo posto le cose importanti della vita sociale del Paese.
Il calcio, giustamente, poteva essere dirottato su Rai2.
Mi aspetto la stessa scelta anche giovedì per l’esito sul Brexit.



2. Mattia Buonocore ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:13

@r101 ma l’esito elettorale era stato già proclamato.



3. R101 ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:20

@Mattia Bionocore

C’è un pubblico (me compreso) che cerca il commento post-elettorale sulla prima rete e, precisamente, nel salotto di Porta a Porta.
Sarebbe stato irriguardoso nei confronti di questa plate F ar saltare l’appuntamento per lasciare spazio alle chiacchiere dello sport.
In fondo si tratta di pallone, la politica è (o quanto meno dovrebbe essere) tematica ben più seria.
La Rai è un brodcaster con specifica vocazione pubblica-istituzionale.
Da questo elemento non si può prescindere per un’attenta analisi.



4. R101 ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:21

@Mattia Buonocore

C’è un pubblico (me compreso) che cerca il commento post-elettorale sulla prima rete e, precisamente, nel salotto di Porta a Porta.
Sarebbe stato irriguardoso nei confronti di questa plate F ar saltare l’appuntamento per lasciare spazio alle chiacchiere dello sport.
In fondo si tratta di pallone, la politica è (o quanto meno dovrebbe essere) tematica ben più seria.
La Rai è un brodcaster con specifica vocazione pubblica-istituzionale.
Da questo elemento non si può prescindere per un’attenta analisi.



5. Mattia Buonocore ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:30

@R101 Porta a Porta è un tradizionale appuntamento di seconda serata che poteva rimanere tale (si spostava Il Grande Match su Rai2). Oltretutto, visti gli ascolti, sono poche le persone che hanno avuto questo interesse. E perchè poi fare lo speciale pure su Rai3? Presumo poi ci fosse anche Rai News a parlare di elezioni. Il commento post elettorale c’era già stato al pomeriggio su Rai1, e la sera prima c’era stato Porta a Porta in seconda serata.



6. R101 ha scritto:

22 giugno 2016 alle 14:43

Mattia, non è uno scontro tra la tua opinione e la mia.
Essendo tu un critico televisivo ti invito a riflettere e valutare anche le esigenze (e le abitudini) di una fetta di pubblico televisivo con peculiarità differenti dalle tue.
Rai 1 essendo la rete ammiraglia deve mandare in onda un dibattito post-elettorale in prima serata, indipendentemente dagli ascolti.
Il pubblico televisivo deve sapere che, se vuole, può trovare in prima serata su Raiuno un commento post elettorale.
Poi, ciascuno può decidere se seguire il programma o meno.
Non si tratta di servilismo nei confronti dei politici di turno, ma di dare un’impronta ben precisa alla rete.
Quanto al programma di Rai Tre, Linea Notte, sai bene che per la connotazione della Rai di natura politica, bisogna mandare in onda due programmi di commento politico che analizzano la medesima circostanza da angolature differenti.
Per alcuni ciò rappresenta una pluralità di offerta, per altri uno spreco di costi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.