14
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA (6-12/06/2016). PROMOSSI STANOTTE A FIRENZE E AMERICAN CRIME STORY. BOCCIATO IL TRATTAMENTO A BAUDO

Pippo Baudo

Promossi

9 a Stanotte a Firenze. Alberto Angela torna in prima serata su Rai1 con un inatteso successo d’ascolti. Oltre 4 milioni di spettatori, pari al 19.33% di share, hanno seguito il viaggio notturno nelle bellezze del capoluogo toscano.

8 ad American Crime Story – Il Caso OJ Simpson. L’avvincente serie tv di Fox Crime tratteggia un’America, a noi poco conosciuta e alla quale stentiamo a credere, che però rende ancor più affascinante il racconto. Può servire da monito per i nostri rapporti con le minoranze presenti nel nostro Paese.

7 a Vanessa Incontrada, ringalluzzita dal successo di Non Dirlo al Mio Capo, l’italo spagnola ha affiancato nuovamente Carlo Conti alla guida degli ormai consolidati Wind Music Awards. Look da brivido. Ma questa è un’altra storia.

6 a Matrimonio a Prima Vista. Se l’esperimento è fallito (tutte le coppie hanno divorziato), il non facile programma di Sky Uno ha funzionato. Siamo in Italia e il matrimonio è sacro, e se da un lato non non sentivamo il bisogno di un format del genere che giocoforza rimane legato ad una nicchia, dall’altro forse è proprio tale sacralità a coinvolgere (e “spaventare”) lo spettatore. Per un’eventuale seconda edizione apporteremmo qualche modifica nella realizzazione.

Bocciati

5 ad Arisa. La cantante lucana sui social lamenta di non essere stata invitata nè ai Wind Music Awards e nè al Radio Italia Live. Una delusione comprensibile e giustificabile (e in effetti ci chiediamo perchè non abbiano pensato a lei) se non fosse per lo “sproloquio” in cui arriva addirittura a paragonarsi a Mia Martini. Peraltro, vive un momento positivo della sua carriera caratterizzato dall’insperato ritorno in giuria a X Factor. La partecipazione a determinati eventi non le avrebbe portato chissà quale vantaggio.

4 a Dov’è Mario. Non ci è chiaro il motivo per cui Sky – che ambisce ad una tipologia nuova di produzioni seriali – abbia scelto di puntare sullo sbiadito Corrado Guzzanti per un prodotto dall’appeal datato. Non è questa la strada per imporre la comedy all’italiana.

3 alla Rai che omaggia Pippo Baudo, per i suoi 80 anni, ma poi lo snobba quando si parla di suoi nuovi impegni professionali. Non pensiamo che il glorioso passato debba garantire una presenza in video eterna, tuttavia, nell’enorme mole di produzioni, possibile che per Pippo Baudo – la cui presenza è comunque sinonimo di rumore mediatico  – in questi ultimi anni non si sia trovato posto?

2 al flop di Matrimoni e Altre Follie. Stavolta probabilmente Mediaset aveva annusato l’insuccesso e per questo aveva scelto la meno ambiziosa collocazione estiva. Peccato, comunque, perchè il cast era ben assortito.

1 al fragoroso flop dello speciale Porta a Porta in prima serata (1.706.000 spettatori, pari al 7.56% di share). Un insuccesso prevedibile visto che lo speciale arrivava dopo ore e ore di dibattiti su più reti e non portava novità. Per questo (inutile in prima serata) approfondimento la Rai ha dirottato l’amichevole della Nazionale su Rai2, a riprova del fatto che, checché se ne dica, a Viale Mazzini la politica conta. Eccome se conta.



Articoli che potrebbero interessarti


Pagelle prima serata festival gabriel garko
LE PAGELLE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2016, PRIMA SERATA. PROMOSSA VIRGINIA RAFFAELE, BOCCIATI GABRIEL GARKO E MADALINA GHENEA


Scotti caduta libera
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (11-17/05/2015). PROMOSSI MADE IN SUD E CADUTA LIBERA, BOCCIATI SI PUO’ FARE E L’ESC IN DIFFERITA


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)


pagelle lorella cuccarini
PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (3-9/03/2014). PROMOSSI AFFARI TUOI E LORELLA CUCCARINI, BOCCIATI MASTERCHEF LIVE E DE FILIPPI A RETI UNIFICATE

5 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

14 giugno 2016 alle 12:55

concordo su tutto in particolare sul trattamento riservato a Baudo.



2. Daniela ha scritto:

14 giugno 2016 alle 13:06

Non concordo per nulla sul 4 a Guzzanti,addirittura “sbiadito ” mah..dite che non lo apprezzate,fate più bella figura!



3. RoXy ha scritto:

14 giugno 2016 alle 13:24

Voto 2 a Daria Bignardi: dopo essere stata nominata alla direzione di Rai Tre in quota PD, la signora Sofri è riuscita a sistemare anche suo figlio grazie alla politica. Con miserrime 141 preferenze (“Io, mammeta e tu” canterebbe Modugno), il figlio della Bignardi siederà nel Consiglio Comunale di Milano e porterà a casa un lauto stipendio. Ovviemente nessuno potrà paragonarlo a Nicole Minetti, la tanto vituperata assesora regionale, anche perchè quest’ultima riusci ad ottenere circa 14 mila preferze, mille volte quelle del diciannovenne piddino Ludovico Manzoni.



4. Vince! ha scritto:

14 giugno 2016 alle 17:00

Bello il post populista di RoXy, peccato che contenga una caterva di inesattezze (il figlio della Bignardi non si è candidato al consiglio comunale, ma per un seggio in circoscrizione, o come si chiama adesso “municipio”, dove bastano pochi voti per essere eletto e non si prendono lauti stipendi).



5. auri ha scritto:

17 giugno 2016 alle 11:08

Chiedo ufficialmente ad Alberto Angelo di fare un altra notte al museo in una città magari meno conosciuta, a livello museale, perchè quella di Firenze è stato un viaggio bellissimo!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.