3
aprile

ISOLA 2016, GIORNO 24: SI FESTEGGIA IL COMPLEANNO DI SIMONA, MA JONAS E’ ASTEMIO. A PLAYA SOLEDAD INTERVIENE IL DOTTORE

Simona Ventura

E’ festa all’Isola dei Famosi 2016 per il compleanno di Simona Ventura. Sorprese per la naufraga e spumante per tutti, mentre Jonàs resta in disparte, a metà tra il suo essere astemio e pensieroso. Intanto Aristide lascia momentaneamente Playa Soledad per decisione del dottore.

Isola dei Famosi 2016 – giorno 24 | Playa Uva: Simona festeggia e stuzzica Jonás

Il 24esimo giorno di naufragio a Playa Uva coincide con il compleanno di Simona Ventura. La naufraga dà il via alla giornata sciogliendosi in un pianto liberatorio: da cinque anni, infatti, questa è la prima volta che “spegne le candeline” lontana dal compagno Gerò e i figli. I naufraghi la confortano cantandole “buon compleanno”.

Momento no anche per Jonás, che è visibilmente stanco e inizia a soffrire la mancanza di casa. Parlando con Mercedesz, i due paragonano l’Isola a una “prigione con le palme”. Il pensiero, inevitabilmente, è alla sfida al televoto contro Simona. La Henger è sicura di come andrà e gli dà forza:

Tanto lunedì non te ne vai.

Dal mare, intanto, arriva una bottiglia con un messaggio che annuncia proprio alla Ventura l’arrivo di un barchino, che la porta a Cayo Paloma. Ad attenderla uno stand in legno con un mazzo di fiori, una lettera di Gerò e un tablet con il videomessaggio di lui e i figli. Simona si commuove e ringrazia di cuore la famiglia. Ma le sorprese non sono finite perché poco distante da lei c’è una bottiglia di spumante con i calici da condividere con il resto del gruppo. E la Mona non riesce a smettere di piangere:

“E’ il compleanno più bello della mia vita, grazie”.

La naufraga torna a Playa Uva, racconta delle sorprese ricevute e festeggia con tutti gli altri, felici di bere lo spumante. Tutti tranne Jonás, che è astemio. Simona prende in prestito una citazione di Morgan e lo stuzzica:

Chi beve solo acqua ha qualcosa da nascondere.

E mentre l’alcool inizia a fare i suoi effetti (Gianluca e Paola portano il gruppo a parlare di sesso: Giacobbe lo considera una priorità assoluta appena tornerà a casa, mentre Marco lo baratterebbe volentieri con un bel piatto di amatriciana), Jonás si isola sugli scogli e il gruppo rivale discute sulla veridicità o meno dei suoi atteggiamenti. Per Simona si tratta di una sceneggiata napoletana, un melodramma; Paola dice di conoscerlo bene e secondo lei fuori dall’Isola non è così.

Isola dei Famosi 2016 – giorno 24 | Playa Soledad: flebo per Aristide

Situazione critica a Playa Soledad per Aristide. Trascorsa una notte terribile, dovuta ai dolori fisici causati probabilmente da una “scorpacciata” di paguri crudi, l’egittologo inizia a sentire l’assenza di un contatto umano, al punto che il desiderio è quello di riuscire ad arrivare alla diretta di lunedì, aggiungendo che sarò probabilmente un cadavere.

E in effetti lo è. Persino i suoi movimenti risultano rallentati, così il dottore decide di intervenire sull’ultima spiaggia: preleva Aristide per una visita più approfondita e lo sottopone a una flebo. Di ritorno a Playa Soledad, il naufrago dice di sentirsi più tonico.

[TUTTO SULL'ISOLA DEI FAMOSI]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono articoli correlati

2 Commenti dei lettori »

1. paky94 ha scritto:

3 aprile 2016 alle 19:04

Grande Simo! Purtroppo domani il televoto non sarà clemente con lei.. spero nella Playa Soledad.. perché senza di lei rimarrebbe il Nulla (in termini di dinamiche).



2. io88 ha scritto:

4 aprile 2016 alle 14:34

ahahah astmio????? ahah peccato che qualche mese fa e stato ricoverato per coma etilico…falso!!!!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.