29
marzo

NON E’ STATO MIO FIGLIO SI SPOSTA ALLA DOMENICA. ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA

Adua Del Vesco

Cambio di collocazione per Non è stato mio figlio. Complice il sonoro quanto inaspettato flop, la fiction con Gabriel Garko e Stefania Sandrelli si sposta alla domenica a partire dal prossimo 3 aprile; collocazione in cui dovrà vedersela con il non irresistibile competitor Come Fai Sbagli, in onda su Rai1. Riuscirà ad acchiappare qualche affezionato in più?

Non è stato mio figlio: anticipazioni quinta puntata di domenica 3 aprile 2016

Di seguito scopriamo quello che vedremo nella quinta puntata, in onda proprio domenica 3 aprile 2016, in prima serata su Canale 5.

Lily la ragazza inglese tenuta prigioniera da Carlos nella casa nel bosco, riesce a liberarsi e a fuggire, portando con se’ il bambino di Barbara (Benedetta Gargari), proprio quando le complici di Carlos stanno per mettere in atto il loro proposito di ucciderla. Pensando di essere ormai al sicuro, Lily si ferma in un autogrill per far mangiare il bambino…

Intanto, al cimitero, Anna (Stefania Sandrelli) e sua figlia Magda (Aurore Erguy) stanno presenziando alla riesumazione del corpo di Barbara per l’autopsia. Presto scopriranno se davvero Barbara ha avuto un figlio. Magda non regge l’emozione, ha un crollo e si abbandona tra le braccia della madre, ponendo fine alle loro ostilita’. Proprio in quel momento, arriva una sconvolgente telefonata. E’ Lily, l’amica di Barbara: ha bisogno d’aiuto, lei e il bambino di Barbara stanno sfuggendo da Carlos e sono in pericolo…



Articoli che potrebbero interessarti


Dario Aita
Questo Nostro Amore 80: anticipazioni quinta puntata di martedì 24 aprile 2018


Furore 2 - Massimiliano Morra
Furore 2: anticipazioni quinta puntata di domenica 18 marzo 2018


E' Arrivata la Felicità 2
E’ Arrivata la Felicità 2: anticipazioni quinta puntata di martedì 13 marzo 2018


Immaturi - La Serie
Immaturi: anticipazioni quinta puntata di venerdì 16 febbraio 2018

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.