17
marzo

RAI, PALINSESTI ESTIVI 2016: EUROPEI DI CALCIO E OLIMPIADI, CONFERME SULLE GENERALISTE

Antonio Campo Dall'Orto

L’estate è più vicina di quanto si creda: per gli addetti ai lavori televisivi, si intende. Il CdA Rai, riunitosi ieri sotto la presidenza di Monica Maggioni, ha infatti esaminato i palinsesti estivi 2016. La programmazione, illustrata dal Direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, prevede alcune conferme per quanto riguarda le reti generaliste, che quest’anno trasmetteranno anche i due grandi eventi sportivi in corso tra giugno ed agosto: gli Europei di calcio e le Olimpiadi di Rio de Janeiro. Vediamo nel dettaglio gli appuntamenti.

La programmazione sarà contrassegnata da due manifestazioni sportive che la Rai trasmetterà in esclusiva in chiaro: le 27 partite degli Europei di calcio in Francia che andranno in onda su Rai1 dal 10 giugno al 10 luglio e le Olimpiadi di Rio de Janeiro dal 5 al 21 agosto. Per quanto riguarda gli Europei, Rai1 trasmetterà 27 incontri in diretta in chiaro e in Alta Definizione, di cui 23 in prime time. Ovviamente saranno incluse tutte le partite della Nazionale italiana di calcio e tutti i match di Quarti di finale, Semifinale e Finale. L’evento avrà una particolare copertura giornalistica di approfondimento con appuntamenti durante la giornata e in seconda serata.

Rai2 seguirà invece Le Olimpiadi di Rio de Janeiro in qualità di “rete olimpica”, con oltre 350 ore di programmazione sportiva tra il 5 ed il 21 agosto, dalle 12.30 alle 6 del mattino. Il calendario delle gare sarà scandito dalle dirette e dai contenitori d’approfondimento a cura di Rai Sport. Oltre alla “rete olimpica” verranno coinvolte anche Rai Sport 1 e Rai Sport 2 che trasmetteranno gli eventi scelti con maggiore capillarità. Le reti tematiche saranno accese anche sui Giochi Paralimpici, dal 7 al 18 settembre.

Rai3 si concentrerà invece sul Tour de France, in programma dal 2 al 24 luglio. La programmazione sportiva dell’estate offerta dal servizio pubblico comprenderà infine gli Europei di scherma (dal 20 al 25 giugno), gli Europei di atletica (dal 6 al 10 luglio) e la Supercoppa di calcio.

I palinsesti estivi 2016 delle generaliste prevedono principalmente delle conferme rispetto alla scorsa stagione. La Rai1 diretta da Andrea Fabiano manterrà gli appuntamenti con Unomattina estate ed Estate in diretta nel daytime. In prima serata tornerà anche la documentaristica con un nuovo ciclo dell’immarcescibile Superquark. Confermato Overland. Rai2 proporrà i docureality Coppie in attesa (seconda edizione malgrado la prima non avesse brillato) ed Agenzia investigativa. Si studia una formula estiva di Pechino Express. Su Rai3, Ballarò e Chi l’ha visto proseguiranno fino alla prima settimana di luglio, mentre Agorà proseguirà anche nei mesi caldi con una edizione estiva. Torneranno anche I dieci comandamenti e La grande storia.

Nella riunione di ieri, il DG ha anche illustrato al Cda un’analisi di scenario e di prospettiva sulla situazione dell’audiovisivo in Italia in vista della messa a punto del piano industriale prevista per aprile. Sono stati infine presentati ai Consiglieri di amministrazione i nuovi Direttori di Rai1, Rai2, Rai3 e Rai Gold a pochi giorni da loro insediamento.



Articoli che potrebbero interessarti


Il Segreto
Canale 5, palinsesti estate 2017: tra Temptation Island e il Music Summer Festival, spicca la serialità


studio the winner is
Palinsesti Mediaset: The Winner Is e Avanti Un Altro Pure di Sera slittano a giugno, Sarabanda parte il 14


Michele Santoro
Rai 2, palinsesti estate 2017: insieme ai Mondiali di Atletica e Nuoto arrivano le unioni civili con Adesso Sì e due serate con Michele Santoro


Velvet 4
Rai 1, palinsesti estate 2017: Stanotte a Venezia, The Embassy e Velvet 4 in prima serata, Bebe Vio in seconda

7 Commenti dei lettori »

1. F1992 ha scritto:

17 marzo 2016 alle 17:16

Marco, si sa cosè la versione estiva di Pechino Express?



2. mary ha scritto:

17 marzo 2016 alle 17:56

ma una data per i wind music awards? ci saranno mi auguro,vero?



3. BobFa ha scritto:

17 marzo 2016 alle 20:07

Da una parte mi dispiace che la RAI abbia l’esclusiva per le olimpiadi, perché Sky con quelle di Londra 2012 aveva fatto un lavoro impeccabile, con un ottima copertura. Poi ovvio Sky essendo una satellitare ha più “spazio”. Evidentemente i ricavi e/o ascolti non sono stati sufficienti per coprire i costi.



4. Emma ha scritto:

17 marzo 2016 alle 22:32

Ok gli europei e le olimpiadi che occuperanno parecchio spazio, ma detesto che come ogni anno la tv d’estate si spenga. Capisco mediaset che anche durante la normale stagione televisiva non abbia dato grandi soddisfazioni, ma la Rai del servizio pubblico dovrebbe garantire un palinsesto quantomeno decente. Potrebbero mandare in ferie i programmi che fanno il loro sporco lavoro tutto l’anno e pensare a qualcosa di neanche esagerato per i due mesi estivi. Va bene uno mattina e il day time del pomeriggio ma le prime serate?



5. ale88 ha scritto:

18 marzo 2016 alle 08:28

volevo segnalare che per gli utenti tivusat adeguatamente attrezzati, 8 partite degli europei verranno trasmesse anche in UltraHD.



6. ciak ha scritto:

18 marzo 2016 alle 13:56

sicuramente lo sport è vita …e la tv (generalista) ne trasmette anche poco… perchè può sembrare “assurdo” ma non c’è ancora troppa cultura del cercare tra le tantissime reti anche monotematiche pubbliche (tipo RAI SPORT1 …ETC ETC) …abituati come sono in troppi a vedere solo i soliti canali… istituzionali (sia nel pubblico quanto nel privato)….
ma da queste prime notizie sui palinsesti generalisti per l’estate si evince che se non fosse pe rlo sport sarebbe una TV “pubblica” spenta o accesa per poco. IINVECE il SERVIZIO PUBBLICO, ma non solo deve restare aperto anche d’estate… magari anche sperimentando volti e idee nuove



7. michela ha scritto:

4 giugno 2016 alle 12:50

La tv si spenge pechè pensano che la gente vada tutta in vacanzs .
Ma non è cosi .



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.