1
novembre

DOMENICA IN: PIPPO BAUDO LANCIA “SCRIVETE ALLA TV”

Domenica In - Scrivete alla TVSi chiama “Scrivete alla tv” la nuova rubrica di “Domenica In 7 giorni”. A lanciarla e’ stato Pippo Baudo, nel corso della puntata odierna. A partire da domenica prossima Baudo ascolterà in diretta i telespettatori che vorranno segnalare e commentare “momenti particolari” di programmi televisivi andati in onda nel corso della settimana su tutti i canali televisivi e che li hanno incuriositi, divertiti, interessati o indignati.

Baudo ne parlerà nel corso del programma invitando sia i telespettatori che hanno fatto le segnalazioni che i protagonisti di quei “momenti” tv.

Le segnalazioni possono essere fatte attraverso la segreteria telefonica al numero 0636865193, per e-mail 7giorni@rai.it o per posta a: Redazione Domenica In 7 Giorni – Via Castel Gomberto, 13 – 00195 Roma.



Articoli che potrebbero interessarti


DM Live24: 3 Maggio 2010
DM LIVE24: 3 MAGGIO 2010


DM Live24: 5 Aprile 2010
DM LIVE24: 5 APRILE 2010


Domenica In (Massimo Giletti, Pippo Baudo, Valeria Marini)
DOMENICA IN: SI PARTE CON UN GILETTI POLEMICO E CON IL DUO VALERIA MARINI-SOFIA BRUSCOLI PER PIPPO BAUDO


Kabir Bedi
GF Vip, gli spoiler di Cesara Buonamici: Kabir Bedi nuovo concorrente e una sorpresa di Pippo Baudo per Katia Ricciarelli – Video

5 Commenti dei lettori »

1. Mauro ha scritto:

1 novembre 2009 alle 20:23

Oramai il caro Pippo Baudo è arrivato alla frutta…e oserei dire allo sbando piu’ totale….!Visto e considerando gli ascolti pessimi realizzati nelle prime settimane…intorno al 12% di share…vuole cercare di aggiustare il tiro…creando una sorta di interazione con il pubblico…invitandoci a segnalare momenti che ci hanno indignato in tv durante la settimana..ma scusate lui non era quello che criticava la Tv che si autoreferenzia???e adesso cosa fa???…ma che inventasse qualcosa di nuovo..invece di riciclare sempre le stesse cose…oppure se non è piu’ in grado lasciasse spazio ad altri…..!!!
oppure mi viene in mente un’altra cosa.. questo è un modo x autocompiacersi che il pubblico da casa desidera quello che lui ripete da anni???cioè che la gente rivuole la tv di qualità e non trash!!!???



2. riflettendo ha scritto:

2 novembre 2009 alle 02:31

Passi Pippo Baudo, ma Valeria Marini… :(
Una presenza che fa evitare accuratamente il tasto 1 della tv. Ma cosa viene in mente ai dirigenti rai quando decidono di assumere una come la Marini? Con tutta la gente brava e professionale parcheggiata a casa, mamma mia…. deprimente. :(



3. tizi ha scritto:

2 novembre 2009 alle 21:55

e si hai ragione baudo e arrivato alla frutta.adesso vuole che iltelespettatore dice cosa vuole vedere,lui non e piu in grado di inventare niente di nuovo,sa solo fare il baccala con la marini.veramente ma come e venuto in mente alla rai di assumere la marini.baudo da della tv trash agli altri,ma lui si vede,come vede unna donna ,gli salta addosso ,che schifo



4. marco ha scritto:

3 novembre 2009 alle 15:48

a domenica in per rialzare la fascia oraria 15:30-18:30 resta solo la carta mara venier…una domenica con talk al femminile, giochi telefonici che potrebbero essere anche “istruttivi” ed il racconto leggero di temi d’attualità senza il trash dell’arena o della bislacca… così poi potrebbe dare la linea ad una domenica di grandi nomi e di vero varietà condotta da baudo…oppure se non vogliamo ripetere questi 3 blocchi…un unica diretta di 5 ore intervallata da 90°minuto,con giletti,venier e baudo che si aggirano per uno studio magari più grande dello studio 4 della dear…ecco questa si che è la mia domenica ideale!:D



5. Katia ha scritto:

4 novembre 2010 alle 20:47

Scusate…. è veramente importante sapete come partecipare a Domenica In come pubblico!?! …. se c’è un numero dove chiamare!… Grazie!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.