11
ottobre

AMARCORD : RICORDANDO PAOLA TOVAGLIA

Amarcord Paola Tovaglia @ Davide Maggio .it

La televisione amplifica e distorce tutto ciò che propone. Talvolta in maniera metodica, altre volte in modo del tutto casuale. E non si limita a fare questo. Perchè qualche volta cancella. Elimina ciò che è ritenuto inutile o che non serve più senza farci troppo caso, nella speranza che anche il pubblico si adegui.

Può succedere così che un personaggio molto amato si perda nel tempo. Anche se questo stesso personaggio è rimasto nella memoria del grande pubblico. Incredibilmente.

Questo potrebbe essere il caso di tanti addetti ai lavori che la televisione hanno contribuito a fondarla. E’ invece la storia di un personaggio che l’ha fortemente caratterizzata, divertendo, intrattenendo, entrando infine nel cuore della gente.

Il nome di questo personaggio forse non dirà nulla a molti di voi. Se però i blog hanno una funzione è proprio quella di riportare alla luce questo genere di storie. Come quella di Paola Tovaglia, per l’appunto.

Conduttrice, cantante, doppiatrice e molto altro ancora, Paola ci ha tenuto a lungo compagnia grazie alla sua voce e alle sue performance, per poi spegnersi a causa di un male incurabile, pochi giorni prima del suo ventinovesimo compleanno.

Nata a Milano il 9 aprile del 1965, fin dalla più tenera età Paola ha dimostrato un certo interesse per la recitazione e per tutto ciò che era intrattenimento. Questo l’ha portata ad impegnarsi in questo senso, attraverso corsi di recitazione e mimo presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano.

Nel 1986, desiderosa di entrare nel mondo dello spettacolo si è sottoposta ad un provivo che le ha permesso di iniziare la sua carriera di doppiatrice. Era sua la voce di Grinta, interpretato da Giordano Garramone, nel telefilm Love Me Licia.

Da qui in poi la carriera di Paola ha preso il volo. L’attrice è stata infatti arruolata nei telefilm Licia Dolce Licia e Balliamo e Cantiamo con Licia nel ruolo della maestra.

A bussare alla sua porta è arrivato poi Ciao Ciao, programma di intrattenimento per bambini, in onda su Rete 4. Paola ne è diventata la conduttrice nel 1989, affiancata naturalmente dal pupazzo Four.

Continua a leggere l’Amarcord su Paola Tovaglia e guarda il video della sigla di Ciao Ciao :

Non contenta Paola ha deciso di portare avanti in maniera piuttosto intensa la sua attività di doppiatrice, affiancando a questa quella di cantante di sigle e non solo. Sua era la voce delle sigle di Ciao Ciao: Per me, per te, per noi Ciao Ciao; Finalmente Ciao Ciao; Corre il treno di Ciao Ciao ma anche della colonna sonora di cartoni animati come Le Avventure di Teddy Ruxpin e di Vola Mio Mini Pony dove era anche doppiatrice.

E proprio il doppiaggio è stato parte fondamentale della sua carriera. Paola ha prestato la voce non solo a cartoni animati come Memole Dolce Memole, E’ quasi magia Johnny, Lovely Sara, Piccola Bianca Sibert ed Il Mistero della Pietra Azzurra ma anche a collane (Gioca e Suona con Cristina, Storie) distribuite in tutta Italia ed infine a soap opera storiche come Sentieri e Una vita da vivere.

Conclusa l’esperienza in qualità di conduttrice di Ciao Ciao, nel 1992 è diventata inviata speciale del programma. In questo ruolo Paola si è cimentata nell’interpretazione e nella conduzione delle prime docu-fiction per bambini. Paola ha dato vita così a personaggi come “L’investigatrice della Natura”, protagonista della miniserie “Sulle Orme di Paola” eL’acchiappafantasmi”, eroina di “Una vancanza fantasmagorica”. Programmi divulgativi in cui la conduttrice cercava di insegnare ai ragazzi l’amore per la natura e la storia, divertendo.

Nello stesso anno Paola ha dato il via ad una serie di attività di beneficenza che l’hanno portata a tenere spettacoli nei reparti pediatrici di alcuni ospedali dell’hinterland milanese.

Desiderosa di progredire da un punto di vista umano e professionale con lo pseudonimo di Peev Agliato ha iniziato a collaborare con Elio e Le Storie Tese, mettendo in campo non solo le sue doti vocali ma anche la sua grande creatività. Paola ha così partecipato alle canzoni “Piattaforma” e “Cateto” ma anche al videoclip “Chi ha incastrato Elio e Le Storie Tese?”.

Nel 1993 ha ripreso invece la sua attività di conduttrice nella trasmissione Ciao Ciao Mattina, un’appendice del programma che l’aveva portata al successo. Le sue apparizioni però ad un certo punto si sono fatte sempre più sporadiche.

Perchè nella sua vita è entrata quella malattia che il 6 aprile 1994 l’avrebbe portata a spegnersi e a finire in breve tempo in un indegno dimenticatoio.

In occasione della sua morte solo qualche parola pronunciata distrattamente dai telegiornali Mediaset ed un video della durata di cinque minuti nel corso di una puntata speciale di Ciao Ciao. Questo televisivamente parlando.

Al di là del tubo catodico invece tante sono state le manifestazioni d’affetto mirate a ricordare l’artista. Prima fra tutte un premio istituto a suo nome all’interno della manifestazione Tokimeki Anime Awards e nel 1999 la canzone intitolata A Paola, scritta ed interpretata da Manuel De Peppe ed Enzo Draghi e ispirata in gran parte dalle poesie che Paola amava tanto scrivere.

E non è tutto. Ogni anno ad inizio Aprile, gli artisti di strada della Compagnia Bandaneve e i Sette Nani, di cui Paola ha fatto parte, organizzano l’evento Il Mondo in Piazza per Paola Tovaglia mirato a raccogliere fondi a favore della VIDAS, l’associazione che ha prestato assistenza all’artista durante la malattia.

Due mondi a confronto: quello della strada, inteso come momento d’aggregazione a cui Paola non ha mai saputo rinunciare e quello televisivo, di cui lei ha fatto parte a pieno titolo. Il primo ne ha riconosciuto il valore, il secondo ha parlato a malapena della sua scomparsa, forse in due occasioni o nulla più. Il grande pubblico, però no, di lei non si è mai dimenticato. Del nome, del volto e del grande estro artistico di Paola Tovaglia che nonostante il passare del tempo rimarranno impressi non solo in questa pagina ma anche nei nostri ricordi.

Paola Tovaglia era conosciuta anche come Paola Maralli nome d’arte ottenuto dalla contrazione dei cognomi delle due nonne, Marazzina e Vigorelli.



Articoli che potrebbero interessarti


Doppio Slalom @ Davide Maggio .it
AMARCORD : DOPPIO SLALOM


NonSoloModa Contemporaneamente @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…LE CONDUTTRICI DI…NONSOLOMODA?


SuperClassificaShow @ Davide Maggio .it
AMARCORD: SUPERCLASSIFICA SHOW!


Mario Appignani (Cavallo Pazzo) @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Ha Fatto…CAVALLO PAZZO?

32 Commenti dei lettori »

1. Gio' n.15 ha scritto:

11 ottobre 2007 alle 22:50

La ricordavo proprio qualche giorno fa mentre ero in auto… è strana, a volte, la nostra memoria. Ricordavo esattamente la notizia della sua morte che era stata riportata dai tg di allora e di quanto mi fosse dispiaciuto. Ero in quella fase adolescenziale, da poco uscito da un periodo in cui seguivo chiaramente i cartoni animati, Bim Bum Bam e Ciao Ciao e ovviamente è stato triste sapere che una ragazza cos giovane e piena di simpatia se ne fosse andata allimprovviso. E, ancora una volta, dispiace vedere che alla fine si parla tanto solo quando muoiono certi personaggi e non altri… Tra laltro, proprio mentre mi veniva alla mente Paola Tovaglia, ricordavo anche Giancarlo Muratori. Della sua scomparsa ho saputo molto tempo dopo, ed in effetti in qualche occasione avevo notato che la voce di Uan era cambiata ed era stata sostituita dallormai onnipresente Pietro Ubaldi. Purtroppo della tv dei ragazzi e dei suoi protagonisti si parla molto poco, eppure lavorano come e più di altri personaggi della tv pi



2. luca ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 00:23

… la voce indimenticabile di “”MILLY UN GIORNO DOPO LALTRO”"…. mentre specifichiamo che la voce di Memole è però quella della dolcissima DEBORA MAGNAGHI mentre quella di Johnny è del mitico DAVIDE GARBOLINO….2 grandissimi amici :) ciao da luca



3. Avanguard ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 03:27

Giò ho ricordi simili ai tuoi legati alla scomparsa di Paola Tovaglia ma anche di Muratori. Questo post nasce proprio dalla voglia di omaggiare unartista che ha dato tanto alla tv dei ragazzi e non solo, in un momento in cui leffetto sensazionalistico della notizia è certamente scemato. Non dovrebbe farlo un blog ma più che altro la tv anche perchè detto sinceramente è di questo che i telespettatori vorrebbero di tanto in tanto :-) Luca con tutto il rispetto per Debora Magnaghi e compagnia bella questo non è un post dove si devono mettere in mostra le proprie conoscenze. E un post che parla di una persona che non cè più e non vuole di certo raccontare nello specifico i personaggi che ha doppiato o non ha doppiato, semmai vuole sottolineare il suo estro artistico e la scarsa attenzione verso certi personaggi, di chi lavora in tv ed in qualche caso anche di chi vorrebbe lavorarci a quanto pare.



4. France ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 10:10

Ritornamo al solito punto, il più delle volte chi sa fare qualcosa non viene considerato a dovere, si parla solo di chi riesce ad imporsi pur senza meriti. Basta pensare alla tv dei bambini, quando eravamo piccoli noi – sto parlando di quelli che oggi hanno dai 25 anni in sù – cera una certa cura per i programmi per ragazzi. Oggi evidentemente questo tipo di tv non paga, non nel senso degli ascolti, ma nel senso di popolarit . Vuoi mettere: essere una tronista da molte soddidfazioni in più che andare a fare spettacoli negli ospedali pediatrici o fare un documentario per bambini dove non puoi mettere gli stivali a met coscia e la minigonna. Non per niente chi faceva quel tipo di tv, a parte Bonolis, non ha avuto il massimo della popolarit pur continuando a volte a lavorare in tv. Complimenti per il post e per la tua sensibilit nellaver scelto di ricordare questARTISTA, finalmente una volta in cui questo termine è utilizzato a proposito!



5. Capitano Sal ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 11:41

Grazie avanguard,mi ha fatto piacere vedere esaudito un mio desiderio.Sono stato io a proporti un post sulla brava Paola Tovaglia,anche se tu da gran cultore di un certo tipo di tv avevi gi pensato a lei! E complicato aggiungere qualcosa al post,visto che è stato fatto con molta cura.Le uniche cose che mi permetto di aggiungere sono il ruolo di doppiattrice del cattivissimo Grinta (compagno di scuola di Andrea) nelle serie ispirate al personaggio di Licia.Inoltre la Tovaglia amava anche scrivere favole e racconti per bambini che avrebbe voluto pubblicare se la malattia non lavesse portata via nel giro di pochi mesi. Non si può comunque non provare un moto di nostalgia e di tenerezza nei confronti di una ragazza arrivata in tv senza fare troppo rumore ed andata via in un silenzio ancora se possibile più assordante.Il suo ricordo è comunque ancora vivo nel ricordo di tutti noi ,bambini degli anni ottanta che anche crescendo non si sono dimenticati di lei.



6. alexspooky ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 12:54

Davide…credo di parlare a nome di molti della mia generazione.Hai mai pensato di fare delle interviste i mitici conduttori delle trasmissioni per bambini degli anni 80 ?. Lasciando perdere Bonolis,di cui si sa tutto,sarebbe bello leggere unintervista a Deborah Magnaghi,Carlotta Brambilla o Manuela Blanchard.Le prime due si vedono spessissimo in tv,nelle telepromozioni o negli spot,ma del loro privato si sa poco o niente.Poi cerano anche i maschietti,tipo Carlo Sacchetti o altri di cui non mi viene il nome. Secondo me sarebbe una bella cosa da fare ?.Che ne pensi ?



7. luca ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 13:03

carissimo avanguard non voglio mettere in piazza le mie conoscenze ma sappi che ho scritto una tesi di 600 pagine col critico aldo grasso sulla storia dei pupazzi della tv italiana dagli anni 50 ad oggi e forse qualcosa ne so pure io…. anzi, togliamo il forse.



8. luca ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 13:05

per alexspooky…. di recente ho avuto modo di parlare con la carissima MAnuela Blanchard :) …. in quel di milano…. sta benissimo ed è contenta della sua attuale attivit …. in merito ad altri – senza fare nomi – si sono montati troppo la testa nonostante facciano solo televendite adesso…



9. alexspooky ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 13:40

Se mi dici televendite ma non vuoi fare nomi,ovvio che il campo si restringe a 2 max 3 persone.Spero tu non ti riferisca alla Magnaghi perche davvero ci resterei malissimo.In assoluto era la mia conduttrice preferita quando ero bambino e ancora adesso se vedo che fa una televendita mi fermo li a guardarla.



10. Davide Maggio ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 14:10

@ alexspooky : non ci crederai ma tempo fa parlando con Avanguard gli manifestavo proprio questa mia intenzione :-) @ luca : a parte la tua tesi, il punto è un altro. Spesso ormai si commenta piu per mettere in piazza le proprie conoscenze e far vedere quanto si è bravi che per condividere un pensiero. Se avessi letto con piu attenzione ti saresti reso conto che Avanguard ha parlato di cartoni a cui ha preso parte come doppiatrice e non è detto che il personaggio doppiato debba essere necessariamente il protagonista. @ Capitano Sal : perdonami, ma per Te vale lo stesso discorso. Nel post si è parlato anche di Grinta, ovviamente.



11. Avanguard ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 14:16

France ti ringrazio ed hai ragione. Oggi non cè più questo tipo di cultura. Un tempo il modo migliore per farsi le ossa era proprio la tv dei ragazzi. Oggi è molto più semplice condurre un quiz in terza serata ai limite del pornografico per farlo. Ed è la televisone stessa ad imporre questo trend. Paola Tovaglia è assolumente una delle ultime grandi artiste di quel genere tv, che purtroppo non cè più. Capitano Sal sono io che ringrazio te, hai offerto a me un grandissimo spunto e a tutti noi unoccasione per riflettere :-) Di Grinta ho parlato nel post ma non fa mai male ricordare quel personaggio che per lei ha significato molto. Ciò che scriveva invece lo si può in qualche maniera ritrovare in A Paola, canzone che le è stata dedicata da Manuel De Peppe, tratta dai suoi scritti. In effetti s, le sue gesta e la sua carriera breve ma intensa sono rimaste vive nei nostri ricordi e questa è la più grande vittoria per un artista come lei :-) Luca so benissimo che hai scritto la tesi, sono certo s



12. silvia78 ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 14:44

che bei ricordi…quante merendine mi sono mangiata in compagnia di paola… Avete proprio ragione, oggi programmi per ragazzi non vengono più fatti ( eccezzion fatta per qcosina sulla rai ma non certo curati e coinvolgenti come un tempo..)….e concordo con ogni singola parola scritta da france.



13. luca ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 16:20

x alexspooky….. no :) la magnaghi è stupendaaaaaaaaaa. x avantguard….. per voler bene ad una persona nn sempre si deve spiattellare la cosa come si è soliti fare… allora a questo punto parliamo anche di una delle componenti delle mele verdi….. Il ricordo di Paola preferisco farlo in privato. Non spendo altre parole …. luca



14. Capitano Sal ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 17:24

@ Davide e Avanguard scusate sono proprio cecato,vi giuro che non lavevo letto.Forse è stata la sorpresa di trovare il post sulla tovaglia a farmelo leggere troppo di fretta!per quanto riguarda i commenti,non si tratta di ostentazione ma soltanto eventualmente di integrare con qualche curiosit .



15. Noumeno1978 ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 17:49

Io mi ricordo di Paola Tovaglia, e sono uno dei fortunati ad essere stato bambino in quegli anni, e a poter godere di quegli splendidi pomeriggi di programmi per ragazzi e cartoni animati, che i ragazzini di oggi non riescono neanche lontanamente a sognare… sapevo della tragica fine di questa simpatica doppiatrice e conduttrice, non sapevo però che non avesse nemmeno trentanni anzi nemmeno 29, let che ho io adesso… Davide, ci riesci a trovare un filmato su di lei?



16. Davide Maggio ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 17:58

@ Noumeno1978 : il filmato e gia pronto. Stiamo solo aspettando che il nostro programmatore Alessio risolva un problema tecnico.



17. ciaobin78 ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 18:13

Ciao Grazie a questo bellissimo sito ho potuto ricordare Paola Tovaglia e la mia infanzia… Ricordo benissimo la notizia della sua morte e la fotografia con scritto “”ciao paola”"Vorrei fare una richiesta magari impossibile ma sarebbe possibile rivedere un video di paola a ciao ciao?



18. Avanguard ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 19:13

Silvia pure io ho mangiato parecchie merendine in compagnia di Paola e non solo ;-) E vero, in Rai qualcosa realizzano ancora oggi ma è proprio limpostazione ad essere differente. Ad esempio Trebisonda è ottimo, Danilo Bertazzi ancora di più ma purtroppo non può reggere il confronto con ciò che è stato :-)

Capitano Sal il commento riguardo allostentazione non si riferiva a te. Anche perchè a mio avviso, è molto bello e sentito. Una svista poi può capitare sia a me che a voi, ci mancherebbe. Davide ha “”difeso”" semplicemente il mio lavoro, riferendosi anche a te che hai citato parti gi riportate nel post, probabilmente per non fare figli e figliastri ma cè una grande differenza tra il tuo commento e quello precedente e spero di averla rimarcata a dovere e decisamente in tuo favore:-)

Noumeno s è morta a pochi giorni dal suo compleanno

Ciaobin come ha detto Davide il video sar presto online :-)



19. PaigeDaughter ha scritto:

12 ottobre 2007 alle 19:52

Quando leggo certi commenti rimango basita…Avanguard ha fatto un ottimo lavoro,questo post è bellissimo e racconta una persona davvero speciale.Io purtroppo sono classe 1986 e non la ricordo ma sono sicura di averla vista da piccolina!E soprattutto son sicura di averla sentita!Ho rivisto Kiss me Licia tutte le volte che lhanno dato! Mi ha fatto davvero piacere conoscere meglio questo persona che è sicuramente speciale :) Anche a me manca la tv dei ragazzi…adoravo Bim Bum Bam e Ciao Ciao!Adesso solo la rai ha ancora un contenitore come si suol dire per bambini ma non potr mai essere come la tv dei ragazzi degli anni 80-90… Ma poi….questo è un post che ricorda Paola Tovaglia…se tu vuoi ricordarla in privato e come hai detto non vuoi mettere in piazza le tue conoscenze (sar ….) che sei venuto a fare? :-O



20. Elena ha scritto:

14 ottobre 2007 alle 19:38

Boh forse sono un po di parte e poco oggettiva, ma Ciao Ciao e Bim Bum Bam erano tuttaltra cosa di Trebisonda che cmq è meglio di niente…Manca un programma per bambini davvero.Mi è dispiaciuto molto per Paola Tovaglia,che bei tempi Ciao Ciao un tegolino,un succo Billy….



21. Avanguard ha scritto:

14 ottobre 2007 alle 20:04

Paige grazie mille anche a me ha fatto molto piacere ricordare Paola Tovaglia. Televisivamente e non solo, se ne sentiva il bisogno :-) Elena concordo. Trebisonda è gi qualcosa ma non è sicuramente alllaltezza dei predecessori



22. erpy83 ha scritto:

15 ottobre 2007 alle 22:30

Bravo davide, sono contento che tu abbia messo in luce il talento di Paola e lindifferenza della televisione che anni fa le aveva dato (giustamente) successo



23. Cristina ha scritto:

16 ottobre 2007 alle 15:53

Grande gesto il tuo Davide. Il nome di Paola mi lega a bellissimi ricordi. Parlare di lei oggi, fa riaffiorare tutto ciò che di buono cera nella televisione di quegli anni.



24. quiz-addicted ha scritto:

17 ottobre 2007 alle 10:05

Ieri sbirciando nel sito, ho visto per caso il titolo di questo post. Lho letto e…sono rimasta cos male che ho avuto bisogno di una notte per metabolizzare la notizia. Paola è stata la mia prima insegnante di chitarra. Io ero in seconda media. Lei era alle superiori e gi aveva un talento pazzesco. Non vedevamo lora di fare lezione con lei perché ogni volta la costringevamo a cantarci qualcosa. Metteva in musica le sue poesie e ce le cantava con la voce incredibile che aveva. Qualche anno dopo, ricordo lemozione di vederla sulle pagine di “”Cioè”", dove la presentavano come un talento emergente. E poi ancora, più tardi, scoprire che era nel cast di Licia dolce Licia. Ero gi grande per la tv dei ragazzi e quindi poi lho persa di vista e ….negli anni ho semplicemente creduto che avesse smesso di fare quel lavoro. Non sapevo che se ne fosse andata…cos presto… Grazie Davide per averla ricordata qui. Ciao Ciao Paola…



25. Avanguard ha scritto:

20 ottobre 2007 alle 19:45

Erpy83, Cristina e Quiz Addicted il post è mio e non di Davide ma poco cambia perchè i complimenti non vanno nè a lui nè a me ma in questo caso più di tutti gli altri, semplicemente a Paola :-) Un piccolo spazio virtuale per ricordarla.



26. Antonio ha scritto:

16 maggio 2008 alle 01:38

Che bei ricordi…Le trasmissioni per bambini come Ciao Ciao e Bim bum bam….Quando ancora si cercava d itrasmettere qualcosa di sano ai bambini.Non ho dei ricordi precisi su Paola ma ci penso spesso.Mi è dispiaciuto il fatto che sia morta cos giovane…



27. Francesca ha scritto:

17 giugno 2008 alle 13:23

Ciao a tutti! sono la nipote di Paola Tovaglia. Quando è morta ero piccolina avevo solo sei anni, ma per me è come se fosse ieri! Iragazzi della mia et non se la ricordano perchè eravamo troppo piccoli quando lei lavorava a ciao ciao, quindi ogni tanto giro su internet per vedere chi si ricorda ancora della mia zietta :) sono felicissima ogni volta che trovo un blog come il vostro, di gente che la porta ancora nel cuore e non ha dimenticato come invece succede in questa societ sempre più frenetica! Vi faccio i miei complimenti! e sono felicissima di leggere tutti questi commenti positivi!!!



28. Antonio ha scritto:

27 giugno 2008 alle 13:50

Ciao Francesca.Se sei sua nipote potresti darci notizie più dettagliate….Raccontaci un po….



29. Francesca ha scritto:

27 giugno 2008 alle 16:14

Ciao Antonio! Io della zia so molte cose solo perchè me le hanno raccontate; quando è morta ero piccola e molto piccola quando si è ammalata! Io la vedevo poco perchè abito in toscana (la sua sorella, ovvero la mia mamma, si è trasferita qui prima di sposarsi) e il lavoro la teneva su a milano. Quando poteva però veniva giù da me e mi ricordo che mi metteva a letto facendomi le vocine dei cartoni animati (mi faceva credere che i folletti di memole vivessero sotto il mio letto:) ). Una cosa che so e che forse non tutti sanno è che il suo corpo non è stato seppellito a milano ma a montemurlo in toscana dove abitiamo noi. Lhanno deciso i miei nonni cos potevamo starle più vicino! Ogni tanto quando vado a trovarla trovo dei fiori di alcuni fans che si ricordano di lei e questo mi riempie di gioia! Unaltra cosa, Paola aveva solo una sorella più grande di lei di dodici anni e solo due nipoti, io e il mio fratello. Il giorno del funerale a milano mi ha raccontato la mamma che cera persino il pupazzo



30. Antonio ha scritto:

28 giugno 2008 alle 00:47

Grazie per quello che hai detto Francesca.Mi farebbe piacere se tu mi contattassi in privato,vorrei parlare un po se ti fa piacere.Il mio indirizzo email è [moderato dallamministratore : non e possibile inserire recapiti personali nei commenti]
Ci conto.



31. luca ha scritto:

24 settembre 2008 alle 14:28

E assurdo che una ragazza di questo spessore umano,muoia cosi giovane e per giunta per una malattia cosi terribile.Ho perso uno zio di 26 anni e so cosa significhi per la famiglia.rip.



32. Luca Casartelli ha scritto:

21 gennaio 2010 alle 23:05

Ho appena saputo della sua scomparsa, e sono rimasto di sasso …
Aveva un viso tenero e di certo era una stupenda persona. Molti penseranno che si dice così di ogni persona che muore, mica vero. Almeno per me.
Paola era davvero brava, ed anche se seguivo più BimBumBam, rimarrà per sempre nella Storia dell Televisione e dei nostri, mitici, anni80.
Ed è vero .. tocca a noi ricordarla, magari eni nostri blog!
Le note dolenti sono il risicato ricordo che ne hanno fatto di lei, ed il fatto che dopo poco tempo, in tv, non ci sia più spazio per i bambini, nessun contenitore per loro.
Che tristezza.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.