19
gennaio

MEDIASET PORTA SKY IN TRIBUNALE: “PAGHI PER AVER RITRASMESSO CANALE 5, ITALIA 1 E RETE 4″

Mediaset

Il nuovo anno non ha portato serenità tra Mediaset e Sky. Anzi, la guerra tra le due tv vive l’ennesimo capitolo, dopo che il Biscione – dallo scorso 7 settembre 2015 – ha criptato i tre canali generalisti (Canale 5, Italia 1 e Rete 4) sulla pay tv di Rupert Murdoch. Mediaset, infatti, ha ora deciso di portare Sky in tribunale per “la ritrasmissione dei canali ex analogici di Rti via satellite“. In sostanza, dalle parti di Cologno considerano oggi illegale l’utilizzo del proprio segnale e, quindi, dei propri contenuti fatto dalla tv a pagamento prima che avvenisse il criptaggio.

A rivelare la querelle, avviata subito dopo Capodanno, è Repubblica, che parla di una richiesta di danni da parte di Mediaset di circa 40-45 milioni di euro. Va detto che, prima di arrivare a ciò, il Biscione tentò di “battere casa” con i rivali già nei mesi scorsi, auspicando un accordo commerciale per scongiurare l’oscuramento dei tre canali:

“I nostri contenuti sono free nei confronti del pubblico, se però vengono trattati da piattaforme a pagamento chiediamo un compenso, perché forniscono un vantaggio competitivo alla piattaforma che li ritrasmette”, dichiarò il consigliere d’amministrazione di Mediaset Gina Nieri.

Di tutt’altra opinione Sky, che non prese per nulla in considerazione l’eventualità di dover pagare per trasmettere Canale 5, Italia 1 e Rete 4 (subito sostituiti nel bouquet con SkyUno, Fox e Rai 4):

“Sky non ha mai ‘ritrasmesso’ il segnale, ma solo ricevuto un segnale free e nel resto d’Europa, a partire dalla Gran Bretagna, nessuna richiesta di pagamento per i canali free ha mai ottenuto soddisfazione”, fece presente l’ad di Sky Andrea Zappia.

Da qui il criptaggio, fino alla fresca citazione per danni, in quanto a Mediaset pensano che Sky debba pagare per quanto trasmesso fino al 6 settembre 2015, ultimo giorno in cui le reti Canale 5, Italia 1 e Rete 4 sono state visibili sulla pay tv. A decidere sarà il tribunale di Milano, che ha fissato la prima udienza a maggio.

Analisi di mercato: quella di Mediaset è una mossa per recuperare denaro

In attesa di conoscere il verdetto del tribunale, quello degli analisti di mercato sembra già piuttosto chiaro, almeno a leggere Repubblica:

“L’annuncio della richiesta per danni arriva nel pieno del crollo in Borsa del titolo che da novembre ha perso oltre il 30% del proprio valore per i timori sulla pay tv che nonostante la crescita degli abbonati non genera utili e soprattutto dopo la revisione al rialzo delle stime sui costi per l’intero 2015. Il mercato crede, quindi, che questa possa essere una mossa per recuperare liquidità in un momento delicato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Sky
Mediaset, trattative con Sky per vendere Premium. Possibile intesa in tempi stretti?


Sky, AdSmart
SPOT TV PERSONALIZZATI: MEDIASET PREPARA IL LANCIO SUI CANALI FREE. SKY PORTA ADSMART IN ITALIA


Matteo Renzi
AGCOM: LIMITARE LA PRESENZA DEL PREMIER IN TV. NEI TG PREVALE IL SÌ ALLA RIFORMA


Piersilvio Berlusconi
DIRITTI TV SERIE A: ANTITRUST BASTONA MEDIASET CON LA MULTA RECORD DI 51 MILIONI DI EURO. BISCIONE ALLIBITO

4 Commenti dei lettori »

1. Groove ha scritto:

19 gennaio 2016 alle 13:36

Premium è la pecora nera di Mediaset, fossi in loro venderei la pay-tv non però a Sky ma a un’altra società in modo tale che a Murdoch non rimanga il monopolio in Italia (la concorrenza fa bene agli abbonati che senza di questa vedrebbero aumentare notevolmente i prezzi), oppure ne venderei solo una parte, entrando in società con qualche grosso network, è chiaro che da soli non ce la fanno a gestire questo grosso peso che rischia di far seriamente fallire anche la tv generalista del biscione.



2. io88 ha scritto:

19 gennaio 2016 alle 14:05

ma che la finisca mediaset con queste pochezze!!!!



3. Francesco Amico ha scritto:

19 gennaio 2016 alle 14:30

Sono alla canna del gas..



4. anastasia ha scritto:

19 gennaio 2016 alle 15:55

Gli articoli su Mediaset del gruppo Espresso / Repubblica sono da mettere al pari coi comunicati stampa di Mediaset: faziosi per nascita.
Da entrambe le parti, sia chiaro.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.