23
dicembre

PANARIELLO SOTTO L’ALBERO: MARIA DE FILIPPI ED EMMA MATTATRICI DI UNO SHOW CHE DI NUOVO NON HA NULLA, MA VINCE

Panariello Sotto l'albero

Giorgio Panariello è stato chiamato a far sorridere il pubblico di Rai 1 in una ‘marcia di avvicinamento’ al Natale 2015 con Panariello Sotto l’albero ma, per un paradosso che più paradosso non si può, è finito a piangere in diretta per la commozione grazie all’ottimo lavoro di Maria De Filippi e della redazione del programma di Canale 5 C’è posta per te.

Panariello Sotto l’albero: Maria De Filippi prende in mano la situazione

Tutto è iniziato con la parodia del programma realizzata dal conduttore insieme agli amici Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni, con tanto di scenografia riprodotta e gente presa dal pubblico a fare da cavia; dopodiché è arrivata Maria in persona a raccontare a Panariello tutta la sua infanzia e la sua vita, riuscendo con il suo inconfondibile modo di raccontare a catalizzare l’attenzione e rendere il protagonista un ospite di riguardo.

Panariello Sotto l’albero: Emma prende il posto di Tosca D’Aquino

Tendenza, questa, che si è registrata per tutta la (lunghissima) durata della serata, nella quale a farla da padrone non è stato tanto Panariello con i suoi personaggi storici, quanto piuttosto gli ospiti che si sono avvicendati sul palco di Livorno per cantare e giocare con lui.

Mattatrice della serata è stata in realtà Emma che, ben lungi dall’essere mera ospite musicale, ha quasi replicato la presenza sanremese al fianco di Carlo Conti per l’ultimo Festival ed è stata una spalla costante per Panariello, mettendo in un angolo colei che invece era stata ingaggiata proprio per quel ruolo, ovvero Tosca D’Aquino, la quale ha ricoperto il ruolo della disturbatrice – suo malgrado – e lo ha fatto con una teatralità in alcuni momenti eccessiva.

Panariello Sotto l’albero: battute banali con sprazzi di attualità che sembrano capitati lì per caso

Oltre ai canti, alle imitazioni e alle battute già sentite – e seguite immancabilmente da quell’attimo di silenzio calcolato per attendere uno “spontaneo” applauso – c’è stato anche spazio per qualche riflessione sull’attualità e sulla politica che, però, si è persa nell’insieme, risultando quasi un francobollo attaccato da Panariello sulla cartolina di questo show che, almeno nella prima serata di ieri, ha avuto il sapore del già visto. E rivisto.

Ma repetita iuvant, evidentemente. Rai 1 ha portato a casa un bel 27.46%.



Articoli che potrebbero interessarti


Wind Music Awards 2011 - Arena di Verona
WIND MUSIC AWARDS 2011 AL VIA: ECCO GLI OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA E TUTTI I PREMIATI


Wind Music Awards 2011 foto (18)
WIND MUSIC AWARDS 2011: MODA’ MATTATORI CON 4 RICONOSCIMENTI, PREMIATI ANCHE MARIA DE FILIPPI E I SUOI TALENTI


De Filippi Amici 22 aprile 2017
Amici 2017, Maria De Filippi ringrazia Emma con una lettera. Frecciatina a Valerio Scanu?


Sanremo 2017 - serata finale - © US Rai-iwan
SANREMO 2017: UN DEJA-VU MOLTO MENO ENTUSIASMANTE DEL GIA’ VISTO

12 Commenti dei lettori »

1. Groove ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 12:27

Maria protagonista assoluta, bravissima anche Emma che più passa il tempo più si fa notare per la grande artista che è, bellissimo il suo nuovo singolo. Panariello mi ha un pò deluso, mi aspettavo di meglio devo essere sincero. Lo apprezzai di più nel suo spettacolo di quasi 4 anni fa su Canale 5, qualche spunto in più c’era, comunque stasera gli do un’altra occasione! La De Filippi tutti la criticano, ma a raccontare storie è la più brava, e non lo dico per essere di parte, a me però una Clerici o un’altra conduttrice non mi trasmette le stesse cose, C’è posta per te è unico per questo, e la Rai lo vorrebbe tanto un programma così, non c’è Dono o Albano che tenga.



2. Peppe ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 12:36

È paradossale ma è così! Uno show di rai1 che ha come prtagoniste assolute due donne di canale 5 e soprattutto della fascino: Emma e la regina Maria De Filippi!
Panariello è stato banale e non ha detto niente di chè. Si limitava a presentare gli ospiti creando qualche tratrino visto e stravisto!
Tosca d’acquino un pò inutile ma movimentava la situazione! Mi sarebbe piaciuto al posto suo una virginia Raffaele



3. Giovannil ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 13:32

Panariello assolutamente inutile, anzi, il programma sarebbe stato migliore se lui non ci fosse stato. I momenti più interessanti sono stati quelli degli ospiti, in particolare Emma e Maria. C’è poco da fare, Maria ha un modo unico di raccontare le storie, ed è per questo che nessun programma simile a CPPT riesce a fare gli stessi ascolti. Quando ha raccontato la storia di Panariello è stato molto emozionante. Emma ha dimostrato di essere anche una brava intrattenitrice, e il siparietto creato con lei è stato l’unico a farmi davvero ridere. Tosca un po’ troppo artificiosa, poco naturale, per non dire anche inutile. Pieraccioni non ha assolutamente fatto ridere. Ma d’altronde neanche Panariello, il pubblico in sala non rideva neanche a morire (come biasimarlo!), si percepiva il gelo di fronte alle “battute”.



4. ciak ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 14:31

LA “VITTORIA” IN ASCOLTO …è segno che la gente desidera “rilassarsi”… tutto il resto in generale nella TV è frutto di un già visto…
panariello è un bravo showman… questo è fuori discussione



5. ale ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 14:32

Un po’ di parte questo articolo, forse la blogger e’ una simpatizzante mediaset e comunque non ho trovato affatto Emma una mattatrice ne’ una spalla costante perche’ piu’ che cantare e stare al gioco con Panariello parlando dei musicarelli e delle canzoni di oggi altro non ha fatto. La De Filippi no ha poi preso in mano nessuna situazione a mio avviso ma ha fatto solo quello che sa fare e cioe’ raccontare storie visto che non canta, non balla, non imita; vi aspettavate forse altro? Io sinceramente da Maria no. Per quanto riguarda Tosca ha avuto lo stesso ruolo che aveva in Torno Sabato ne’ piu’ ne’ meno quindi per me è stato ok. Concludo dicendo che il varieta’ non e’ mai qualcosa di nuovo e di mai visto ma e’ semplicemente questo pero’ ho la netta sensazione che chi scrive forse perche’ troppo giovane, non ne abbia visti tanti anche perche’ sono anni che non se ne fanno; consiglio di guardare qualche filmato di Torno Sabato o ancora piu’ indietro negli anni Fantastico o Serata d’Onore per farsi un’idea.



6. giglio ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 14:37

Emma è come il prezzemolo io non a reggo più la cantante più pompata in assoluto e di artista non ha nulla vive solo perché è sempre in tv imitare la Nannini dimostra la sua non personalità artistica. Panariello non mi piace Maria invece è brava.



7. Marco89 ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 14:45

Emma ieri sera era bellissima, incantevole, fatata: non faccio fatica a comprendere il boom auditel di ieri sera, è una donna magnetica,di grande talento così come Maria. Il momento tra Emma e Panariello è stato il più interessante. Le grandi protagoniste del sabato sera di C5 con Amici regine da Panariello con uno spettacolo molto disordinato e poco originale ma che l’italiano medio, come il sottoscritto, ha seguito. Credo ci sia poco altro da aggiungere. A Rai1 servono più conduttrici carismatiche e comunicative.
Viva Emma. Viva Maria. Buon Natale.



8. Stefania Stefanelli ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 15:43

@ale: grazie per il “troppo giovane”, lo apprezzo sinceramente! :) :) Comunque no, non sono assolutamente una simpatizzante di Emma o della De Filippi, le ho solo trovate molto più incisive di Panariello e della D’Aquino ieri sera.



9. R101 ha scritto:

23 dicembre 2015 alle 17:54

Quoto in pieno Marco89
Bravo, hai fatto proprio un bell’intervento!
Buon Natale anche a te.
R101



10. Lucantonio Prezioso ha scritto:

24 dicembre 2015 alle 11:31

alé questo blog e’ noto per non essere pro Mediaset per cui…
Stefania ha ragione e lo dice uno a cui Emma non piace.



11. Emma ha scritto:

24 dicembre 2015 alle 11:35

Non sono daccordo. Io ho trovato entrambe le puntate godibili e interessanti. Non si vedono tutti i giorni in tv tanti ospiti diversi ta loro che riempiono uno show pur non risultando inutili e riempibuchi. I tempi erano azzeccatissimi, le battute e i personaggi potevano essere già visti e vecchiotti, ma ho apprezzato il clima in cui venivano riproposti: allegro e spensierato visto l imminente NAtale. Anche gli accenni allattualità erano ben pesati e necessari per tirare le somme di un anno che va a concludersi. E ricordiamo che di varietà in Italia non se ne vedono da un pezzo, nè tantomeno a tema natalizio, e che, tale e quale show a parte, ogni trasmissione di intrattenimento ormai è un flop di ascolti e contenuti. Tanto di cappello a PAnariello che ancora ci mette la faccia e che non si tira indietro, come altri vedi Fiorello!



12. Marco18 ha scritto:

24 dicembre 2015 alle 23:14

Sicuramente sono sate 2 serate bellissime!! Molto meglio di vedere i programmi della De Filippi o quelli che trattano sempre di politica!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.