2
dicembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/11/2015). PROMOSSI IL RITORNO DEL DOPOFESTIVAL E I THE KOLORS, BOCCIATI FORUM E SANREMO GIOVANI

Finale Ti lascio una canzone

Promossi

9 al ritorno in tv del Dopofestival. Non sempre i tentativi lodevoli si trasformano in successo, ma accogliamo con estremo favore la ricomparsa sugli schermi di Rai1 dell’altra faccia del Festival. L’auspicio è che la squadra di Rai1 riesca a mettere in piedi un “format scanzonato” che sappia riportare in alto il marchio creato da Pippo Baudo.

8 a The Kolors. Forte delle oltre 200.000 copie vendute, il gruppo capitanato da Stash è approdato nel salotto buono di Fabio Fazio; lido non scontato per chi arriva dal grande circo di Amici.

7 ad Annalisa Scarrone. C’è chi proprio non riesce a fare a meno della mamma mediatica Maria De Filippi, e chi invece, come la rossa cantante, se n’è staccata facendo un percorso meno di impatto ma che a piccoli passi dà i suoi frutti. Carriera musicale a parte, Annalisa ha debuttato al cinema e presto sarà la conduttrice di Tutta Colpa di Einstein.

6 all’assenza di pubblicità dai canali di Rai Cultura e Rai YoYo a partire dal prossimo mese di maggio. Da un punto di vista etico l’operazione, sopratutto per Rai YoYo, non fa una grinza però prima di togliere pubblicità al canale tematico più visto di casa Rai avremmo preferito che la struttura di Massimo Liofredi avesse più risorse, che la Rai investisse di più su Rai Ragazzi. Sul fronte Rai Cultura, forse sarebbe stato utile sganciare i canali da logiche pubblicitarie riducendo al minimo gli spot ma senza eliminarli del tutto: il target di quei canali potrebbe essere appetibile per i pubblicitari. Siamo sicuri, poi, che chi vuole seguire un contenuto culturale cambi canale alla prima pubblicità?

Bocciati

5 a Cristina Parodi. La signora del pomeriggio di Rai1 è incredibilmente messa KO dalla schiettezza di Giuliana De Sio. Qualcosa di simile era accaduto anche con Monica Guerritore. Perchè la first lady di Bergamo urta tanto le sue ospiti?

4 ad Antonella Clerici. Non è un bel periodo per la Clerici: Ti Lascio Una Canzone chiude mestamente mentre a sorpresa le viene tolta la prima serata del 6 gennaio per assegnarla ad Affari Tuoi di Flavio Insinna. Una decisione che ha del sorprendente. L’auspicio è che riesca finalmente a trovare una prima serata all’altezza dopo i tentativi maldestri visti in passato.

3 a Forum, Libere della Violenza?. A Barbara Palombelli viene concesso un appuntamento speciale in seconda serata e in diretta e il risultato è quello di uno share catastrofico al di sotto del 5%. Peccato per il nobile intento.

2 a Sanremo Giovani. Carlo Conti ci ha provato ma non tutte le ciambelle riescono nel buco. Del resto il solo legame con il Festival non può fungere da polo attrattivo. Meglio soprassedere, poi, sulla scelta della giuria.

1 a Ti lascio una canzone. Pochi i format esistenti che hanno una storia gloriosa quanto quella del baby talent prodotto da Ballandi capace di sfiorare il 40% di storia e lanciare il fenomeno Il Volo. La Rai e il gruppo di lavoro non sono stati capaci di preservare il formato, tramortito dall’addio di Roberto Cenci.



Articoli che potrebbero interessarti


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)


Maria de Filippi, pagelle dell'anno
LE PAGELLE DEL 2012, I VOLTI NOTI. PROMOSSI CONTI E BONOLIS, BOCCIATI PARODI E LUCA E PAOLO


Rita Dalla Chiesa
RITA DALLA CHIESA: FORUM NON E’ VERDETTO FINALE. TI LASCIO UNA CANZONE INVECE…


pif caro marziano
Pagelle TV della Settimana (29/05-4/06/2017). Promossi One Love Manchester e Caro Marziano. Bocciati Cristina Parodi e Detto Fatto Curvy Top Model

8 Commenti dei lettori »

1. Pippi ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 14:15

Perchè la Parodi urta le sue ospiti? Semplicissimo, perchè sprizza falsità e opportunismo da tutti i pori…



2. gaetano ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 14:42

Io non parlerei di falsità della Parodi. Lei, sin dai tempi in cui conduceva il Tg5 ci ha abituato a vederla come una persona rassicurante, per famiglie, che ben si adatta anche su Rai 1. Il fatto è che viviamo in una società aggressiva, dove possono dar fastidio certi modi di vedere le cose.



3. gaetano ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 14:46

Aggiungo che non ho visto la scena in tv, ma mi sono fatto un’idea leggendo il vostro articolo sulla vicenda.



4. grilloparlante ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 16:31

Non ho visto nemmeno io l’episodio e non guardo mai i programmi del pomeriggio, ma mi viene da dire: primo, se una conduttrice non fa caciara non è detto sia falsa, magari è solo misurata, e secondo, se non ti sta simpatica la Parodi perchè non vai in un altro programma? Ce ne sono tanti.

Non avevo idea che ci fosse un precedente della Parodi con la Guerritore, eppure quando ho letto l’episodio con la De Sio istintivamente ho proprio pensato a lei (alla Guerritore), un’altra che si crede Eleonora Duse. Non so se qualcuno si ricorda la parodia della Guzzanti di tanti anni fa … Per carità, entrambe sono brave attrici ma a teatro ho visto anche di meglio, e guardando il loro curriculum professionale c’è ben di peggio che farsi intervistare dalla Parodi …
Quantomeno la Guerritore non è devastata dal chirurgo plastico, un punto a suo favore.



5. free ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 16:35

Mattia Buonocore, che c’entra il 5 alla Parodi? Semmai lo meriterebbe la De Sio, se non meno addirittura, perché dal momento in cui accetti il compenso per l’intervista ti adegui alle domande che ti vengono poste e non rispondendo in modo arrogante e presuntuoso…Scusa ma questa volta la tua pagella ha fatto cilecca. Stessa cosa vale poi per quel tuo parere sulla Clerici e ti lascio una canzone…E’ da una vita che Cenci non ne fa piu’ parte e l’insuccesso del programma e’ stato registrato solamente quest’anno…



6. Marco18 ha scritto:

2 dicembre 2015 alle 21:44

Totale disaccordo sul 4 e l’1!!



7. Lami ha scritto:

3 dicembre 2015 alle 10:06

Sullo scontro Parodi De Sio sono dell’idea che una persona ti possa star quanto vuoi sulle balle, ma se vieni invitata a casa sua e accetti (anche perché senza queste interviste chi si ricorderebbe di lei?!) devi comportarti in maniera educata. La De Sio si atteggia manco fosse Meryl Streep, ma per favore!



8. gaetano ha scritto:

3 dicembre 2015 alle 11:55

Io credo che Ti Lascio Una Canzone non sia stato tramortito dall’addio di Cenci, come scrivete. Le prime edizioni dopo il suo addio andavano bene. Inoltre c’è stata poi la fotocopia di ‘Io canto’. Semplicemente il format è un pò logorato col tempo, come succede per altri programmi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.