11
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (2-8/11/2015). PROMOSSI SOTTO COPERTURA E IL POMERIGGIO COMEDY DI ITALIA 1, BOCCIATI FICTION MEDIASET E PAUSINI

Laura Pausini

Promossi

9 a Valentino Rossi. Il “dottore” di Tavullia ha riacceso gli animi degli italiani per la Moto Gp regalando a Sky Sport, MTV8 e Cielo ascolti record (46.13% con oltre 9 milioni di spettatori). Il campione può almeno consolarsi per la beffarda sconfitta.

8 a Sotto Copertura. Rai1 e Lux Vide riescono a conquistare il pubblico pur proponendo una fiction che si distanzia dai loro abituali schemi di successo.

7 al pomeriggio comedy di Italia1. Se Luca Tiraboschi le ha accantonate per anni, Laura Casarotto ha puntato fortemente sulle sitcom riuscendo a risollevare la fascia post cartoni animati. The Big Bang Theory ha toccato picchi superiori all’8% di share.

6 a Squadra Antimafia 7. La fiction targata Taodue rimane una spanna sopra molte altre; tuttavia si sente il peso delle sette stagioni ad “alto tasso di adrenalina”. Sarebbe ora di preparare un degno finale.

Bocciati

5 alla presunta mancata liberatoria di Mediaset che avrebbe consentito l’ospitata di Belen Rodriguez a Che Tempo Che Fa. Fosse stata una trasmissione di mero intrattenimento o un programma che realmente fa concorrenza ai canali del gruppo avremmo capito e approvato, ma nel caso specifico l’argentina (e la sua azienda) ne avrebbero guadagnato.

4 al Francesco Sole. Il conduttore del sabato sera di Canale 5 non è un personaggio negativo e siamo sicuri che il pubblico a casa non lo trovi antipatico. Il problema, non da poco, è che sul palco di Tú Sí Que Vales appare ancora spaesato e senza alcun tipo di autorevolezza.

3 a Stash and the Kolors. L’instant movie sugli ultimi vincitori di Amici non convince per contenuti e soprattutto per ascolti. Dopo il flop di Fedez, tale insuccesso era, peraltro, più che prevedibile.

2 a fiction Mediaset che si ritrova a fare i conti con l’ennesimo buco nell’acqua (I Misteri di Laura). C’è il serio rischio che a fine anno il numero di ore di serialità spagnola in prime time sia superiore a quello di fiction italiana.

1 a Laura Pausini. La cantante si è “rotta il cazzo” (cit.) delle polemiche extra musicali che la riguardano (“una volta è lo smalto in spiaggia, una volta l’accappatoio che si apre, poi il posto in aereo per mia figlia”). Peccato che a portare a galla determinati episodi sia lei stessa con interviste o periscope. Fa poi saper che quest’anno non potrà co-condurre Sanremo e che invece parteciperà come ospite. Carlo Conti, però, in maniera molto delicata, precisa che ha chiesto all’interprete romagnola di affiancarlo nel 2015, non nel 2016.



Articoli che potrebbero interessarti


Squadra Antimafia Marco Bocci pazzo
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (9-15/11/2015). PROMOSSI SKY TG24 ED E’ ARRIVATA LA FELICITA’, BOCCIATI BELEN E L’INFORMAZIONE SU PARIGI DI CANALE 5


Belen a domenica iN
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (11-17/04/2016). PROMOSSI GIGI PROIETTI E MARCO CARTA, BOCCIATE CORTELLESI E BETTARINI


Carolyn Smith senza turbante
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (4-10/04/2016). PROMOSSI ULISSE E MEDIASET-VIVENDI, BOCCIATI ARGENTO E LA GAFFE DELLA PAUSINI


Pagelle prima serata festival gabriel garko
LE PAGELLE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2016, PRIMA SERATA. PROMOSSA VIRGINIA RAFFAELE, BOCCIATI GABRIEL GARKO E MADALINA GHENEA

7 Commenti dei lettori »

1. Marco89 ha scritto:

11 novembre 2015 alle 18:15

Antimafia pur non più “perfetta” nella narrazione come nelle prime stagioni è un bene che ci sia, di prodotti così in Italia se ne fanno col contagocce. La regia e la sceneggiatura sono impeccabili. Lo sbaglio grande di questa edizione è stato ingaggiare la Marra, attrice per me senza talento che intetpreta (male) un personaggio che non mi entusiasma.
Da un lato ritengo anche io sia ora di chiudere, dall’altro trovo sempre un valido motivo per seguirla, e di questi tempi…
Un degno finale sarebbe quello di far ricongiungere Calcaterra e Rosy ma la vedo dura…io sogno ancora il ritorno della Michelini in pianta stabile e penso che molti seguano Sam ormai solo per questo…è un personaggio che potrebbe ancora dare tanto.
La Pausini la vorrei in gara…come ospiti vorrei nomi diversi, che in giro si vedono poco.



2. Lami ha scritto:

12 novembre 2015 alle 10:32

La Pausini deve veramente piantarla di fare la diva… personalmente trovo la sua musica talmente noiosa da istigarmi al suicidio ma tutte queste pantomime da star la rendono ancora piu’ insopportabile..e la figlia, e non si sposa se non puo’ farlo la sua amica lesbica (frase copiata pari pari da Brad Pitt qualche anno fa) e le foto…a Laure’ ..ma chi te caga??



3. grilloparlante ha scritto:

12 novembre 2015 alle 14:06

Pensavo di essere la sola ad avere certi giudizi sulla Pausini, anche perchè pare uno di quei personaggi di cui è proibito parlare male, pena finire alla berlina come la signora dell’episodio dello smalto, rea probabilmente di non essersi buttata adorante ai piedi della star. Una querelle un tantino impari, come minimo.

Come diceva Oscar Wilde: “Al giorno d’oggi c’è tanta gente vanitosa che frequenta la società fingendo d’esser buona, che io credo sia segno di un temperamento dolce e modesto quello di fingere d’essere cattivo.”



4. kalinda ha scritto:

12 novembre 2015 alle 16:16

La Pausini fa tv dovunque e qui in Italia fa la schizzinosa.



5. Lucantonio Prezioso ha scritto:

12 novembre 2015 alle 18:38

Dovreste fare pace con voi stessi.
Prima promuovere i misteri di Laura e poi bocciate la fiction Mediaset? Non capisco.
Poi se ne fate solo una questione di ascolti.
Il documentario dei the kolors era bellissimo ma non da Italia 1 e hanno fatto più di fedez.



6. Michele87 ha scritto:

12 novembre 2015 alle 19:57

I misteri di Laura era un mega-flop annunciato: nonostante gli attori siano tutti di una bravura innegabile, era una fiction totalmente trascurabile ed evitabile (e così è stato); tra l’altro era una copia spudorata di analoghi prodotti della Rai (in primis Provaci ancora prof).

Ma purtroppo per i dirigenti Mediaset, Canale 5 non è Raiuno che può contare su una base di ameno 3,5-4 milioni di telespettatori fissi (ovvero le anziane), che non si smuovono da lì neanche con le cannonate (infatti penso che se fosse stata trasmessa da Raiuno, I misteri di Laura avrebbe avuto una sorte assai diversa).

Il pubblico tradizionale di Canale 5 è sempre stato quello dei giovani e dei giovani adulti ed oggi con Sky, Internet, i nuovi canali del digitale (Real Time e DMax in primis) ed il neo arrivato Netflix la concorrenza è ampia e spietata e per attrarre quel pubblico ci vuole qualcosa di originale, forte, ‘’spinto” e che sappia appassionare (sulla falsariga di Gomorra, Romanzo criminale, Desperate Housewives, Grey’s Anatomy, The Walking Dead, Empire, Squadra Antimafia) se invece proponi una minestrina sciapa ed insipida come I misteri di Laura non puoi che andare incontro al fiasco, anche perchè sé il pubblico vuole un prodotto del genere lo cerca su Raiuno non certo sul Biscione.



7. Francesco Capolupo ha scritto:

13 novembre 2015 alle 22:05

D’accordo su tutto tranne che sulla Pausini. Mi dispiace ma credo sia la persona più trasparente che esista nel mondo dello spettacolo.
E lei oltre al cibo famoso nel mondo, ci onora di essere italiani SEMPRE :).
Concludo



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.