27
ottobre

I MISTERI DI LAURA: CARLOTTA NATOLI E’ LA NUOVA “SIGNORA IN GIALLO” DI CANALE 5

Carlotta Natoli

Divisa per anni tra le serie action Taodue e i melò della Ares Film, la fiction Mediaset si è decisamente adagiata, diventando sin troppo ripetitiva nella sua offerta. Fondamentale dunque provare a dare una ventata di novità alle proprie proposte e cercare di conquistare il pubblico sempre più in fuga dalla lunga serialità made in Italy. L’arduo compito spetta a Carlotta Natoli, lo storico volto di Distretto di Polizia, Tutti Pazzi per Amore e Braccialetti Rossi, che da questa sera debutta sugli schermi di Canale5 con I misteri di Laura, una nuova fiction in 8 puntate diretta da Alberto Ferrari.

I Misteri di Laura – Foto

La serie – ispirata al format spagnolo Los misterios de Laura (ne esiste anche una versione americana The Mysteries of Laura) – è prodotta dalla Casanova Multimedia di Luca Barbareschi che, dopo il buon esperimento del film tv Angeli, si cimenta per la prima volta con una lunga serie sulle reti Mediaset. La Natoli interpreta il ruolo di Laura Moretti, un’ispettrice di polizia romana a capo della squadra omicidi di Torino.

I delitti e i misteri da risolvere non sono però l’unica preoccupazione della donna che, separata dal marito e collega Jacopo, alias Gianmarco Tognazzi, dopo aver scoperto un tradimento, deve badare da sola ai suoi tre figli, Allegra di 13 anni, e Marco e Luca, due gemelli di 8. Tra lavoro e famiglia, a Laura non resta molto tempo per se stessa e per un nuovo amore, sino a quando, ad affiancarla nella protezione di un noto imprenditore minacciato di morte, arriva l’affascinante ispettore capo Matteo Maresca, interpretato da Daniele Pecci. Nel cast della serie, anche Eleonora Sergio, Daniele Foresi e, direttamente da Made In Sud, Fatima Trotta.

I Misteri di Laura – Trama

Puoi essere una detective straordinaria, puoi aver un talento unico per i casi impossibili, puoi essere il modello di riferimento dei colleghi più giovani e non accorgerti che, intorno a te, il mondo degli affetti e delle certezze familiari si sta sgretolando. E’ quanto capita a Laura, una poliziotta romana  trapiantata a Torino per amore. Iacopo è il collega con cui ha sempre fatto squadra, è il marito con cui sta crescendo tre figli ma soprattutto Iacopo è l’uomo che la tradisce con un’altra donna. La storia comincia da qui, da quando Laura firma orgogliosamente le carte del divorzio. É convinta di poter andare avanti da sola e, tra mille goffi espedienti e tanto amore, cerca di mettere insieme casa, lavoro e tre figli. C’è Allegra con i dolci turbamenti dei suoi 13 anni e poi ci sono i due pestiferi gemellini di 8 anni, Luca e Marco: dei veri pericoli pubblici. Ed è allora che entra prepotentemente in scena Matteo Maresca: un poliziotto d’azione un po’ “trucido”, tombeur de femme e maschilista, provocatore nato, spirito libero, lontano anni luce dall’idea di famiglia.

É stato allontanato dalla Sicilia per insubordinazione e arriva a quel “tranquillo” commissariato di Laura per espiare la sua colpa. In fondo, per Laura, Matteo sarebbe il compagno di lavoro ideale. Anche a lei spesso le regole vanno un po’ strette ma il nuovo collega sa essere davvero irritante e sfrontato anche se, sul lavoro, mostra un gran coraggio e la capacità di sdrammatizzare i momenti più difficili. Come quello in cui Laura, dopo aver ingoiato a fatica la promozione di Iacopo che diventa, di fatto, il suo capo scopre anche che la misteriosa amante del marito è Lidia, una giovane e bella collega dello stesso commissariato. Ed è allora che Laura si getta ancora più a capofitto sul lavoro. Lei, madre di famiglia ormai single e incasinata, si ritrova ad investigare sui casi di omicidio più complicati dell’upper class torinese. Di quel mondo tanto distante dal suo, Laura sa mettere insieme i pezzi come un rompicapo e questo affascina Matteo che  scopre anche la straordinaria femminilità della collega. Si invaghisce di lei e, incredibilmente, pure dei suoi figli. Riesce persino a domare i pestiferi gemelli, croce e delizia della strampalata vicina di casa, Martina, che sogna di fare l’attrice e nel frattempo sbarca il lunario come baby sitter.

Intanto Iacopo comincia a sentire la mancanza della sua ex moglie. Come poliziotta, la sostiene la difende fidandosi ciecamente di lei e dei suoi metodi “sui generis”. Ma Iacopo sua moglie ambisce a riprendersela, diviso però tra il desiderio di ricomporre la sua famiglia e la sua relazione con la bella Lidia che è pronta anche a giocare sporco pur non di non perderlo. Ma se il destino unisce i cuori di Laura e Matteo, al tempo stesso presenta loro mille ostacoli tra le inevitabili remore e un ex marito che non si rassegna e spara le sue cartucce. Ce ne sarà uno che rischierà di colpire il bersaglio e di affondarlo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Paradiso delle Signore 2 - 39
Il paradiso delle signore 2: riapre il grande magazzino di Rai1. Nella seconda stagione la nascita di Carosello


I Fantasmi di Portopalo 16
I Fantasmi di Portopalo: Beppe Fiorello torna su Rai1 con una nuova miniserie d’impegno civile


Gomorra 2 - 16
GOMORRA 2 – LA SERIE: LA LOTTA PER IL POTERE CRIMINALE E’ DI NUOVO APERTA


Non dirlo al mio capo 8
NON DIRLO AL MIO CAPO: VANESSA INCONTRADA E LINO GUANCIALE INSIEME NELLA NUOVA FICTION DEL GIOVEDÌ DI RAI1

2 Commenti dei lettori »

1. Groove ha scritto:

27 ottobre 2015 alle 14:10

La guarderò queste serie, sembra carina e spero abbia successo, ci vogliono nuovi titoli nella fiction italiana, sopratutto il bouquet di Canale 5 deve essere rinnovato, ultimamente solo mafia, polizieschi thriller e melò hot hanno riempito il palinsesto dell’ammiraglia Mediaset, dopo la fine dell’ormai televisivamente defunta famiglia Cesaroni non si è più vista la commedia, genere che invece riunisce le famiglie e quando è ben fatta fa incetta di ascolti (Rai 1 insegna).



2. Pippi ha scritto:

27 ottobre 2015 alle 15:30

Sto seguendo la versione della NBC con una Debra Messing bellissima e strepitosa nell’interpretazione…temo che il confronto diventi impietoso…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.