26
ottobre

IL PIU’ GRANDE PASTICCERE 2015: LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE IN DIRETTA SU DM. TEODOLI: PUNTIAMO AD UN PASSO AVANTI ANCHE CON GLI ASCOLTI

Il Più Grande Pasticcere - conferenza stampa

E’ fissata per domani, martedì 27 ottobre 2015, la partenza de Il Più Grande Pasticcere 2015. La seconda edizione del talent dolciario di Rai2 riparte da una grossa novità: l’assenza di una conduttrice. La “silurata” Caterina Balivo sarà, infatti, sostituita dai giudici, confermati in toto. DM ha seguito in diretta la conferenza stampa di presentazione per aggiornarvi minuto per minuto su tutte le novità del programma.

Il Più Grande Pasticcere 2015 – la conferenza stampa in diretta

Ore 12:25 – La conferenza inizia con un filmato introduttivo sull’edizione.

Ore 12:30 – Prende subito la parola il direttore di Rai2 Angelo Teodoli: “Il Più Grande Pasticcere è stato il primo factual realizzato in maniera netta sulla generalista. L’anno scorso è stato accompagnato da una conduzione, quella di Caterina Balivo, ora facciamo un passo avanti. Il programma ha funzionato con una media del 6,8% e un’età media di 50 anni (…) I conduttori saranno i maestri pasticceri, è un altro passo avanti verso l’innovazione. Puntiamo ad un passo avanti anche con gli ascolti“.

Ore 12:32 – E’ la volta di Iginio Massari, il maestro pasticcere ritiene che la trasmissione abbia tutti i numeri per divertire la gente. “Oggi il food è alla portata di tutti ma questa è una trasmissione positiva”.

Ore 12:32 – Prende la parola Roberto Rinaldini che si definisce il più esigente. “La professionalità, la serietà, il rispetto della materia prima è fondamentale in questo reality o talent, come volete chiamarlo. Trasmettiamo soprattutto una grande voglia di fare e il rispetto per la tradizione italiana della pasticceria…”.

Ore 12:35 – Luigi Biasetto sottolinea come la pasticceria, o il food in generale, possa giocare un ruolo fondamentale nel futuro dei giovani. E sottolinea, poi, il carattere tecnico e la precisione che la pasticceria richiede. In 20 minuti puoi fare un piatto, con i dolci dopo 20 minuti hai finito di pesare gli ingredienti, sentenzia.

Ore 12:39 – Leonardo Di Carlo:”quest’anno ce l’abbiamo messa ancora di più, facendo capire ai ragazzi cos’è veramente la pasticceria”. L’uomo, infatti, sottolinea la fatica, la conoscenza e la tecnica che tale mestiere comporta. Un mondo che cercano di portare avanti anche nel programma.

Ore 12:42 – Pasquale Romano, produttore di Toro Media, esordisce ringraziando il direttore per aver dato fiducia ad un programma non facile. “Col tempo ho imparato a capire che etica e estetica sono un tutt’uno, e posso dire che questo è un programma bello che fonde entrambi gli elementi”. Il programma è etico perchè affronta il tema del rapporto maestro-discepolo, che è alla base della vita. Continua poi dicendo che: “è un programma meritocratico, se sei una pippa vai a casa, se sei bravo continui”.

Ore 12:46 – Iginio Massari parla dei concorrenti spiegando che in questa trasmissione escono i valori reali dei partecipanti. Prosegue, poi, dichiarando: “faremo divertire entrando nei meandri segreti del mondo della pasticceria, che è fatto di matematica. Senza matematica il dolce non si costruisce“.

Ore 12:53 – Rinaldini e il suo rapporto con i concorrenti: “non giudicavamo le persone ma i dolci”.

Ore 12:53 – Biasetto afferma che in pasticceria, così come in cucina, non è mai un problema riconoscere l’autorevolezza del ruolo in chi si mette in gioco.

Ore 12:54 – Di Carlo: “noi abbiamo dato tanto ai ragazzi e loro hanno dato tanto a noi. Siamo riusciti a togliere gli schemi mentali che in pasticceria come nella vita non portano da nessuna parte. Abbiamo smontato e rimontato delle personalità ma in senso buono”.

Ore 12:56 – Rispetto all’anno scorso Pasquale Romano spiega che quest’anno abbiamo una voce narrante femminile, “più favolistica”. Il linguaggio ne ha trovato giovamento in termini di amalgama ma Caterina Balivo è servita a sdoganare il genere. Teodoli sottolinea il fatto che la versione originale prevedesse la conduzione, ed è stata dunque una scelta precisa quella di semplificare una fruizione, in linea con i gusti dei giovani.

Ore 13 – Fabio Di Iorio di Rai2 precisa: “nonostante la descrizione di Pasquale prima, non è Kung Fu Panda…”. L’uomo vuole sottolineare l’intento divulgativo del programma.

Ore 13:04 – Iginio Massari rimarca una differenza importante con la versione originale: “se guardate la trasmissione francese raccontano un sacco di balle, fanno vedere solo il bello e nascondono il brutto. Noi no”.

Ore 13:07 – Rinaldini parla delle aspettative di chi partecipa a questo programma. Prima di tutto, spiega, c’è la popolarità.

Ore 13:09 – La conferenza è terminata.



Articoli che potrebbero interessarti


italia's got talent conferenza
ITALIA’S GOT TALENT 2016: LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE IN DIRETTA SU DM. BISIO: “LITTIZZETTO E BRIATORE SONO AMICI DA ANNI!”


Isola dei Famosi 2016 conferenza stampa
ISOLA DEI FAMOSI 2016: LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE


RAI: "CHE TEMPO CHE FA"; OSPIET ADELE
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (30-11/6-12/2015). PROMOSSI ADELE E I 25 ANNI DEI FATTI VOSTRI, BOCCIATI TEO IN THE BOX E IL FLOP DI CALLAS


Il Più Grande Pasticcere 2015 - Sebastiano
IL PIU’ GRANDE PASTICCERE 2015 E’ SEBASTIANO CARIDI

1 Commento dei lettori »

1. utente ha scritto:

26 ottobre 2015 alle 14:51

“Rispetto all’anno scorso, quest’anno abbiamo una voce narrante femminile, più favolistica” – Quindi si continua apertamente a copiare Bake Off e Masterchef. Senza ritegno e spacciandolo pure per “passo in avanti verso l’innovazione”.

“è stata una scelta precisa quella di semplificare una fruizione, in linea con i gusti dei giovani” – chi lo dice che la voce fuoricampo è nei gusti dei giovani? ci sono stati degli studi in merito? ahahah ahahaha ahahah

“se guardate la trasmissione francese raccontano un sacco di balle”: il signor Massari ha detto una castroneria colossale. E lo sa benissimo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.