26
ottobre

PIANI STRATEGICI 2010: LA RAI VUOLE RENDERE OBBLIGATORIO IL CANONE, MEDIASET PUNTA TUTTO SU WEB E PAY-TV

rai_mediaset

La crisi, i nuovi scenari tecnologici ed economici, gli avversari (su tutti, Sky) sempre più agguerriti, stanno spingendo il management di Rai e Mediaset verso forti cambiamenti e rivalutazioni delle strategie finora attuate. Le due aziende sono ovviamente strutturalmente diverse e, di conseguenza, diversi sono i problemi da affrontare e le soluzioni da trovare.

Per quanto riguarda gli alti vertici di viale Mazzini, la preoccupazione principale risiederebbe nel ”trovare un modo per far pagare il canone a tutti i cittadini“  (fonte: dagospia). In Rai sono oramai stufi degli atteggiamenti dei vari governi degli ultimi anni, che hanno lasciato l’azienda in balia della solita “evasione” da parte dei contribuenti. Se a questo poi si aggiunge il forte calo dei ricavi pubblicitari 2009, l’utilizzo delle “maniere forti” è d’obbligo.

Voci di corridoio dicono infatti che in Rai siano pronti a non firmare il contratto da “servizio pubblico” se il governo non troverà il modo di tutelare l’azienda, attraverso un metodo di riscossione più stringente ed efficace (si parla di collegare il pagamento del canone  alla bolletta della luce). E Mediaset?

Secondo “Affari e Finanza” la lotta alla sopravvivenza del Biscione passa sempre più “per le strade della pay-tv”. Sulla base del progetto strategico “Cube” (che abbraccia tutto il periodo fino a Novembre 2010), Mediaset sembra voler portare su internet tutti i contenuti di “Premium (senza però scendere a patti obbligatori con Telecom Italia, ma sfruttando reti a banda larga “un-managed“).

Il progetto “Cube”, come abbiamo avuto modo di illustrarvi, prevederebbe una strategia riassumibile in tre mosse principali:

  1. Entro Dicembre 2009, lanciare sul mercato il servizio di web tv (quindi far arrivare tutti i contenuti sui pc degli internauti);
  2. Far partire entro Marzo 2010 “Mediaset Premium Web Tv”, con offerte riservate ai clienti già abbonati al bouquet del digitale terrestre;
  3. Entro Novembre 2010 la parte più importante del progetto di “virtualizzazione”: portare la Web tv dal pc al televisore. Grazie ad un decoder speciale, gli utenti potranno vedere tutti i programmi disponibili sul web, con qualità e velocità di trasmissione proporzionata alla connessione posseduta.

In questo modo Mediaset diventerebbe, a 360  gradi,  il “polo televisivo” per eccellenza, nel contesto italiano. Semplici previsioni? Fantascienza? Al tempo e ai “bilanci d’esercizio”, la risposta finale.



Articoli che potrebbero interessarti


Mediaset Web Tv - da Dicembre
MEDIASET WEB TV: DA DICEMBRE CANALI FREE E PAY DEL BISCIONE FORSE SULLA RETE


Pallone da calcio
RIPARTE IL CAMPIONATO DI CALCIO: TORNANO TUTTI I PROGRAMMI CULT, ANCHE “IL PROCESSO” DI BISCARDI


Amici, GF, XFactor solo sul Digitale Terrestre
COLPO GOBBO A SKY: AMICI, GF E XFACTOR SOLO SUL DIGITALE TERRESTRE


classifica-programmi-più visti
Ascolti TV, la classifica delle reti più seguite della stagione (1 Ottobre 2020-31 Maggio 2021): Rai1 in testa col 17%, Canale 5 al 15.9%. Conte e Amadeus i più visti

6 Commenti dei lettori »

1. roberto ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 16:52

Vogliamo anche dire che una volta si era invogliati (magari scioccamente) a sottoscrivere o rinnovare l’abbonamento dalla speranza di vincere congrui premi in gettoni d’oro, mentre oggi ti mandano al Festival di Sanremo?



2. luca2004 ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 17:19

davide e per tutti, oggi come tuttii giorni registro per mia madre centrovetrine con il mysky e che scopro? che mediaset non ha dato i diritti a sky x far vedere molte cose, a questo punto non so se tutta la rete, che oltre tutto c’è un messaggio in grande dove invitano tutti a comprare il tvsat per vedere il tutto senza avere il problema del segnale criptato, e pare che lo facciano per paura che i programma sconfinano dall’italia, oppure invitano a comprare il digitale terrestre…io ora mi chiedo siamo arrivati a questo punto? sky deve come minimo provvedere a risolvere questo inconveniente anzi che invitare nell’adoperarsi di tvsat, che poi non dovrebbe essere quel decoder e parabola che c’è l’unione di rai e mediaset? qualcuno ha news in merito? ho chiamato sky e mi dicono che non hanno i diritti e che non sanno se risolvono o meno, io ho fatto sapere che in tal caso non ci riescono sky deve provvedere come minimo a far sconti sui vari pacchetti, perchè non è possibile che c’è ne sempre una…
fatemi sapere chi ha notizie in merito e se la situazione cambierà…

scusate se l’ho scritto in questo post ma non sapevo dove inserirlo.



3. STE ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 18:38

ho sempre sostenuto che la RAI dovesse attuare misure aggressive contro l’evasione del canone.

non firmare il contratto di servizio pubblico?
mettiamo caso che il governo sia d’accordo con questa scelta, la RAI verrebbe delegittimizzata a trasmettere poichè si uniformerebbe ad una tv commerciale (sempre che non lo sia già).
risultato: la RAI chiude.
potrebbe succedere?



4. paco8 ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 22:02

@ste: secondo me no..
alla fine interverrà il governo, e la rai rimarrà (per ora) quella che è.



5. carlap ha scritto:

26 ottobre 2009 alle 22:03

Tutta la tv su internet? figata!



6. sergio ha scritto:

10 novembre 2009 alle 15:12

su internet c’è tutta la tv free che vuoi. io oramai la seguo vedendola da tanto tempo col compiuter. migliaia di canali nazionali e esteri in streaming.purtroppo non durerà perchè tasseranno i computers visto che tantissimi e sempre di più vengono a conoscenza di tali siti



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.