21
maggio

SHARK TANK: IL MONDO DELLE STARTUP SBARCA SU ITALIA 1

Shark Tank

Anche nel Belpaese è tempo di esplorare il mondo delle startup. Parte infatti stasera alle 21.10 su Italia1 Shark Tank, il primo talent, o per meglio dire business format, dedicato alle nuove idee imprenditoriali. Già in onda in più di 20 paesi nel mondo, le regole di Shark Tank sono piuttosto semplici, come peraltro molti avranno potuto carpire grazie alle pillole andate in onda durante l’intera settimana sulla rete diretta da Laura Casarotto, chiamata già ad un banco di prova, dopo i passi falsi in preserale e quello di About love.

Shark Tank: meccanismo

Davanti a cinque temibili venture capitalists, ogni imprenditore in erba dovrà riuscire in pochi minuti a convincere gli “squali” ad investire sull’idea proposta, per proseguirne serenamente lo sviluppo ed avere i fondi e le giuste competenze per lanciarla in un futuro sul mercato. Peccato che per ottenere l’investimento bisognerà superare il muro di diffidenza dei cinque investitori, che non si faranno problemi a mettere a nudo tutti i punti deboli con richieste di precisazioni e domande trabocchetto, anche per testare la lucidità degli aspiranti imprenditori.

Durante la fase di negoziazione, inoltre, gli squali potranno decidere di abbandonare la trattativa in qualsiasi momento e, nel caso si dovessero convincere, chiederanno in cambio una contropartita, che potrebbe essere una quota della società oppure una precisa percentuale dei profitti.

Sarà interessante vedere inoltre come si concilieranno le opinioni, spesso agli antipodi, dei cinque investitori: se su alcune idee imprenditoriali arriveranno presto ad un comune accordo, su altre entreranno in competizione per aggiudicarsi la propria fetta di business.

Shark Tank – Investitori – Fabio Cannavale

Fabio Cannavale, 49 anni, sposato con due figli, ha tre grandi passioni: la barca a vela, i viaggi e la partecipazione attiva nei settori emergenti. Laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano ha conseguito un master in Business Administration alla INSEAD. Fondatore e presidente di eDreams.it e ideatore il motore di ricerca dei voli low cost lanciato in Italia con il brand Volagratis.it. Il grande successo di Volagratis e l’interesse per la dimensione europea del settore del turismo on line lo hanno spinto a creare Bravofly Rumbo Group che oggi offre servizi a oltre 10 milioni di viaggiatori . Fabio segue con passione le start up emergenti in Italia essendo socio dei maggiori seed capital Italiani Dpixel, H-farm, Club Italia e Digital Magic. Negli ultimi anni ha cofondato o investito direttamente ed aiutato a sviluppare segugio.it, duespaghi.it, prezzibenzina.it,sailogy.it, brandonferrari.it, siamosoci.it, Dentalpro.

Shark Tank – Investitori – Gianluca Dettori

Gianluca Dettori è Presidente e fondatore di dpixel (www.dpixel.it) società di venture capital tecnologico con all’attivo diversi investimenti nel campo digitale, software e del commercio elettronico e un programma di scouting nazionale itineranti, il Barcamper www.barcamper.it. Laureato in Economia all’Università di Torino, ha fondato ed è stato il primo presidente dello IAB (Internet Advertising Bureau) in Italia, co-fondatore di First Generation Network, Associazione Techgarage e mentore Fullbright. Prima manager in Italia Online (Gruppo Olivetti) ha ricoperto la carica di marketing manager, direttore marketing e direttore commerciale, poi General Manager di Lycos Bertelsmann per l’Italia, ha lanciato sul mercato nazionale il primo motore di ricerca online al mondo. Nel 1999 ha co-fondato Vitaminic, piattaforma per la distribuzione di musica digitale su web e mobile, ricoprendone la carica di Chief Executive Officer. Nel 2013 ha ricevuto l’incarico di advisor della Commissione Europea, in merito al progetto FF-PPP Future Internet Accelerators, che ha finanziato 16 acceleratori di startup in Europa in merito al tema delle smart applications.

Shark Tank – Investitori – Gianpietro Vigorelli

Gianpietro Vigorelli nell’87 diventa Direttore Creativo in Saatchi & Saatchi Advertising. Realizza spot per Barilla con Alberto Tomba, Cindy Crawford e con registi come John Landis. Dal giugno ‘97 ha aperto insieme ai due soci e amici di lunga data, Maurizio D’Adda e Riccardo Lorenzini, la sua agenzia di pubblicità: D’Adda, Lorenzini, Vigorelli. Dal marzo 2000 è Vice-Presidente e Direttore Creativo della D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO, l’agenzia originata dalla fusione della DLV con BBDO Italy. Come regista realizza le campagne Yogurt Danone, C.D. Portatile Philips, Letti Pirelli, Renault, Buondì Motta, Pupa Roan, Barilla, Te Ati. Nel 2010 lascia la presidenza di BBDO e si cura della promozione di marchi italiani ed internazionali. È il padre di Francesco Vigorelli, conosciuto con lo pseudonimo di Jake La Furia. Rapper, writer, disc jockey e beatmaker italiano e membro del gruppo Club Dogo e della crew Dogo Gang.

Shark Tank – Investitori – Luciano Bonetti

Luciano Bonetti è un imprenditore e dirigente sportivo italiano. Laureato in Ingegneria Elettrotecnica presso il Politecnico di Milano, nel 1976 ha iniziato la sua attività professionale entrando a far parte dell’organico della Foppapedretti nel settore produttivo diventando, alla fine di un percorso formativo specifico, responsabile di produzione e successivamente direttore commerciale dell’Azienda. Dal 1981 al 1995 ha ricoperto la carica di amministratore unico.

Shark Tank – Investitori – Mariarita Costanza

Mariarita Costanza, classe 1971, mamma di due bimbi. Laureata nel 2001 in Ingegneria Elettronica in Telecomunicazioni presso il Politecnico di Bari, ha da subito accettato la sfida dell’attuale suo marito, nonché socio in MACNIL, Nicola Lavenuta: non emigrare, ma creare un’azienda di Information Technology a Gravina in Puglia (BA), un territorio prettamente agricolo e lontano dai poli tecnologici del nord Italia. Il 2001 è l’anno in cui Mariarita e Nicola hanno deciso di unirsi nella vita e in affari: è l’anno in cui nasce la MACNIL, cominciando come una “start-up”, con un prestito bancario con a garanzia la casa dei familiari, utilizzando il lavoro di tesi di Mariarita nel mondo degli SMS, quindi proponendo soluzioni web di messaggistica alle aziende e facendosi notare dalle più importanti compagnie telefoniche mobili. Oggi la MACNIL è la prima azienda di fleet management sul territorio nazionale e ha cominciato il percorso di internazionalizzazione. A giugno del 2014 Mariarita e la sua azienda raggiungono un traguardo importante che rappresenta il passaggio della MACNIL da piccola a grande azienda: entra a far parte del Gruppo Zucchetti, la più grande azienda tutta italiana di produzione software, con circa 3.000 dipendenti, 1.100 partner in Italia, presente in 40 nazioni nel mondo.



Articoli che potrebbero interessarti


beautiful ridge e quinn
Beautiful anticipazioni: il piano di Ridge per conquistare Quinn continua nella sauna


Carmen Scivittaro e Patrizio Rispo in Un Posto al Sole
Un Posto al Sole: anticipazioni dal 24 al 28 luglio 2017


Una Vita - Mauro - Gonzalo Trujillo
Una Vita: Humildad autorizza il marito Mauro ad andare con altre donne – Anticipazioni


Il Segreto - Carmen Canivell (Gracia)
Il Segreto: Gracia decide di chiudere il negozio – Anticipazioni

1 Commento dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

21 maggio 2015 alle 18:51

Visto ieri il primo episodio (credo fosse il primo).
Due architetti cercano di vendere una linea di mobili in lengo per bambini.

Niente. Io non riesco a capire questa televisione contemporanea!
Ho 40 anni mica 80 eppure non ne capisco il senso.

Perchè dovrei appassionarmi a due perfetti sconosciuti a caccia di soldi?
Perchè dovrebbe interessarmi cosa gli rispondono altri 5 sconosciuti che non apprezzano la loro idea.
Perchè dovrei esultare se qualcuno ottiene quel finanziamento?

E’ tutto così “freddo” e “privo di interesse”.
Non c’è ne allegria ne suspence. Sembra di assistere a un esame universitario di un amico in una facoltà che non ti interessa neanche…non c’è cosa più noiosa al mondo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.