16
maggio

FULVIO BENELLI, LICENZIATO DA QUINTA COLONNA, SI DIFENDE: LE PAROLE DI UN TRUFFATORE PREFERITE ALLA MIA PROFESSIONALITA’

Fulvio Benelli, rom polivalente

L’hanno licenziato in tronco, senza alcun preavviso. A Mediaset sono stati inflessibili con Fulvio Benelli, l’ex inviato di Quinta Colonna accusato di aver manipolato due servizi giornalistici avvalendosi di un figurante. All’indomani della denuncia effettuata da Striscia la notizia, il cronista è stato rimosso dal suo ruolo senza esitazioni ed ora, accusato il colpo, è lui stesso a difendersi dalla malefatta contestatagli.

Quinta Colonna, Fulvio Benelli licenziato – la sua replica

In una nota, lo stesso Benelli ha dichiarato:

“All’attacco che ho subito senza alcun preavviso la sera del 12 maggio scorso con il servizio di Striscia la notizia sul Rom polivalente è seguito quello, ancor più inaspettato, del licenziamento in tronco avvenuto il giorno successivo non preceduto da alcuna contestazione. L’analisi dell’accaduto richiede sensibilità e conoscenze alle quali non ho mai dovuto dedicarmi nei vent’anni di professione giornalistica sin qui da tutti apprezzata e stimata, anche a livello internazionale. E’ comunque a tutti evidente che le parole di un abile ed esperto truffatore, reo confesso di reati ben documentati, sono state preferite alla mia professionalità senza alcun previo contraddittorio, esaltando il sensazionalismo spettacolare a scapito delle regole”

Con queste parole il giornalista ha reagito al suo licenziamento, lamentando una mancanza di confronto con l’azienda rispetto alle accuse rivoltegli. Ora, i suoi avvocati starebbero valutando le opportune azioni legali.

E, mentre la magagna giornalistica del “rom polivalente” continua a far discutere, c’è anche chi ha preso le difese del cronista licenziato. Nelle scorse ore, dalle pagine del suo blog, Gad Lerner ha infatti espresso solidarietà a Fulvio Benelli, definendolo un capro espiatorio” cacciato da una “tv che si nutre di falsi scoop come i suoi. Un commento tranchant, volutamente polemico nei confronti di Mediaset e di Paolo Del Debbio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fulvio Benelli, Quinta Colonna
QUINTA COLONNA, FULVIO BENELLI: MAI PAGATO IL ROM TRUFFATORE, LA REDAZIONE SAPEVA TUTTO


gad lerner
GAD LERNER VA GIU’ PESANTE CONTRO DEL DEBBIO, QUINTA COLONNA E MEDIASET: “TV CHE SI NUTRE DI FALSI SCOOP”


Striscia la notizia rom polivalente
QUINTA COLONNA: LICENZIATO IL GIORNALISTA RESPONSABILE DEI SERVIZI CON IL “ROM POLIVALENTE”


Quinta Colonna, malore in diretta
QUINTA COLONNA, MALORE IN DIRETTA: VOLANO ACCUSE, IL COMANDANTE DEI VIGILI DI NOLA SVIENE (VIDEO)

4 Commenti dei lettori »

1. BohBeh ha scritto:

16 maggio 2015 alle 12:57

Caro Fulvio, dalle mie parti si dice #dealwithit



2. Nina ha scritto:

16 maggio 2015 alle 13:20

Molto sincera la solidarietà di Lerner.



3. fill ha scritto:

16 maggio 2015 alle 20:58

non so chi ha ragione, ma se la smettessero di dare visibilita’ a queste m…acce?
perche’ far raccontare quello che fanno come lo fanno e dove lo fanno? io sarei x soluzioni piu’ efficaci che non scrivo x non farmi cancellare il commento…a libera interpretazione.



4. gio ha scritto:

19 maggio 2015 alle 11:15

Benelli è un pagliaccio. la serietà è fatta di servizi concreti e non di attoruncoli pescati per strada e pagati o peggio ancora illusi di poter guadagnare qualcosa per figurare in un servizio falso.
questa è professionalità? questo è prendere in giro la gente che ascolta e che guarda la tv credendo di conoscere una buona informazione.
striscia la notizia ha denunciato da sempre truffe e magagne e gli stessi Mingo e Fabio sono stati licenziati in tronco per servizi falsi.
ma bisogna sempre ricamare anche su chi cerca di fare bene il proprio lavoro? meno male che ci sono queste persone altrimenti a leggere certi commenti banali ci potrebbe dedurre che il mondo è solo dei cialtroni e di ladri!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.