7
aprile

30 ORE PER LA VITA 2015: LUNGA MARATONA SULLE RETI RAI MA ANCHE SU LA7

30 ore per la vita

30 ore per la vita

30 ore per la vita conferma l’appuntamento annuale in televisione e per il 2015 si appresta ad allargare gli orizzonti al fine di raccogliere il maggior numero di fondi possibile per finanziare il progetto Home, pensato per i bambini malati di tumore. Con la madrina Lorella Cuccarini, volto storico dell’associazione nonché cofondatrice, 30 ore si prepara ad una maratona dalla durata monstre di due settimane che coinvolgerà ben due editori televisivi.

30 ore per la vita 2015 – Sulle reti Rai ma anche su La7

Dal 13 al 19 aprile la maratona sarà ospitata, come ormai di consueto, dalle reti Rai, ma dal 20 al 26 aprile ci si sposta eccezionalmente su La7, che ha aderito alla giusta causa. Scopo della raccolta fondi è, per il secondo anno consecutivo, quello di garantire alle famiglie dei bambini malati una “casa lontano da casa”. 1700 bambini e 400 adolescenti si ammalano ogni anno di patologie once-ematologiche e spesso sono costretti a spostarsi in altre regioni per ricevere le cure.

I tumori non colpiscono solo i bambini, ma anche le famiglie, a cui è richiesto un grande sacrificio per seguire i ragazzi e stargli il più possibile vicino. Solo quest’anno, grazie a 30 ore, hanno pernottato nelle case di accoglienza più di 2000 famiglie per un totale di 100 mila pernottamenti. Visto il successo dell’iniziativa, quest’anno si replica e grazie alla raccolta fondi sono previsti finanziamenti per ben cinque progetti.

30 ore per la vita 2015 – I progetti da finanziare

- ristrutturazione del reparto di ematologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma e l’Unità Operativa di Radioterapia Pediatrica dell’AUO San Giovanni e Ruggi d’Aragona di Salerno;

- realizzazione di due case si accoglienza: la “Casa di Fausta” a Modena e la “Casa di Alice” a Napoli;

- attuazione di due progetti di riabilitazione, a Firenze e Milano, per bambini oncoematologici.

- realizzazione di una rete video-diagnostica pediatrica in collaborazione con il Policlinico A. Gemelli (Roma).

- realizzazione del reparto di maternità e neonatologia dell’Ospedale Saint Damien ad Haiti

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Matteo Renzi
AGCOM: LIMITARE LA PRESENZA DEL PREMIER IN TV. NEI TG PREVALE IL SÌ ALLA RIFORMA


gdf
TANGENTI PER APPALTI: PERQUISIZIONI IN RAI, MEDIASET, LA7 E INFRONT. 44 INDAGATI


Giancarlo Leone
GIANCARLO LEONE: PER CROZZA A RAI 1 SPENDEREI TUTTO QUELLO CHE HO


Maurizio Crozza
CROZZA IN RAI: MARANO (VICE DG RAI) CONFERMA LA TRATTATIVA, BRUNETTA CONTESTA IN PARLAMENTO, CAIRO NON SA NULLA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.