13
marzo

IL BOSCO MERITA UNA SECONDA STAGIONE?

Il Bosco

Ultimi colpi di scena stasera per Il Bosco, la miniserie con Giulia Michelini, in onda nei venerdì di Canale5. La fiction prodotta da Taodue ha ottenuto nel corso dei suoi primi 3 appuntamenti una media di 4.050.000 spettatori e del 15,59% di share. Risultati che non passeranno certo alla storia della tv, ma che non vanno neppure sottovalutati, se si tiene in considerazione la particolarità dell’offerta. Con la sua natura di thriller psicologico, Il Bosco non rientra, infatti, tra le fiction in grado di abbracciare un pubblico ampio e familiare.

Lo sanno bene il regista Eros Puglielli, così come Mizio Curcio ed Andrea Nobile, autori della serie tv con Leonardo d’Agostini. Questi ultimi già in passato, firmando i primi due capitoli de Il Tredicesimo Apostolo, avevano cercato di apportare nuove idee e sapori alla fiction italiana, realizzando una serie incentrata sui fenomeni del paranormale e dell’occulto. Il progetto iniziale della serie, che aveva per protagonisti Claudia Pandolfi e Claudio Gioè (presente anche né Il Bosco), prevedeva sin dalla sua nascita la realizzazione di una trilogia, ma furono i bassi ascolti della seconda stagione a porre un momentaneo o probabilmente definitivo stop al progetto.

Il Bosco 2 ci sarà?

Anche nel caso de Il Bosco, la voglia di sperimentare nuovi linguaggi sembra destinata a scontrarsi con l’implacabile verdetto Auditel. Al momento non vi è alcuna comunicazione ufficiale da parte di Mediaset e Taodue su un eventuale secondo capitolo della serie, che vede nel cast anche Andrea Sartoretti, ma ciò che ci si augura è che non venga abbandonata la strada della sperimentazione. In una tv sempre più attorcigliata su stessa, con formule e format usurati, rifugiarsi sotto l’ombra de Il Bosco, è stata, infatti, per il pubblico un’occasione per poter respirare finalmente un po’ d’aria fresca.

Il tutto con buona pace del seguitissimo Terence Hill e di tutta la sua compagnia che, starà pure a Un Passo dal Cielo, ma anche tra le cime delle Dolomiti, non riesce a scrollarsi di dosso l’odore di vecchio e già visto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Una Vita - Mauro - Gonzalo Trujillo
Una Vita: Cayetana compra il silenzio di Ursula (anticipazioni)


Maltese - Kim Rossi Stuart
Maltese 2: possibile nuovo capitolo per il Romanzo del Commissario


Katherine-Langford-Tredici
Tredici: seconda stagione per il teen drama che ha diviso l’opinione pubblica


Cristiana Capotondi
Di Padre in Figlia 2 ci sarà?

10 Commenti dei lettori »

1. Marco89 ha scritto:

13 marzo 2015 alle 15:18

Concordo in pieno col giudizio. Il Bosco (miglior lavoro degli ultimi anni considerando anche regia, fotografia e montaggio) per me non vedra` un secondo capitolo, forse e` anche giusto cosi’ ma avrei preferito sei puntate. Il livello e` altissimo, e finalmente qualcosa di veramente diverso in tv, con phatos, trama intricata e non scontata, protagonista una fuoriclasse. Riguardo gli ascolti, mi pare che tante altre fiction negli ultimi tempi abbiano floppato e stiano tuttora floppando e alla luce di questo il verdetto e` cmq positivo, media accettabile e tre serate vinte pur con facilita`. Speriamo Mediaset continui su questa sperimentazione, non tutti siamo fans di Terence Hill ed e` giusto accontentare tutti. I 4 milioni che amano il Bosco ringraziano, confido in Taodue, perche` dalla Rai in tal senso mi aspetto poco.



2. Davide ha scritto:

13 marzo 2015 alle 15:41

Mi auguro con tutto il cuore che possa esserci un seguito! Non ho mai niente di così appassionante e di tanta qualità. Ci voleva! Ti tiene incollato fino alla fine



3. Giulio ha scritto:

13 marzo 2015 alle 17:53

Il Bosco mi è piaciuta come serie,ma a mio parere il tredicesimo apostolo era migliore…secondo voi non c’è proprio speranza di vedere la terza stagione?Basterebbero 4 puntate,solo per chiudere la storia



4. Salvatore Cau ha scritto:

13 marzo 2015 alle 22:07

@Giulio

Gli sceneggiatori hanno sempre detto che il progetto di una terza stagione esiste, ma spetta a Mediaset decidere se produrre o no.



5. Giulio ha scritto:

13 marzo 2015 alle 22:13

Si..ma se le riprese non sono ancora partite mi sa che Mediaset ha deciso di non produrla…o sbaglio?



6. Salvatore Cau ha scritto:

13 marzo 2015 alle 22:16

Esatto!!! Se avessero avuto interesse a realizzare un seguito, non avrebbero fatto passare tutto questo tempo.



7. Giulio ha scritto:

13 marzo 2015 alle 22:22

Visti gli ascolti buoni/discreti de Il Bosco spero in un ripensamento ma la vedo dura..



8. pasquale ha scritto:

14 marzo 2015 alle 07:41

Io mi auguro che media set pensi a una 2 stagione perché è un peccato e stata una bellissima fiction sempre 4.milioni di media ha avuto e si merita una seconda stagione gli italiani sanno solo vedere suore, preti guardie forestali comunque speriamo perché è stata una fiction bellissima



9. Antonio Sanna ha scritto:

14 marzo 2015 alle 10:48

Secondo me èmeglio che si fermino qua perchè rischierebbero di snaturare il tutto,ormai hanno risolto tutti i misteri delle 4 puntate…magari affiderei alla michelin un’altra fiction anche se mi piacerebbe vederla anche in un ruolo leggero!
Visti gli ascolti dubito ci sarà un seguito; il mio disappunto riguarda un’altra serie che in rai ha fatto boom di ascolti, quella con Vanessa Incontrada e che nonostante ciò non verrà prodotta più….mi domando il perchè visto che ha fatto sfraceli di spettatori, un ottimo cast e storie e la rai si lascia perdere un prodotto così….e ci propina i soliti terence hill in tutte le salse, il flop narcotici, medico in famiglia, grande famiglia e dama velata………………..mah!!!!



10. Myriam ha scritto:

14 marzo 2015 alle 22:04

Non merita assolutamente una seconda stagione, ho visto solo una montagna di fesserie! “Il Tredicesimo Apostolo”, paragonato a questa fiction confusa, prevedibile, banale e a tratti ridicola (smarties cinesi allucinogeni e tizio incappucciato che ricorda Riccardino Fuffolo!) è un capolavoro! Peccato che in Italia non si riesca ancora a produrre un thriller psicologico degno di nota (l’unica novità riuscita è stata la prima stagione del Tredicesimo Apostolo). Si deve comunque continuare a provare, altrimenti continueremo a vedere solo prodotti barbosi e telenovelas!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.