4
marzo

LE MANI DENTRO LA CITTA’ NON E’ UN PLAGIO: MEDIASET E TAODUE VINCONO LA CAUSA CONTRO SACCA’

Simona Cavallari e Giuseppe Zeno protagonisti de Le Mani dentro la città

[Comunicato Stampa Mediaset] La IX sezione del Tribunale Civile di Roma ha dato pienamente ragione alla Taodue di Pietro Valsecchi e a RTI (Mediaset) nella causa che Agostino Saccà aveva intentato per un presunto plagio riguardante la serie tv “Le mani dentro la città”, andata in onda lo scorso anno su Canale 5.

La sentenza mette in luce l’assoluta inconsistenza delle accuse che erano state rivolte, dimostrando che non esiste nessun tipo di collegamento tra il progetto “Denaro rosso sangue” sviluppato sulla carta dalla Pepito s.r.l. di Saccà per Mediaset e la serie effettivamente realizzata da Taodue e dedicata alla ‘ndrangheta a Milano.

Non avevo mai dubitato dell’esito di questa vicenda in quanto si trattava di un’accusa palesemente infondata. Si tratta comunque del giusto riconoscimento dell’onestà professionale e della correttezza con cui abbiamo sempre portato avanti il nostro lavoro” commenta Pietro Valsecchi, chiamato in causa direttamente in quanto autore del soggetto di serie di “Le mani dentro la città”.



Articoli che potrebbero interessarti


le mani dentro la città simona cavallari
LE MANI DENTRO LA CITTA’: CANALE 5 RACCONTA LE INFILTRAZIONI DELLA ‘NDRANGHETA IN LOMBARDIA


Progetti Taodue
CANALE 5: ECCO TUTTE LE FICTION 2013/2014 TARGATE TAODUE


Formula E
Formula E: Mediaset acquista i diritti del mondiale per le prossime tre stagioni


Orazio - Maurizio Costanzo 3
Canale 20: nell’attesa del lancio, Mediaset punta sui propri anni ‘80-’90

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.