3
marzo

EMPIRE: ARRIVA SU FOX LA SERIE RIVELAZIONE, TRA POTERE, RANCORI FAMILIARI E L’INCUBO SLA

Empire

L’hip-hop, la malattia, gli screzi familiari. Sono questi i pilastri di Empire; la serie tv statunitense che prende il via stasera su Fox (canale 112 di Sky) alle 21.50 e che ha già conquistato l’America. Otto puntate premiate da pubblico e critica statunitense, con la seconda stagione già in fase di lavorazione.

Empire racconta le vicende dell’omonima casa discografica, di proprietà di una famiglia afroamericana dilaniata dai rancori. Al timone c’è Lucious Lyon, re della black music divenuto un magnate dell’industria discografica. Il lusso, le belle donne e i soldi lasceranno però ben presto il campo ad una diagnosi che non lascia scampo: Lucious è infatti affetto dalla Sla e gli restano appena tre anni di vita. Ecco allora la necessità di individuare il suo erede tra i tre figli, ciascuno portatore di un vizio o di un orientamento inaccettabile.

Il primogenito Andre, istruito al mondo degli affari, manca di carisma e soffre di un disturbo bipolare; Jamail ha talento e oculatezza, tuttavia la sua omosessualità imbarazza profondamente il padre; mentre Hakeem ha sì la stoffa, non supportata però dalla passione, visto che il ragazzo è più concentrato sulla fama personale e sul gentil sesso piuttosto che sulla gestione dell’Empire Entertainment. A loro si unisce ben presto l’ex moglie di Lucious, Cookie, appena uscita di prigione e decisa a riconquistare ciò che le appartiene.

Empire: sceneggiatori ed attori d’eccezione

Empire vanta sceneggiatori come Lee Daniels (due candidature all’Oscar con ‘Precious’ e regista di ‘The Butler’), Danny Strong e Brian Grazer, quest’ultimo vincitore della statuetta con ‘A beautiful mind’. Pure il cast non è da meno. A dare il volto al capofamiglia Lucious Lyon è Terrence Howard, affiancato da Taraji P. Henson (Cookie). A loro si accodano una sfilza di guest-star del calibro di Cuba Gooding Jr. (socio di vecchia data di Lucious e Cookie), Naomi Campbell (stilista e amante di Hakeem), Courtney Love (rockstar sotto contratto con la Empire) e Macy Gray (altra amante di Hakeem).

Colonna sonora affidata a Timbaland

Vero e proprio valore aggiunto della serie è la colonna sonora originale affidata al rapper, cantautore, nonché produttore musicale Timothy ‘Timbaland’ Mosley, collaboratore tra gli altri di Madonna, Nelly Furtado e Justin Timberlake. Timbaland sarebbe stato scelto da Lee Daniels su consiglio dei figli ed i brani presenti in Empire sono interpretati dagli stessi attori.

Negli Usa, il primo episodio totalizzò quasi 10 milioni di telespettatori, dato cresciuto gradualmente col passare delle settimane, fino a superare i 13 milioni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Empire
EMPIRE, LA VERSIONE NERA DI DINASTY. PERFETTO MASH UP DI MUSICAL, DRAMA E CRUDO ROMANTICISMO


The Gifted
The Gifted: mutanti buoni e perseguitati nella nuova serie Fox


Marvel’s Inhumans
Marvel’s Inhumans: la famiglia di supereroi sbarca su Fox


Empire 4
Empire 4: Demi Moore pronta a cambiare gli equilibri tra Lucious e Cookie

5 Commenti dei lettori »

1. patrick ha scritto:

4 marzo 2015 alle 02:38

Sono 12 le puntate, non 8



2. antoniovarese ha scritto:

4 marzo 2015 alle 10:09

Ieri l’ho seguita bellissima seria !!!



3. ISABELLA ha scritto:

4 marzo 2015 alle 11:31

Si vista anche io, per ora promette bene insieme alla Regole del delitto perfetto , bella anche la musica!



4. Griser ha scritto:

4 marzo 2015 alle 12:06

Bella puntata molto interessante. Speriamo che striscia la notizia non ci spoleri il finale



5. ISABELLA ha scritto:

4 marzo 2015 alle 14:29

Si Griser hai ragione…anche se mi spoilero da me andando a vedere i blog Usa



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.