26
febbraio

MASTERCHEF 2015: AMELIA, STEFANO E NICOLO’ IN FINALE

Paolo e Nicolò

Al termine di una combattutissima semifinale sono stati decretati i finalisti della quarta edizione di Masterchef. A contendersi la vittoria, nella finale di giovedì 5 marzo, saranno Amelia, Stefano e Nicolò. Paolo, infatti, ha dovuto lasciare il gioco dopo aver perso al duello finale con Nicolò. Per il catechista, destino beffardo, vista la validità dell’ultimo piatto cucinato. “La prima volta che qualcuno esce dopo aver fatto il suo miglior piatto” sentenzia Joe Bastianich.

Schema di gioco semifinale Masterchef 2015 (primo episodio)

Mystery Box – Amelia è la migliore con il piatto Merluzzo al finocchietto selvatico.

Invention Test – Stefano è il migliore con il piatto Scorfano alla griglia con il suo fegato / Paolo e Amelia sono i peggiori, e a Stefano viene data la possibilità di scegliere chi mandare direttamente al duello finale. La scelta cade su Paolo.

Paolo a rischio eliminazione, va direttamente al duello finale. Stefano vince anche una cena con Carlo Cracco.

Schema di gioco semifinale Masterchef 2015 (secondo episodio)

Prova in esterna -  Amelia è la migliore con il piatto Anatra con miele e spezie e salsa alla diavola (scelta da Annie Feolde, executive chef dell’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin) e va in finale.

Pressure test – Stefano è il migliore dopo aver realizzato il tris di panini migliori (ciascuno era dedicato ad un giudice) e va in finale.

Duello finale – Tra Nicolò e Paolo, il peggiore è Paolo con il piatto Zucchina ripiena di cavolfiore e besciamella con tonno e gamberi.

Eliminato: Paolo.

Finalisti: Amelia, Stefano, Nicolò.

Masterchef 2015: anticipazioni semifinale

Articolo del 26 febbraio 2015 ore 16 – Il giorno della semifinale è arrivato. Dopo aver superato prove di ogni tipo, a contendersi il titolo di quarto MasterChef d’Italia, sono rimasti in 4: Amelia, Nicolò, Paolo e Stefano. Nella puntata di stasera, giovedì 26 febbraio, in onda alle 21.10 su Sky Uno, all’interno della Mystery Box, i quattro chef amatoriali non troveranno una grande scelta di ingredienti. Anzi, la difficoltà ulteriore della prova, sarà quella di riuscire a soddisfare i palati della giuria con risorse limitate, mantenendo il sangue freddo e senza perdere la concentrazione.

Amelia, Nicolò, Paolo e Stefano dovranno pagare tutto ciò che preleveranno dalla dispensa. E il budget sarà pari ad appena 5 euro. Al migliore sarà riservato il fondamentale vantaggio nell’Invention Test. Per l’ultima prova in esterna, invece, gli aspiranti chef saranno ospiti dell’Enoteca Pinchiorri, il ristorante tre stelle Michelin di Firenze e considerato tra i migliori al mondo.

Qui, conosceranno personalmente lo chef Annie Feolde, unica giudice della sfida e proprietaria, insieme a Giorgio Pinchiorri, del ristorante fondato negli anni ‘70 e dall’83 entrato a far parte della collezione Relais & Chateaux. Il migliore della prova otterrà l’accesso diretto alla finale di giovedì 5 marzo, mentre gli altri dovranno sfidarsi nell’ultimo Pressure Test. A decidere chi lascerà il gioco l’insindacabile giudizio di Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Carlo Cracco.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Televoto GF Vip 2017
Grande Fratello Vip 2017, undicesima puntata del 20 novembre in diretta: si proclamano altri due finalisti. Ospite Mara Venier


Bake Off Italia 2017
Bake Off Italia 2017: sotto il tendone si sfida la sorte


Pechino Express 2017- Le Caporali
Pechino Express 2017: ecco i finalisti. La Elia all’adorata amica Jill: «Sei una str*nza, vaffanc*lo!»


Semifinale Amici 2017
Amici 2017: semifinale del 20 maggio in diretta. Fuori Mike. In finale Andreas, Federica, Sebastian e Riccardo

1 Commento dei lettori »

1. griser ha scritto:

27 febbraio 2015 alle 00:11

Bella finale si preannuncia come nella prima edizione una bella finale



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.