30
gennaio

LA GIALAPPA’S BAND SALTA SANREMO: NIENTE DIRETTA RADIOFONICA

Gialappa's Band

Gialappa's Band

Il prossimo Festival di Sanremo non sarà accompagnato dalle voci di Carlo Taranto, Marco Santin e Giorgio Gherarducci. “E’ con profondo dolore che vi annunciamo che quest’anno la Gialappa’s Band non commenterà Sanremo 2015”, è il messaggio pubblicato nel pomeriggio di giovedì sul profilo Twitter del GialappasFans. Un fulmine a ciel sereno per chi già pregustava lo strano accostamento tra il rigore della kermesse e l’ironia senza limiti del trio milanese, che vanta tredici edizioni radiofoniche di commento “alternativo” al Festival.

Le cause dello stop sono ancora sconosciute e non si sa se esistano margini per una ricomposizione dell’ultimo momento.

Gialappa’s a Sanremo: la prima volta nel 2001

L’esordio di ‘Rai dire Sanremo‘, risalente al 2001 (quando impallinarono la Carrà, Papi e Ceccherini), andò in onda su Radio2, in tre serate: quella d’esordio, la penultima e l’ultima. La copertura divenne integrale dal 2002 e tale rimase fino al 2009.

Nel 2010 la rottura clamorosa col neo-direttore dell’emittente Flavio Mucciante, che li eliminò dal palinsesto in extremis. Si trattò dell’unica edizione passata in silenzio, visto che nel 2011 la Gialappa’s riapparve su Rtl 102.5. Titolo mutato in “Noi dire Sanremo”, poi riproposto nel 2014. Nel 2012 e 2013 la Gialappa’s commentò invece le canzoni dell’Ariston dalle frequenze di R101, dal giovedì al sabato.

Tante le incursioni della Gialappa’s all’Ariston

In quasi tre lustri sono state innumerevoli le loro imprese immortalate dalle telecamere di Rai 1: dagli slip dell’inviata Flavia Cercato consegnati alla Carrà dai cantanti dei Sottotono alla gag del pacco strizzato a Baudo nel 2002, suggerita proprio dalla Gialappa’s a Fiorello e successivamente ripresa pure da Benigni. Nel 2003 i tre riuscirono a far pronunciare il tormentone “Situescion” a quasi tutti gli artisti in gara, mentre nel 2005 le loro voci riecheggiarono durante l’esibizione di Alexia. Ma a restare impresso nella mente è soprattutto la reazione alla performance ormai cult di Giacomo Celentano.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Gialappa's Band
BOOM! La Gialappa’s Band al Grande Fratello Vip


Rai Dire Niùs
Rai Dire Niùs senza news: video ‘riciclati’ dalla rete e poca attualità. Il debutto non sorprende


Dopofestival
DOPOFESTIVAL 2017: CONFERME E NOVITÀ


rai dire nius
RAI DIRE NIUS: RAI 2 CI PROVA COL TG SATIRICO DELLA GIALAPPA’S. CONDUCONO MIA CERAN E IL MAGO FOREST

5 Commenti dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

30 gennaio 2015 alle 16:43

Ecco. L’ultimo motivo che mi era rimasto per vedere Sanremo è saltato.
Ora sono sicuro che non lo vedrò per niente.
Senza un “situation” o un “o palluottolo” che senso ha vedersi questa fiera del melenso che tanto verrà vinta dai tre pupazzi del Volo.

Al prossimo anno. Gialappa permettendo (non fanno manco più Sanremo…altro che Iene, sono finiti purtroppo..)



2. Claudio ha scritto:

30 gennaio 2015 alle 17:33

Che tristezza però. Era bello conoscere un po’ il backstage del festival grazie a loro. Un vero peccato.



3. Elisa ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 11:47

Nooooooooo!!! Senza i Gialappa’s che senso ha Sanremo? Posso ancora sperare in un ripensamento dell’ultimo minuto, oppure quest’anno la tristezza tipica dei giorni nostri non andrà in vacanza neppure nei giorni di Sanremo in cui, grazie ai mitici Gialappi, negli anni scorsi non si pensava a nulla se non a ridere e scherzare sulla seriosità e “insopportabilità” del festival??? NOOOOOOOOOOOOOOO!!!



4. deluso ha scritto:

2 febbraio 2015 alle 16:19

questa notizia è veramente fonte di disperazione… non credo che guarderò il festival senza i gialappi. E’ uno schifo che persone capaci come loro fatichino a trovare degli spazi.



5. tenzo ha scritto:

2 febbraio 2015 alle 20:40

No Gialappa ’s no Sanremo!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.